HP "pubblicizza" lo spin-off della divisione PSG

HP "pubblicizza" lo spin-off della divisione PSG

L'azienda statunitense avvia una campagna pubblicitaria per comunicare la filosofia di quella che potrebbe presto essere una nuova realtà indipendente nel panorama dei PC

di Andrea Bai pubblicata il , alle 10:23 nel canale Mercato
HP
 

"Lo spirito di una start-up, la sicurezza di HP": con queste parole Hewlett Packard da il via ad una campagna pubblicitaria per promuovere quello che sarà lo spin-off della propria divisione Personal Systems Group, un'attività che la stessa HP valuta essere di almeno 40 miliardi di dollari.

Il messaggio che HP cerca di comunicare è abbastanza immediato: la nuova realtà continuerà a mantenere il marchio HP, ma potrà operare con la libertà e l'agilità proprie di una start-up. La strada che intende percorrere HP è quella di trasformare la propria divisione PSG in una realtà snella e reattiva, che non sia vincolata alle politiche di HP e ai lunghi tempi decisionali propri di una realtà di grosse dimensioni.

Todd Bradley, executive vice president di HP, ha dichiarato: "La via preferenziale per condurre la nostra visione del futuro è di costruire una compagnia separata e più agile. E' tempo di pensare ancora come una startup, E' tempo di essere reattivi e rivoluzionari. E' tempo per una nuova innovazione che cambi il mondo. Per questo abbiamo realizzato di essere ad un incrocio nell'evoluzione di HP".

Può sembrare insolito che un'azienda dia così rilevo ad una operazione di spin-off, soprattutto utilizzando la forma degli annunci pubblicitari. Ma vi sono alcune ragioni che possono spiegare questa mossa: anzitutto HP potrebbe voler preparare il pubblico a questa operazione, comunicando l'avvento di una "nuova HP" che si occuperà di portare avanti lo sviluppo e la realizzazione dei sistemi PC con dinamiche e tempistiche differenti rispetto al passato. In secondo luogo HP è probabilmente alla ricerca di investitori strategici che abbiano la possibilità di dare il giusto supporto alla divisione PSG una volta che diverrà una realtà indipendente.

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Asterion02 Settembre 2011, 11:18 #1
C'è da credergli oppure cercheranno solo un compratore?
MadMax of Nine02 Settembre 2011, 12:33 #2
Originariamente inviato da: Asterion
C'è da credergli oppure cercheranno solo un compratore?


Ormai con gli smartphone e i tablet personalmente penso sia l'inizio di un declino per laptop e desktop, almeno per il mercato consumer.
Da quando ho il galaxy II se devo cercare qualche informazione sul web uso il telefono, schermo grande e di ottima qualità, estremamente più veloce di un netbook... e ora che ci penso non sto nemmeno più usando il garmin come navigatore....

Ormai la tecnologia si sta spostando su altre device, io non ci investirei 1$
blow8202 Settembre 2011, 14:04 #3
Originariamente inviato da: MadMax of Nine
Ormai con gli smartphone e i tablet personalmente penso sia l'inizio di un declino per laptop e desktop, almeno per il mercato consumer.
Da quando ho il galaxy II se devo cercare qualche informazione sul web uso il telefono, schermo grande e di ottima qualità, estremamente più veloce di un netbook... e ora che ci penso non sto nemmeno più usando il garmin come navigatore....

Ormai la tecnologia si sta spostando su altre device, io non ci investirei 1$


Fa sempre più tristezza vedere che la gente associa l'utilizzo del pc/notebook alla SOLA navigazione web.
Purtroppo la maggior parte dell'utenza il pc lo usa solo per quello...
valerio985hw02 Settembre 2011, 15:06 #4
Originariamente inviato da: blow82
Fa sempre più tristezza vedere che la gente associa l'utilizzo del pc/notebook alla SOLA navigazione web.
Purtroppo la maggior parte dell'utenza il pc lo usa solo per quello...


Xerox e IBM erano più avanti di tutti: "cosa se ne fa la gente comune del computer?" ...
Asterion02 Settembre 2011, 16:32 #5
Originariamente inviato da: valerio985hw
Xerox e IBM erano più avanti di tutti: "cosa se ne fa la gente comune del computer?" ...


"Penso che non ci sia mercato per più di cinque computer sulla terra".

T.J. Watson, presidente dell'IBM nel 1946
PATOP02 Settembre 2011, 21:39 #6
A me non sembra che in 100 anni IBM abbia poi pronosticato e sbaliato molte strategie nell'IT.......HP sta per esempio seguendo lEfempio di IBM anche se a 7 anni di distanza.........ma questo non fa altro che dimostrare chi ha avuto ragione.
MaxArt02 Settembre 2011, 23:20 #7
Originariamente inviato da: blow82
Fa sempre più tristezza vedere che la gente associa l'utilizzo del pc/notebook alla SOLA navigazione web.
Purtroppo la maggior parte dell'utenza il pc lo usa solo per quello...
E allora di che tristezza parli? È sempre stato così da un bel pezzo, in tantissimi usavano il PC per 4 operazioni in croce, e fino all'altro ieri erano costretti ad usare un massicco e consumoso PC fisso o un costoso e pesante notebook.
Poi sono arrivati i netbook, e ora siamo a smartphone e tablet. È l'evoluzione della tecnologia, inutile stare a piangerci sopra.

I PC non spariranno. Saranno sempre lì per il lavoro professionale (io non saprei come fare a lavorare con un tablet - faccio fatica anche ad usare un solo monitor!), per il gaming avanzato, per l'editing di foto e video anche dilettantistico ma di un certo livello, o la fruizione di contenuti avanzati. Anche la creazione di documenti, fogli di calcolo e presentazioni è ad una fase molto immatura su dispositivi mobile.
Ma per molte cose i PC verranno "sgravati" di molti mini-compiti.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^