HP rivede verso l'alto le stime di fatturato per il terzo trimestre

HP rivede verso l'alto le stime di fatturato per il terzo trimestre

L'azienda rivede le previsioni per il terzo trimestre, incrementando le aspettative di fatturato ma riconoscendo una svalutazione per le basse prestazioni della divisione servizi

di Andrea Bai pubblicata il , alle 11:28 nel canale Mercato
HP
 

HP ha effettuato una revisione delle proprie previsioni finanziare per il terzo trimestre dell'anno, ritoccando verso l'alto le aspettative di fatturato ma segnalando una svalutazione 8 miliardi di dollari per via di prestazioni tutt'altro che confortanti per quanto riguarda la ndivisione servizi. Il gruppo, istituito da soli quattro anni, sta già pensando ad una fase di ristrutturazione e ad un cambiamento ai vertici.

John Visentin, responsabile Enterprise Services, lascerà la compagnia per "seguire altri interessi", una perifrasi spesso usata nel caso di dimissioni richieste da parte dell'azienda. La compagnia ha promosso un interno, il senior vice presdient Enterprise Services EMEA Mike Nefkens, per prendere il suo posto. Jan-Jaques Charhon è stato inoltre spostato dalla sua posizione in quelità di chief financial officer della divisione per assumere il ruolo di chief operating officer.

L'attuale divisione servzi è il risultato dell'acquisizione di Electronic Data Systems nel 2008, che avvenne mediante un'operazione del valore di 14 miliardi di dollari, mentre Mark Hurd ricopriva il ruolo di CEO. La svalutazione suggerisce che HP sta rivalutando il gruppo per un valore inferiore rispetto al prezzo di acquisizione.

I risultati deludenti nella divisione servizi si contrappongono alle vendite hardware enterprise che hanno rappresentato il più forte segmento nei risultati trimestrali HP del secondo quarto dell'anno. La compagnia sta inoltre fronteggiando qualche difficoltà con il fatturato della divisione consumer, con modesti introiti derivati dalle consegne PC desktop che non sono stati in grado di contrastare il calo delle vendite di notebook e il netto calo del fatturato stampanti.

Ricordiamo che HP ha annunciato nel corso dell'anno un piano di riduzione del personale che andrà a toccare circa 27 mila posti di lavoro entro la fine del 2014. Le riduzioni della forza lavoro sono ritenute necessarie dalla compagnia per investire in ciò che ritiene siano aree di profitto, come il cloud ed i prodotti di sicurezza.

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Asterion09 Agosto 2012, 12:25 #1
Tutti licenziano e nessuno assume. Che brutta aria tira...
Red Wizard19 Agosto 2012, 22:35 #2
Originariamente inviato da: Asterion
Tutti licenziano e nessuno assume. Che brutta aria tira...


Figurati che mi hanno fatto "ciao" già lo scorso ottobre.
Senza annunciare cifre così importanti, avevano già iniziato con la chiusura del vecchio anno fiscale
Asterion20 Agosto 2012, 08:36 #3
Originariamente inviato da: Red Wizard
Figurati che mi hanno fatto "ciao" già lo scorso ottobre.
Senza annunciare cifre così importanti, avevano già iniziato con la chiusura del vecchio anno fiscale


Spero di non essere poco discreto: sei un ex dipendente EDS?
Se non ricordo male, qualche anno fa HP ha acquistato EDS e il timore era proprio quello di un ridimensionamento dell'organico.
Red Wizard22 Agosto 2012, 15:53 #4
No, niente EDS, ero semplicemente il commerciale per Toscana ed Emilia.
Uno degli ultimi arrivati, quindi uno dei primi a saltare.
I miei clienti compravano poco in locale causa overstock di magazzino o pretese fuori dal mondo, così, anche se per cause non dipendenti da me, hanno deciso di diminuire i costi fissi...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^