Il futuro di webOS resta incerto per gli analisti

Il futuro di webOS resta incerto per gli analisti

Gli analisti discordi sul futuro di webOS: se da un lato gli viene conosciuta una buona flessibilità per differenti form factor, dall'altro si crede che il suo attuale market share non gli permetterà di emergere

di Andrea Bai pubblicata il , alle 09:48 nel canale Mercato
 

Gli analisti hanno espresso opinioni differenti in merito alla decisione di HP, comunicata la scorsa settimana, di rendere open source il sistema operativo webOS. Secondo Technology Business Research vi sono buone possibilità per webOS di occupare un posto di rilievo nel panorama dei dispositivi mobile se Android e Windows 8 non dovessero essere in grado di offrire un vincitore per i tablet commerciali e considerando soprattutto il fatto che i clienti enterprise siano più propensi verso una collaborazione con HP rispetto alle altre realtà maggiormente consumer-oriented come Apple e Google.

Secondo TBR il rilascio di webOS alla community permetterà ad HP di fare leva sulla sua creatività, dato che alle terze parti saranno concessi gli strumenti per personalizzare ed estendere webOS, con la possibilità di creare un concorrente alle attuali soluzioni.

Questa situazione non richiederà particolare investimenti da parte di HP, ma l'azienda statunitense potrebbe di contro trarre beneficio dalla situazione nel momento in cui la piattaforma si evolve e viene adottata in maniera più o meno diffusa. HP non dovrà affrontare la concorrenza da parte di altri vendor e si troverà invece dinnanzi un'opportunità di riacquistare importanti riconoscimenti con un rischio minimo. TBR sostiene inoltre che webOS è costruito su un ambiente operativo scalabile, per questo facilmente adattabile a dispositivi di vario formato. Il sistema operativo potrebbe così presto diventare una soluzione da abbinare alle smart TV o ai dispositivi di infotainment automobilistico, oltre a ben supportare le tecnologie touch screen.

Al contrario IDC mostra scetticismo in merito alle possibilità che webOS ha di riuscire a farsi strada tra le soluzioni tablet PC nel prossimo futuro. Secondo IDC l'attuale market share di webOS è troppo piccolo affinché il sistema operativo possa guadagnare traino e per questo non ha un grande potenziale di mercato.

In questo panorama webOS rappresenta il consueto dilemma per gli hardware vendor e per gli sviluppatori software: i primi trovano difficile giustificare la realizzazione di dispositivi per un sistema operativo sul quale pochi sviluppano, mentre i secondi non vogliono lavorare su un ecosistema che non ha hardware vendor. Non solo: senza una grande realtà alle spalle per webOS, come è stato Google per Android, la piattaforma ha poche possibilità di attrarre sviluppatori.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Alfhw19 Dicembre 2011, 22:53 #1
Purtroppo anch'io la vedo dura per webOS dato che c'è già Android. Un vero peccato considerato le ottime caratteristiche di questo os.

Da vecchio utente Palm aggiungo solo una cosa. Possano quei CEO incompetenti di Colligan, Rubenstein e Apotheker bruciare all'inferno per aver ucciso Palm e webOS!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^