I 75 anni di storia di HP, tra innovazione del passato e sguardo al futuro

I 75 anni di storia di HP, tra innovazione del passato e sguardo al futuro

Nel keynote di apertura di Discover 2014 Meg Whitman, CEO di HP, rimarca i risultati ottenuti dall'azienda nei 75 anni di storia evidenziando come il percorso di riorganizzazione interna abbia portato a validi risultati ma il cammino non sia di certo concluso

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 08:01 nel canale Mercato
HP
 

L'edizione 2014 di Discover cade nell'anniversario dei 75 anni dalla fondazione di HP: quale occasione migliore per Meg Whitman, CEO dell'azienda, per rimarcare l'approccio all'innovazione sviluppato da HP nel corso di questi molti anni di vita. Il primo appuntamento pubblico di Discover 2014 è stata quindi occasione per puntualizzare le novità presentate nella giornata precedente, incentrate su prodotti e soluzioni che portano migliorie e innovazioni nel mondo enterprise, ma anche delineare quale sia la strada che l'azienda intende percorrere in futuro.

Meg Whitman è CEO dell'azienda dal mese di Settembre 2011; in poco meno di 3 anni ha dovuto affrontare una crisi interna all'azienda molto seria affiancata da un contesto di mercato internazionale tutt'altro che agevole. Il suo compito è stato quello di reinventare HP dall'interno, intervenendo sui costi e soprattutto cercando di riavvicinare l'azienda ai propri clienti e alle loro attività di business.

hp_discover_2014_keynote_1.jpg (40501 bytes)

I risultati ottenuti sino ad ora premiano il lavoro di Meg Whitman, pur tra le difficoltà: l'azienda è ritornata ad una situazione finanziaria positiva e questo è stato confermato di recente con la pubblicazione degli ultimi dati trimestrali. Nel settore delle soluzioni consumer e nel mercato dei PC in particolare HP ha riconquistato le proprie posizioni storiche dopo che le difficoltà interne e l'operato del precedente CEO dell'azienda avevano messo in dubbio sia il focus verso questo tipo di prodotti sia le posizioni di mercato detenute.

Questo è stato però ottenuto anche con notevoli sacrifici e non ne mancano di attesi per il futuro a breve dell'azienda: due settimane fa è stato annunciato un nuovo taglio del personale per 16.000 unità che dovrebbe venir completato entro la fine del mese di Novembre 2015. E' probabilmente a questo che Meg Whitman si è riferita nel corso del keynote di apertura di Discover 2014 delineando i risultati raggiunti dall'azienda: è indispensabile per HP continuare anche in futuro lo sforzo interno per semplificare l'approccio al business e rendere sempre più corto il collegamento con i propri clienti.

In un contesto di mercato che è diventato nel corso degli ultimi anni sempre più soggetto a cambiamenti repentini, tanto per HP come più in generale per tutti gli operatori vale la regola secondo la quale è operando con agilità e cercando un collegamento il più corto possibile con i clienti che sia possibile crescere e innovare.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Cappej11 Giugno 2014, 10:53 #1
soprattutto ha dovuto rimettere in piedi ciò che il vecchio CEO aveva smontato e, quasi, svenduto...
_ccna11 Giugno 2014, 14:47 #2
E' la migliore società IT (perlomeno nella sede italiana) in cui lavorare: ottimi benefits, colleghi fantastici, managers competenti, equilibrio vita privata-lavoro.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^