I tablet superano i netbook nel secondo trimestre dell'anno

I tablet superano i netbook nel secondo trimestre dell'anno

Oltre 13 milioni di tablet contro 6 milioni di netbook: l'utenza sta cambiando le abitudini di spesa, la facilità d'uso alla base del cambiamento

di Andrea Bai pubblicata il , alle 11:10 nel canale Mercato
 

Una recente analisi di ABI Research evidenza che per la prima volta nel 2011 le consegne di soluzioni tablet hanno superato, e non di poco, le consegne di sistemi netbook. E' avvenuto nel secondo trimestre dell'anno con un volume di consegne pari a 13,6 milioni di sistemi tablet rispetto ai 7,3 milioni di sistemi netbook.

Si tratta di un segnale importante, soprattutto considerando che nel corso del primo trimestre dell'anno erano ancora i netbook a guidare la partita, con conegne di 8,4 milioni di unità rispetto ai 6,4 milioni di tablet consegnati. Si tratta di una nuova tendenza che, secondo gli analisti, non si invertirà tanto facilmente.

Jeff Orr, Group Director Mobile Devices per ABI Research, ha commentato: "Dal momento che si tratta di segmenti differenti, questo tendenza non è descritta da un comportamento d'acquisto per motivi di sostituzione, ma segnala un cambiamento nell'interesse dei consumatori". Per tutti il 2011 gli analisti stimano che il volume di consegne complessivo di sistemi notebook arrivi a 32 milioni, mentre per i tablet è atteso un volume di consegne quasi doppio, pari a 60 milioni. Secondo Orr è la facilità d'uso il motore dell'impennata delle vendite dei sistemi tablet sui netbook.

"I media tablet sono percepiti come facili da usare, rispetto all'interfaccia di mouse e tastiera di un computer netbook. Quelle fasce di pubblico che hanno evitato il PC perché è difficile da usare vedono i media tablet come un'opportunità di approcciarsi nuovamente all'accesso ad Internet. I costi, comunque, non sono certamente una ragione che spinge l'interesse nei tablet, dato che il costo medio di un sistema tablet è circa di 600 dollari a confronto del netbook medio che costa circa la metà" ha commentato Orr.

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Strato154126 Ottobre 2011, 11:30 #1
Bè sono dati da prendere sempre con le pinze, in ogni caso la contrazione nel mercato neetbook è di 1 milione circa, ci sono invece molti più nuovi acquirenti di tablet, che non sono stati sottratti dalla clientela dei neetbook..
C'è anche da considerare il fattore "moda" che vede nei tablet l'acquisto del momento, dato che a concretezza il sistema di un tablet spesso e volentieri non è così "aperto" come quello di un neetbook.Vorrei anche vedere chi deve scrivere una lunga lettera o lavorare un foglio elettronico con un tablet , quanta facilità trova nell'usare una tastiera touch invece che dei veri tasti e un mouse che permette di evidenziare più precisamente i campi..Resto dell'idea che sia una moda, sull'utilità resto diffidente , parlando da utente che usa portatili non credo otterrei lo stesso risultato da un tablet.
riporto26 Ottobre 2011, 11:44 #2
Bene cosa aspettano ad abbassare i prezzi dei netbook? E' da quando sono usciti questi tablet che aspetto abbassino questi prezzi invece stanno sempre attorno ai 200, certo, in confronto ad un tablet sono briciole, però si sa spesso il prezzo aiuta il mercato e portare i netbook più scarsi alla soglia psicologica dei 99€ sarebbe un bel colpo. Personalmente sarei il primo a contribuire alla risalita delle vendite dei netbook!
utentenonvalido26 Ottobre 2011, 11:45 #3
Originariamente inviato da: Strato1541
Bè sono dati da prendere sempre con le pinze, in ogni caso la contrazione nel mercato neetbook è di 1 milione circa, ci sono invece molti più nuovi acquirenti di tablet, che non sono stati sottratti dalla clientela dei neetbook..
C'è anche da considerare il fattore "moda" che vede nei tablet l'acquisto del momento, dato che a concretezza il sistema di un tablet spesso e volentieri non è così "aperto" come quello di un neetbook.Vorrei anche vedere chi deve scrivere una lunga lettera o lavorare un foglio elettronico con un tablet , quanta facilità trova nell'usare una tastiera touch invece che dei veri tasti e un mouse che permette di evidenziare più precisamente i campi..Resto dell'idea che sia una moda, sull'utilità resto diffidente , parlando da utente che usa portatili non credo otterrei lo stesso risultato da un tablet.


Dopo 2 anni continuare a parlare di moda mi pare abbastanza ingenuo. Bisogna mettersi in testa che soprattutto le nuove generazioni crescono con tastiere virtuali, tablet e smartphone. Di certo il progresso non si arresterà per noi romantici dei dispositivi di vecchia concezione ...
Strato154126 Ottobre 2011, 12:33 #4
Originariamente inviato da: utentenonvalido
]Dopo 2 anni continuare a parlare di moda mi pare abbastanza ingenuo. Bisogna mettersi in testa che soprattutto le nuove generazioni crescono con tastiere virtuali, tablet e smartphone[/B]. Di certo il progresso non si arresterà per noi romantici dei dispositivi di vecchia concezione ...


