Google, risultati trimestrali in crescita ma sotto le aspettative

Google, risultati trimestrali in crescita ma sotto le aspettative

Nel corso delle ultime ore Alphabet ha rilasciato i finanziari del quarto trimestre 2016, numeri che mostrano una crescita anno su anno ma che non coincidono con le previsioni degli analisti, complice anche un ricavo extra-pubblicitario troppo basso

di Davide Fasola pubblicata il , alle 11:41 nel canale Mercato
Google
 

Nel corso della serata di ieri il colosso della tecnologia mondiale Google ha reso noti i risultati finanziari del quarto ed ultimo trimestre del 2016. Il report di Alphabet, società cui fa capo Google, mostra un andamento positivo, trainato come ormai abitudine, dai ricavi legati alla pubblicità.

Quello partito lo scorso ottobre è stato un trimestre che ha visto una crescita del fatturato paria circa il 22%, tradotto in 26 miliardi di dollari. Di questi 26 miliardi l'utile netto è stato pari al 20%, 5,33 miliardi di dollari per l'esattezza. Numeri sicuramente in positivo e in aumento rispetto allo stesso trimestre del 2015 quando l'azienda di Mountain View fece segnare 4,92 miliardi di dollari di utile. Cresce come conseguenza anche il valore delle azioni che passa dai 7,06 dollari di un anno fa ai 7,56 dollari attuali.

Come detto in apertura la maggiore fonte di proventi resta comunque per Google la pubblicità. 22,3 miliardi di dollari il ricavo del settore con un +17% anno su anno che non lascia possibilità di replica. Gli utenti hanno cliccato sugli annunci il 36% in più rispetto allo scorso anno, un dato in crescita non solo anno su anno ma anche rispetto al terzo trimestre del 2016 che aveva fatto segnare un +33% rispetto al terzo trimestre del 2015.

La cescita c'è quindi stata e il trimestre è da considerarsi in positivo ma si è comunque trattata di una crescita sotto aspettativa. Gli esperti del settore avevano infatti previsto un valore di 9,64 dollari ad azione per la fine del 2016. Tuttavia alcune spese che si sono rese necessarie e un aggiustamento fiscale più alto del previsto hanno fatto sì che la crescita si attestasse ad un valore inferiore alle previsioni.

Stando alle dichiarazioni del Wall Street Journal, infatti, il segno positivo non compare solo alla voce ricavi ma anche accanto ai dati relativi alle spese che avrebbero fatto un balzo del 22% circa.

In chiusura occhi puntati sui business extra pubblicitari. In un trimestre caratterizzato dalla messa in vendita dei Google Pixel e di Google Home, gli analisti si aspettavano una crescita di fatturato notevole anche per questo settore del mercato. Crescita che c'e' stata ma che non è stata così importante come preventivato. Il fatturato è infatti aumentato del 62%, raggiungendo quota 3,4 miliardi di dollari; una fetta ancora troppo sottile se si pensa all'intera torta dei ricavi di Google.

In un settore in cui la pubblicità potrebbe subire un costante rallentamento le fonti di guadagno extra assumono sempre più importanza. Staremo quindi a vedere quale sarà la strategia di Google in questo senso nel 2017.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^