Google ritira la proposta di accordo con Yahoo

Google ritira la proposta di accordo con Yahoo

Il timore di una possibile causa antitrust ha messo la parola fine alle trattative fra Google e Yahoo

di Alessio Di Domizio pubblicata il , alle 08:37 nel canale Mercato
GoogleYahoo
 

Il timore di un intervento dell'autorità antitrust ha definitivamente bloccato l'accordo fra Yahoo e Google relativo all'advertising. La notizia arriva dopo una sospensione e quindi una riduzione dell'accordo, dettate dalle medesime perplessità.

La decisione viene da Google, la quale evita volentieri un altro contenzioso con l'antitrust per un accordo che evidentemente non sarebbe valso una causa legale.

Prevedibile la reazione di Yahoo, che si è detta "amareggiata dalla decisione di Google di rinunciare all'accordo piuttosto che difenderlo in sede legale".

Tramontata l'opzione Google, la strada per Yahoo si mette decisamente in salita, considerando l'ormai cessato interesse di Microsoft. Lo stesso Yang caldeggia ormai la riapertura della trattativa con Ballmer: dopo il fallimento dell'accordo con Google, questa prospettiva sarebbe alla base della recente effervescenza delle azioni Yahoo, secondo Scott Kessler di S&P, interpellato dal Financial Times.

Aaron Ricadela di BusinessWeek si domanda a questo punto se la mancata ripresa di Yahoo, cui l'accordo avrebbe contribuito per 450 milioni di dollari USA all'anno, non rischi alla fine di lasciare il mercato con ancor meno concorrenza. Una questione non da poco se si considera che, dopo la chiusura delle trattative con Microsoft e Google e l'accordo con AOL/Time Warner che non decolla, non restano tavoli di trattative aperti per Yahoo.

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
^^lee07 Novembre 2008, 08:55 #1
Mah..gooogle ha solo da guadagnare a rinunciare all'accordo facendo anche bella figura con l'antitrust, yahoo ...boh...ancora non ho capito perchè non hanno accettato il grando di Bill.
giovannifg07 Novembre 2008, 09:44 #2

Un piccolo appunto...

Questa notizia era apparsa sulla stampa generalista già qualche giorno fa... mi stupisce che HWUpgrade la dia solo oggi...
maxim1717107 Novembre 2008, 10:35 #3
yahoo e amd potrbbero fare una bella joint venture per fallire insieme
ToroXp07 Novembre 2008, 11:04 #4


cmq scampato il pericolo google taglia taccone, prevedibile l avevo gia detto ancora a suo tempo, dovrei riciclarmi come tuttologo opinionista del niente come quelli che stanno in tv.

Mi chiedo come se la stia passando il signor Chang, mi pare si chiami cosi, quello che ha sbattuto la porta in faccia a microzozz...

lacrime amare...
Pashark07 Novembre 2008, 13:04 #5
Che geni all'antitrust. Se yahoo fallisce o viene super ridimensionata non è peggio?
Human_Sorrow07 Novembre 2008, 14:45 #6
"Che geni all'antitrust. Se yahoo fallisce o viene super ridimensionata non è peggio?"

No, perchè se non sai gestire la tua azienda è giusto che chiudi.
E no come qui in Italia dove lo Stato paga e paga e paga per l'incompetenza dei manager che s'intascano i soldi e falsificano i bilanci.
Pashark07 Novembre 2008, 15:32 #7
Originariamente inviato da: Human_Sorrow
"Che geni all'antitrust. Se yahoo fallisce o viene super ridimensionata non è peggio?"

No, perchè se non sai gestire la tua azienda è giusto che chiudi.
E no come qui in Italia dove lo Stato paga e paga e paga per l'incompetenza dei manager che s'intascano i soldi e falsificano i bilanci.


No guarda, qui non c'entra nulla lo stato.
All'antitrust dava fastidio la fusione solo per il rischio di una minor concorrenza. Fondarsi o farsi accorpare è una pratica assolutamente legittima ed usata. Se Yahoo ha dei debiti di cui Google si sarebbe fatta carico non c'è assolutamente nulla di moralmente discutibile come vuoi far credere tu.
Billabong07 Novembre 2008, 17:27 #8

Per Pashark

L'antitrust non vuole posizoni dominanti: salvarsi dal fallimento perchè si conquista una rendita non vale, che i manager di Yahoo si inventino qualcosa oppure vendano oppure escano dal mercato. In ogni caso la contrazione del mercato dovuta a una posizione dominante, nel lungo periodo, comporta la creazione di molti meno posti di lavoro di quelli eventualmente salvati evitando un fallimento. Cmq secondo me qua il danno è sopratutto per gli azionisti...

E' ammirevole che l'antitrust faccia fino in fondo il suo lavoro, da noi silvio avrebbe chiamto un po' di amici e avrebbe fatto una cordata a trattativa privata con esbrso di denaro pubblico a favore di privati.

L'antitrust serve a salvaguardare la concorrenza, a salvaguardare i lavoratori i ci sono gli ammortizzatori sociali, mischiare i due ruoli fa far male su entrambi i fronti.
Pashark07 Novembre 2008, 19:05 #9
Originariamente inviato da: Billabong
L'antitrust non vuole posizoni dominanti: salvarsi dal fallimento perchè si conquista una rendita non vale, che i manager di Yahoo si inventino qualcosa oppure vendano oppure escano dal mercato. In ogni caso la contrazione del mercato dovuta a una posizione dominante, nel lungo periodo, comporta la creazione di molti meno posti di lavoro di quelli eventualmente salvati evitando un fallimento. Cmq secondo me qua il danno è sopratutto per gli azionisti...

E' ammirevole che l'antitrust faccia fino in fondo il suo lavoro, da noi silvio avrebbe chiamto un po' di amici e avrebbe fatto una cordata a trattativa privata con esbrso di denaro pubblico a favore di privati.

L'antitrust serve a salvaguardare la concorrenza, a salvaguardare i lavoratori i ci sono gli ammortizzatori sociali, mischiare i due ruoli fa far male su entrambi i fronti.

Tu qua continui a mescolare l'Italia che non c'entra proprio una mazza (e te lo dice uno che Silvio proprio non lo vuole neanche sentire nominare). In USA è molto diverso.

E la M$ non può comprarla, e Google non può associarsi... Questo mi sembra immischiarsi un po' oltre il diritto di concorrenza o l'evitare posizioni monopolistiche. Che fanno, devono svendere? O magari deve offrire Virgilio/Telecom? O magari la smembriamo in tanti pezzettini, così sono contenti.

C'è che l'antitrust si mischia pure troppo nel mercato certe volte. E vorrei sottolineare che sarà anche un organo di controllo ma è sempre fatto di persone che possono tranquillamente sbagliarsi come i manager fallimentari. Qua sembra che sia Dio in terra sta commissione.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^