Il futuro dei PC? Tutt'altro che tragico per il presidente di Asus

Il futuro dei PC? Tutt'altro che tragico per il presidente di Asus

Jonney Shih di Asus è convinto che il mercato dei PC sia indirizzato verso una ripresa evidente per la seconda metà del 2014, trainato dalla domanda di nuovi PC proveniente dal settore business oltre che dall'utilizzo dei PC per lavorare, non solo per intrattenersi

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 15:01 nel canale Mercato
ASUS
 

Jonney Shih, presidente di Asus nonché vera e propria figura carismatica dell'azienda taiwanese, ha chiaramente indicato di non attendersi una continua contrazione nelle vendite di soluzioni PC, soppiantati secondo molti osservatori dalla domanda di dispositivi mobile come tablet. Vero è che questi ultimi prodotti hanno raccolto un notevole successo di mercato negli ultimi anni e che le vendite di PC ne hanno risentito, ma secondo Shih questo appare essere un fenomeno temporaneo.

I consumatori acquistano soluzioni tablet per utilizzi legati alla consultazione di informazioni e all'intrattenimento, mentre i PC sono strumenti ideali in ambito lavorativo oltre in generale per tutti gli scenari che implicano la creazione di contenuti. E' su queste considerazioni che Jonney Shih stima una ripresa nelle vendite di PC nel corso della seconda metà del 2014.

Non è solo con la parola del presidente di Asus che viene portato avanti questo concetto. Sono state riviste in parte le stime di vendite di PC del secondo trimestre 2014, con una correzione verso l'alto che sembra indicare una ripresa dell'interesse da parte dei consumatori. Vero è che questa dinamica è più netta nel settore business rispetto a quello consumer, maggiormente influenzato dai tablet, ma si tratta di un segnale chiaro e positivo per l'intero settore.

Non è chiaro in che misura lo stop al supporto per il sistema operativo Windows XP possa aver giocato positivamente sulla domanda di nuovi PC. Che questo stia avvenendo soprattutto nel comparto business porta a pensare che l'impatto di Windows XP sia sicuramente presente ma questo, quantomeno così si attendono gli operatori di settore, potrebbe manifestarsi anche nel comparto consumer con un aggiornamento di vari PC.

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Cappej19 Giugno 2014, 15:28 #1
bha, non credo che con la fine del supporto ad XP i PC avranno la tendenza ad esplodere o all'auto combustione... finchè un PC va, lo lasci andare, almeno in ottica di micro o piccola impresa e artigianato.
Nel caso di grandi colossi, XP è uscito di vendita nel? 30 giugno 2008?, quale Grande azienda strutturata non ha cambiato uno o più PC i 7 anni????
Sicuramente in ambienti dove è richiesta la sicurezza dei dati personali a certi livelli, sarà obbligatoria la sostituzione ed inciderà sulle vendite, ma fino a che punto? e per quanto tempo...
Ma poi... parliamoci chiaro... non è che il supporto M$ ha mai reso i suoi sistemi invilabili... Se ti vogliono "bucare" la rete è solo questione di tempo...oltre alla pazienza e bravura del del pippolatore chiaramente...
IMHO
Benjamin Reilly19 Giugno 2014, 16:14 #2
questo come tanti altri manager riceve milioni per dire cose ovvie... di cui discutono qui persone "comuni".

in pratica ha sostenuto che un camper è differente da una casa.
maxmax8020 Giugno 2014, 01:46 #3
almeno c'è qualche manager obiettivo..
[?]20 Giugno 2014, 07:32 #4
Originariamente inviato da: Benjamin Reilly
questo come tanti altri manager riceve milioni per dire cose ovvie... di cui discutono qui persone "comuni".

in pratica ha sostenuto che un camper è differente da una casa.


Girami il tuo Curriculum cosi lo consegno in amministrazione... magari ti prendono al posto suo
Non arrivi a essere il padrone di una multinazionale milionaria se sai dire solo cose ovvie...
Io l'ho conosciuto e l'ho ascoltato, ti assicuro che non è classico manager vestito di marca, pieno di soldi che vive nel suo mondo.
In azienda ci arrivò in metropolitana sceso dall'aereo... questo la dice lunga su che persona sia.
Epoc_MDM20 Giugno 2014, 09:18 #5
Originariamente inviato da: Cappej
quale Grande azienda strutturata non ha cambiato uno o più PC i 7 anni????


Se vuoi te ne dico un paio
Benjamin Reilly20 Giugno 2014, 11:28 #6
Originariamente inviato da: [?]
Girami il tuo Curriculum cosi lo consegno in amministrazione... magari ti prendono al posto suo
Non arrivi a essere il padrone di una multinazionale milionaria se sai dire solo cose ovvie...
Io l'ho conosciuto e l'ho ascoltato, ti assicuro che non è classico manager vestito di marca, pieno di soldi che vive nel suo mondo.
In azienda ci arrivò in metropolitana sceso dall'aereo... questo la dice lunga su che persona sia.


volentieri.
Gianco12220 Giugno 2014, 11:49 #7
ha ragione non può essere tragico il destino dei PC, perchè peggio di così non credo che possa andare, devono ringraziare il mondo del lavoro che ancora tiracchia la baracca,perchè ormai a casa il pc non lo compra/cambia più nessuno, dove lavoro ho ancora il pc comprato nel 2008 e credo che se non si scassa non sarà cambiato e vi giuro che arranca, in tutti gli studi professionali che conosco e sono diversi stessa cosa...

hanno voluto la mobilità esasperata, hanno schiodato le persone dallo studio di casa per fargli fare le stesse cose dal divano con smartphone o tablet e adesso si lamentano.

I fatto è che lo hanno lasciato morire giorno dopo giorno, ricordo il progetto surface della microsoft, che avrebbe potuto porare una ventata di novità, non il tablet ma il tavolo, se lo avessero commercialzzato per bene alla sua uscita 5 o più anni fa adesso sarebbe sceso a prezzi umani,
come le Tv lcd che alla loro uscita ricordo che ne montammo una in casa del capo, alla loro uscita al miserevole prezzo di 20.000 euro, adesso un modello con le stesse caratteristiche lo trovi ad un supermercato a 179 euro...

Splarz21 Giugno 2014, 21:47 #8
quale Grande azienda strutturata non ha cambiato uno o più PC i 7 anni????

Se vuoi te ne dico un paio
Aggiungo almeno di aziende ospedaliere del nordest - bellissimo vedere i pc marchiati windows 8 far girare windows xp (neanche il supporto a exfat ci hanno).

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^