Leggere anche qui..http://www.solotablet.it/news/il-ta...a-da-pensionare
Non è questione di progresso ma di reale praticità, siamo onesti, chi si porta "l'ufficio" a spasso per lavoro e intendo non leggiucchiare i giornali online o guardare le posta, non può trovare la stessa praticità di un notebook o neetbook, dato che per certe operazioni la tastiera e il mouse sono fondamentali.
E parlo da utilizzatore di entrambi i sistemi, tablet e neetbook, il primo mi è davvero utile il secondo è abbastanza "pacchiano"..
E direi che è ancora più ingenuo pensare che che la moda duri SOLO 2 anni, ci sono prodotti che sono venduti per moda da molto ma molto più..Quindi trovo i tablet dispositivi utili per certe cose , meno per altre, fanno un gran numero proprio per moda, inutile negarlo..E lo dico da studente lavoratore con molto meno di 30 anni..Non come un romantico nostalgico.
LucaTortuga26 Ottobre 2011, 15:06 #5
Originariamente inviato da: Strato1541
C'è anche da considerare il fattore "moda" che vede nei tablet l'acquisto del momento, dato che a concretezza il sistema di un tablet spesso e volentieri non è così "aperto" come quello di un neetbook.Vorrei anche vedere chi deve scrivere una lunga lettera o lavorare un foglio elettronico con un tablet , quanta facilità trova nell'usare una tastiera touch invece che dei veri tasti e un mouse che permette di evidenziare più precisamente i campi..Resto dell'idea che sia una moda, sull'utilità resto diffidente , parlando da utente che usa portatili non credo otterrei lo stesso risultato da un tablet.
...
Non è questione di progresso ma di reale praticità, siamo onesti, chi si porta "l'ufficio" a spasso per lavoro e intendo non leggiucchiare i giornali online o guardare le posta, non può trovare la stessa praticità di un notebook o neetbook, dato che per certe operazioni la tastiera e il mouse sono fondamentali.
E parlo da utilizzatore di entrambi i sistemi, tablet e neetbook, il primo mi è davvero utile il secondo è abbastanza "pacchiano"..
E direi che è ancora più ingenuo pensare che che la moda duri SOLO 2 anni, ci sono prodotti che sono venduti per moda da molto ma molto più..Quindi trovo i tablet dispositivi utili per certe cose , meno per altre, fanno un gran numero proprio per moda, inutile negarlo..E lo dico da studente lavoratore con molto meno di 30 anni..Non come un romantico nostalgico.

Scusa, una domanda: ma non ti viene il dubbio che, mode a parte, siano semplicemente in gran numero coloro che hanno bisogno soltanto di un "aggeggio comodo per andare su internet", che non se lo devono portare in giro e che non hanno da scrivere lunghe lettere né da lavorare su complessi spreadsheet??
E tieni pure presente che il tablet non dev'essere per forza alternativo al portatile, si possono avere entrambi (anche perchè, come giustamente ricordavi, svolgono funzioni molto diverse).
Io, ad esempio, ne ho uno in casa mia perchè mi risulta comodo per consulti online volanti, vedere qualche foto e giochicchiare ogni tanto (ma ho anche un fisso e un notebook).
Mia madre, che non ha mai osato avvicinarsi al mouse del pc di mio padre, ne ha appena preso uno, che usa esclusivamente per posta & web, e non le serve altro (discorso che può valere per il 90% degli over-60).
Questi due tipi di "esigenza", a mio parere, sono condivisi da milioni e milioni di famiglie in tutto il mondo: si fa presto a fare grandi numeri di vendita, anche senza "mode".
Ah, e lo dico da lavoratore (ex-studente) con 40 anni giusti giusti.
Strato154126 Ottobre 2011, 17:17 #6
Originariamente inviato da: LucaTortuga
Scusa, una domanda: ma non ti viene il dubbio che, mode a parte, siano semplicemente in gran numero coloro che hanno bisogno soltanto di un "aggeggio comodo per andare su internet", che non se lo devono portare in giro e che non hanno da scrivere lunghe lettere né da lavorare su complessi spreadsheet??
E tieni pure presente che il tablet non dev'essere per forza alternativo al portatile, si possono avere entrambi (anche perchè, come giustamente ricordavi, svolgono funzioni molto diverse).
Io, ad esempio, ne ho uno in casa mia perchè mi risulta comodo per consulti online volanti, vedere qualche foto e giochicchiare ogni tanto (ma ho anche un fisso e un notebook).
Mia madre, che non ha mai osato avvicinarsi al mouse del pc di mio padre, ne ha appena preso uno, che usa esclusivamente per posta & web, e non le serve altro (discorso che può valere per il 90% degli over-60).
Questi due tipi di "esigenza", a mio parere, sono condivisi da milioni e milioni di famiglie in tutto il mondo: si fa presto a fare grandi numeri di vendita, anche senza "mode".
Ah, e lo dico da lavoratore (ex-studente) con 40 anni giusti giusti.


