Il CIO: una figura da reinventare per via della crisi

Il CIO: una figura da reinventare per via della crisi

La spesa IT nell'area EMEA è in calo e il prossimo anno i responsabili IT delle aziende dovranno affrontare un taglio dei budget. La figura del CIO deve evolversi per sopravvivere alla crisi

di Andrea Bai pubblicata il , alle 12:20 nel canale Mercato
 

604 miliardi di euro: è questa la previsione di spesa globale per l'IT da parte delle industrie dell'area EMEA per il 2011, che rappresenta un calo dell'1,4% rispetto al 2010. E' la società di analisi di mercato Gartner a tratteggiare il quadro, stimando come nel 2012 la spesa IT dovrebbe poter tornare a crescere del 2,3% anche se le economie mature dell'europa occidentale continueranno a rallentare la crescita dell'intera area EMEA sino al 2015.

"La seconda recessione sta per colpire i CIO, che dovranno decidere quale percorso seguire. Le continue incertezze dell'economia globale e la crisi dell'eurozona avranno impatto sui budget IT del 2012. Le scelte dipenderanno dalle geografie in cui si opera, dal settore e dalla forza dell'azienda in cui ci si trova nel momento in cui arriverà la tempesta economica" ha commentato Peter Sondergaard, senior VP e global head research per Gartner in occasione del Gartner Symposium/ITxpo 2011.

L'Europa occidentale, che costituisce circa l'80% della spesa IT enterprise dell'area EMEA, assisterà ad un calo della spesa dell'1,8% nel 2011 e ad una crescita dell'1,5% nel 2012. Secondo Gartner sarà necessario attendere fino al 2015 per poter tornare ai livelli di spesa visti nel 2010.

Sondergaard ha aggiunto: "I CIO devono costruire un budget realistico proprio ora, indipendentemente dalla crescita del mercato. Entro il 2014 i CIO avranno perso il controllo effettivo del 25% della spesa IT dell'organizzazione e per il 2017 saranno i Chief Marketing Officer ad avere una maggiore allocazione dei budget IT rispetto ai CIO. E' tempo per i CIO di prendere le redini e riconsiderare e reinventare il proprio ruolo".

Secondo l'analista di Gartner sono tre le azioni che i CIO dovranno fare per poter reagire e rispondere a questa situazione: innanzitutto devono adottare un approccio al business definito come "post-moderno", ovvero incentrato sul cliente e alimentato dall'esplosione delle informazioni, della collaborazione e della mobilità grazie al cloud. Secondo Gartner nell'area EMEA saranno spesi 16 miliardi di euro per servizi public cloud nel 2011, corrispondenti al 3% della spesa IT enterprise. Nel 2012 la spesa per il cloud salirà a 20 miliardi e i servizi di public cloud cresceranno 10 volte più velocemente rispetto alla spesa globale IT EMEA per il 2015.

In secondo luogo i leader IT devono cambiare i propri sistemi allo scopo di portare semplicità ai clienti e agli impiegati. E' necessario mettere i clienti ed i loro bisogni al centro e rendere l'esperienza utente semplice grazie anche all'impiego di soluzioni sensibili al contesto. Le tecnologie context-aware stanno assumendo grande importanza poiché sono in grado di incrociare le informazioni presenti nel mondo reale con i modelli d'uso dell'utente sulla rete, allo scopo di fornire un'esperienza d'uso arricchita. Le aziende dovranno essere pronte a creare esperienze utente semplici ma ricche tramite qualunque dispositivo e ambiente.

Infine i responsabili IT dovranno essere in grado di portare avanti una "distruzione creativa" allo scopo di eliminare le tecnologie cosiddette "legacy", rimuovendo i sistemi a basso impatto e proponendo nuove soluzioni. "Molte aziende IT impiegheranno il 70% delle loro risorse - in termini di tempo e denaro - per questioni di affidabilità e manutenzione" ha affermato Tina Nunno, vicepresidente e distinguished analyst per Gartner.

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
izutsu08 Novembre 2011, 12:42 #1
.
Portocala08 Novembre 2011, 12:47 #2
L'azienda dove lavoro con contratto a scadenza prevede un investimento di 250k euro per l'aggiornamento di parte dei sistemi informatici
WarDuck08 Novembre 2011, 13:40 #3
CIO = ?

zago08 Novembre 2011, 13:41 #4
Originariamente inviato da: Portocala
L'azienda dove lavoro con contratto a scadenza prevede un investimento di 250k euro per l'aggiornamento di parte dei sistemi informatici


da noi invece ben 700 euro che sono stati utilizzati per cambiare l'indispensabile postazione della figlia del proprietario, l'unica che il PC non lo usa, per il semplice fatto che non sa fare niente di niente, ma lei è intoccabile
Portocala08 Novembre 2011, 14:05 #5
Pensa che prima del mio arrivo utilizzavano solo monitor da 19 ed erano tutti contenti.

Ho spinto un pò e adesso gran parte del personale ha monitor da 24 mentre io che sono interinale ne ho 2
hermanss08 Novembre 2011, 14:10 #6
Originariamente inviato da: WarDuck
CIO = ?



http://it.wikipedia.org/wiki/Chief_information_officer
zago08 Novembre 2011, 14:29 #7
Originariamente inviato da: Portocala
Pensa che prima del mio arrivo utilizzavano solo monitor da 19 ed erano tutti contenti.

Ho spinto un pò e adesso gran parte del personale ha monitor da 24 mentre io che sono interinale ne ho 2


pure io ne ho due ... ma da 19" :°°
riva.dani08 Novembre 2011, 15:14 #8
Originariamente inviato da: Portocala
L'azienda dove lavoro con contratto a scadenza prevede un investimento di 250k euro per l'aggiornamento di parte dei sistemi informatici


Si vede che devono cambiare qualche hard disk.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^