HP svaluta l'acquisizione di Autonomy per 8,8 miliardi di dollari e apre un contenzioso

HP svaluta l'acquisizione di Autonomy per 8,8 miliardi di dollari e apre un contenzioso

Hp annuncia risultati trimestrali e annuali negativi, dovuto ad una svalutazione di ben 8,8 miliardi di dollari dell'acquisizione di Autonomy avvenuta poco più di 12 mesi fa. Pratiche fiscali dubbie avrebbero gonfiato il valore dell'azienda prima che venisse rilevata da HP, questa l'accusa.

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 10:40 nel canale Mercato
HP
 

HP ha rilasciato i risultati finanziari del proprio ultimo trimestre dell'esercizio fiscale 2012, conclusosi per l'azienda americana alla fine del mese di Ottobre, dal quale derivano anche i risultati annuali complessivi. I dati sono estremamente interessanti e non di certo positivi per l'azienda americana, vero colosso storicamente presente da sempre nel settore dell'IT.

Nell'ultimo trimestre del proprio esercizio fiscale 2012 HP ha totalizzato un fatturato di 30 miliardi di dollari USA, in calo del 7% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Prendendo quale riferimento i 12 mesi dell'esercizio fiscale 2012 HP ha registrato un fatturato complessivo di 120,4 miliardi di dollari, in calo del 5% rispetto ai 12 mesi precedenti.

Nel quarto trimestre HP ha registrato una perdita di ben 6,9 miliardi di dollari, cifra che concorre a totalizzare per l'esercizio fiscale 2012 un risultato negativo per 12,7 miliardi di dollari contro un utile di 7,1 miliardi di dollari dei 12 mesi precedenti. Prendendo quale riferimento i dati non GAAP, che tengono quindi conto di principi di valutazione contabile differenti rispetto a quanto applicato alle aziende quotate in borsa, il quarto trimestre 2012 ha visto un risultato positivo per 2,3 miliardi di dollari mentre di 8 miliardi di dollari è stato l'utile netto dell'esercizio nel suo complesso.

A incidere pesantemente sul risultato trimestrale è stata una voce di svalutazione, quindi senza impatti di cassa, pari a ben 8,8 miliardi di dollari riferita al valore dell'acquisizione di Autonomy, azienda specializzata nello sviluppo software che era stata rilevata da HP lo scorso anno quando l'azienda americana era sotto la guida del precedente CEO Leo Apotheker.

L'importo messo a svalutazione è decisamente importante quale valore ma a stupire sono le motivazioni che hanno portato HP ad agire in questa direzione. L'azienda ha infatti dichiarato di aver scoperto una serie di procedure amministrative tenute da Autonomy al proprio interno che hanno portato ad una errata valutazione del valore economico dell'azienda, dal quale è conseguito il prezzo di 10,2 miliardi di dollari pagato da HP nel mese di Agosto 2011 per l'acquisto della società.

Detto in altro modo, HP accusa direttamente il management di Autonomy di aver fornito dati di bilancio e finanziari dell'azienda non corretti, con l'obbiettivo di delinearne un potenziale valore superiore rispetto ai fatti e poter così spuntare un prezzo d'acquisto più elevato nel corso della trattativa economica con HP. Le conseguenze di questa scoperta non sembrano tuttavia fermarsi qui: HP ha annunciato di aver inviato i risultati delle proprie analisi alla Securities and Exchange Commission nord americana oltre che al Serious Fraud Office inglese (Autonomy è azienda fondata e sviluppata in Gran Bretagna).

Wall Street Journal ha condotto, nella serata di ieri, una intervista con Mike Lynch, il CEO di Autonomy prima dell'acquisizione, in merito alle accuse avanzate da HP. Lynch ha affermato di essere venuto a conoscenza delle scoperte di HP solo a seguito della pubblicazione dei risultati trimestrali dell'azienda americana e che in nessun modo era stato precedentemente contattato in merito. Non solo: Lynch respinge nettamente le accuse di aver provveduto ad una errata rappresentazione del valore della sua azienda, domandandosi per quale motivo HP sia giunta solo ora a queste conclusioni e non lo scorso anno durante l'estesa fase di due diligence condotta da consulenti esterni sui conti e la struttura di Autonomy per conto di HP.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
StefanoA22 Novembre 2012, 11:13 #1
se ho capito bene HP dice che ha pagato una società 10.2 miliardi e che ora ha scoperto che, sfortunatamente, ne vale invece 1.4 ?

come si fa a credere a una cosa del genere.... io proprio non ci riesco
Syk22 Novembre 2012, 12:45 #2
non sei l'unico a non fidarsi

Link ad immagine (click per visualizzarla)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^