Io il dubbio non ce l'ho, ma è un dato statistico che, la maggior parte dei possessori dei tablet sono giovani dai 15 ai 30 anni, c'è un gran numero di persone più mature è vero, ma non sono loro a determinare il successo di tale periferica.Anche perchè chi non si è mai affacciato ad internet troverà difficile l'uso di un pc come l'uso del tablet, non ricadiamo in luoghi comuni...
Conosco diverse persone che fanno quanto da te detto, ma in realtà lo fanno perchè è appunto di "moda", la pubblicità i volantini è tutto orientato verso quello e ovviamente chi è più giocane poi spinge per forza in quella direzione..
Parlano invece di fatti concreti un tablet no potrà essere un sostituto del neetbook, era questo il discorso iniziale..
LucaTortuga26 Ottobre 2011, 18:04 #7
Originariamente inviato da: Strato1541
Io il dubbio non ce l'ho, ma è un dato statistico che, la maggior parte dei possessori dei tablet sono giovani dai 15 ai 30 anni, c'è un gran numero di persone più mature è vero, ma non sono loro a determinare il successo di tale periferica.Anche perchè chi non si è mai affacciato ad internet troverà difficile l'uso di un pc come l'uso del tablet, non ricadiamo in luoghi comuni...
Conosco diverse persone che fanno quanto da te detto, ma in realtà lo fanno perchè è appunto di "moda", la pubblicità i volantini è tutto orientato verso quello e ovviamente chi è più giocane poi spinge per forza in quella direzione..
Parlano invece di fatti concreti un tablet no potrà essere un sostituto del neetbook, era questo il discorso iniziale..

Ti consiglio di dare un occhiata qui:
http://blog.nielsen.com/nielsenwire...ners-in-the-us/
Back in Q3 2010, for example, 62 percent of tablet owners were under the age of 34 and only 10 percent were over the age of 55. By Q2 2011, only 46 percent of tablet owners were under the age of 34 and the percentage of those over 55 had increased to 19 percent.

Il trend è evidente: gli acquirenti di tablets stanno diventando sempre più "vecchi".
Toccare un icona con il dito è molto più semplice ed intuitivo (per quanto possa sembrare strano a chi è nato con il mouse in mano) che coordinare il movimento della mano con quello di una freccetta sul monitor.
Strato154126 Ottobre 2011, 19:40 #8
Originariamente inviato da: LucaTortuga
Ti consiglio di dare un occhiata qui:
http://blog.nielsen.com/nielsenwire...ners-in-the-us/

Il trend è evidente: gli acquirenti di tablets stanno diventando sempre più "vecchi".
Toccare un icona con il dito è molto più semplice ed intuitivo (per quanto possa sembrare strano a chi è nato con il mouse in mano) che coordinare il movimento della mano con quello di una freccetta sul monitor.


Si tratta di US , in ogni caso un mercato diverso dal nostro e non ci sono fonti precise nel sul tipo di campionamento nè altro..
Io non metto in dubbio che questo possa accadere, dico solo che è dettato da moda e non da praticità,dato che si possono fare molti più casini premendo sù di un monitor che puntando con un puntatore sù di esso..
Tuttavia si vedrà..Il risvolto pratico è sempre lo stesso ovvero che chi deve lavorare non lo preferisce, è un dato di fatto..Ed è il succo della mia discussione , che no centra con quanto da te evidenziato,in ogni caso in un blog..
Gianco12226 Ottobre 2011, 19:46 #9
Originariamente inviato da: utentenonvalido
Dopo 2 anni continuare a parlare di moda mi pare abbastanza ingenuo. Bisogna mettersi in testa che soprattutto le nuove generazioni crescono con tastiere virtuali, tablet e smartphone. Di certo il progresso non si arresterà per noi romantici dei dispositivi di vecchia concezione ...


concordo con te, per i giovanotti e giovanotte che abitualmente fanno tutto (quello che gli serve) con lo smartphone, avere sotto mano un tablet è grasso che cola...

adesso spengo il pc dell'ufficio e vado a casa dove ho un desktop e un notebook, il primo non lo accendo da mesi, il secondo solo se devo chattare con amici, avessi un tablet credo che neanche quello accenderei più...
frankie26 Ottobre 2011, 22:27 #10
Aggiungo anche il mio commento:
In un ufficio ieri sembrava che facevamo la gara a chi digitava a più kps (Key per secondo), ognuno con il proprio pc o mac. Io mi porto sempre dietro il mio netbook da 990g, a casa ho un desktop da 24 alluci e se proprio voglio un HTPC da 46".
Di certo io un tablet non so cosa farmene, ma ammetto che non per tutti è così. Non mi è mai venuta la voglia, ma per cazzeggiare, ogni tanto avrei voluto qualche cosa in più di uno smartphone (android) da 3.2", e in quel caso, tethering e netbook.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^