Il mercato netbook non morirà per mano dei tablet

Il mercato netbook non morirà per mano dei tablet

L'avvento dei sistemi tablet multimediali avrà qualche impatto sul mercato dei netbook, seppur non in maniera distruttiva come si potrebbe supporre

di Andrea Bai pubblicata il , alle 11:17 nel canale Mercato
 

La società di analisi di mercato IDC elabora alcune considerazioni in merito al mercato dei sistemi netbook (che IDC chiama mini-notebook) e alla sua futura evoluzione alla luce del debutto dei sistemi tablet multimediali avvenuto durante l'anno in corso.

Appena fino ad un anno fa i sistemi netbook venivano considerati come un punto di rottura nell'industria PC, capace di ridisegnarne completamente i contorni. Questa stessa aspettativa pare oggi essere ricaduta sulle spalle dei sistemi tablet che, secondo molti pareri, porteranno presto alla morte dei sistemi netbook.

IDC, tuttavia, non è di questo avviso. Bob O'Donnel, program vice president Client and Display per IDC, ha commentato: "IDC ritiene che i media tablet portino alla morte dei mini notebook, sebbene non vi sia dubbio che questi nuovi dispositivi abbiano attirato gran parte delle attenzioni. E' abbastanza verosimile che il pubblico acquisti questo genere di dispositivi, per via delle funzionalità che mettono a disposizione e dei prezzi cui sono proposti, posticipando magari l'acquisto di un notebook per aggiungere un media tablet o un netbook come compagno al principale dispositivo di computazione. Allo stesso modo l'arrivo dei media tablet sul mercato non ha portato ad una riduzione della domanda dei sistemi netbook nel mercato educational, in particolar modo nei paesi in via di sviluppo dove le iniziative dei governi stanno decollando dopo la fase di recessione".

Le previsioni elaborate da IDC tracciano uno scenario in cui i sistemi netbook o mini-notebook che dir si voglia continueranno comunque a crescere, anche se ad un ritmo più lento. Per quanto riguarda l'anno ancora in corso si prevede un volume di consegne globali pari a 37,8 milioni di unità, un dato che se confermato rappresenterebbe una crescita del 10.3% in più rispetto allo scorso anno. Per i prossimi 4 anni il tasso di crescita annuale composto (CAGR - Compound Annual Growth Rate) per il mercato mondiale dei mini-notebook sarà del 4,3% e per il 2014 sono previste consegne per 42,4 mlioni di unità.

Sono i mercati dell'America Latina, dell'Europa Centrale e dell'Est e del Medio Oriente e Africa a rappresentare, su base territoriale, i maggiori potenziali di crescita. Il CAGR per i prossimi 5 anni è stimato essere almeno del 20%, dal momento che anche in queste aree prenderanno il via molte iniziative statali per portare i netbook nelle aule delle scuole. Saranno invece i mercati maturi, USA ed Europa Occidentale, a vedere rispettivamente una crescita molto contenuta, a singola cifra, e una flessione dell'11%, calcolate sul periodo 2009-2014.

Il mercato continua ad essere predominio di Acer e Asus: con un market share confrontabile tra loro, nel 2009 le due aziende si sono spartite il 42,6% del mercato mondiale con un trend in crescita per la prima metà del 2010. Al terzo posto rimane HP, da 18 mesi consecutivi. Dell, al quarto posto nel corso del 2009, è ora scivolato di una posizione superato dalla coreana Samsung.

34 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
DT8411 Novembre 2010, 11:34 #1
Ma ci mancherebbe altro. Io piuttosto farei morire i tablet, che sono inutili.
Rubberick11 Novembre 2010, 11:53 #2
ma inutili dove? lol hai mai lavorato con un tablet? comodissimi
PESCEDIMARZO11 Novembre 2010, 11:55 #3
Ma ancora con 'sta boiata?
BASTA!!!!!!!!!!!!!
Al limite saranno i tablet spazzati via dal buon senso.
AL11 Novembre 2010, 12:08 #4

Continua pubblicità (idiota) pro Apple

Non ne posso più....non bastano TV, giornali, siti internet, ci volevano anche le società di analisi di mercato a dirci un giorno si e l'altro anche che i tablet (stile iPad ovviamente, perchè se qualcuno non lo sapesse i tablet, quelli veri che hanno anche la tastiera, esistono da qualche decina di anni) sono il futuro e tutto il resto è destinato a scomparire.
Va bene che la mamma dei coglioni è sempre incinta ma almeno che hwupgrade non stia al gioco.
Grazie.
gomax11 Novembre 2010, 12:10 #5
Questi commenti di stampo estremista mi paiono piuttosto ridicoli.
Ovvio che i tablet (come i netbook) hanno la loro utilità relativamente all'ambito di utilizzo: per alcuni professionisti si rivela essenziale, per altri totalmente inutile. Come è diverso l'uso della comune utenza domestica, anche tra i diversi paesi della comunità europea: ad esempio in italia a causa della scarsissima diffusione delle reti wifi pubbliche, l'ipad&soci vengono usati per lo più in casa come svago da salotto.. mentre chi sta fuori usa l'abbinamento netbook&chiavetta. Anche io sono convinto che per i prossimi anni vi sarà una equa diffusione di entrambi i dispositivi secondo le richieste di mercato, dubito che i tablet faranno scomparire i notebook.

Ciao
eeetc11 Novembre 2010, 12:11 #6
ma è chiaro che un oggetto così diverso dal netbook non può rimpiazzarlo.. è solo una pia illusione di Jobs, che per ragioni di branding non può vendere un netbook a basso prezzo..
(IH)Patriota11 Novembre 2010, 12:21 #7
Originariamente inviato da: AL
Non ne posso più....non bastano TV, giornali, siti internet, ci volevano anche le società di analisi di mercato a dirci un giorno si e l'altro anche che i tablet (stile iPad ovviamente, perchè se qualcuno non lo sapesse i tablet, quelli veri che hanno anche la tastiera, esistono da qualche decina di anni) sono il futuro e tutto il resto è destinato a scomparire.
Va bene che la mamma dei coglioni è sempre incinta ma almeno che hwupgrade non stia al gioco.
Grazie.


Parlando di coglioni:

Sara' piu' coglione chi come "redazione" (TV,giornali,siti internet,blog ecc..) pubblica notizie comunque di interesse per una porzione rilevante di utenti (che ti piaccia o no) o chi pur [U]non interessato[/U] alla notizia se le va anche a cercare sul web e perde anche tempo a commentare ?

Se sai gia' da che parte stanno andando tutti a parare , ivi inclusi i produttori di new tablet (per differenziarli dai veri tablet che ad onor del vero non si è "cagato" quasi nessuno) perchè aprire [U]volontariamente[/U] un link ?

fgpx7811 Novembre 2010, 12:51 #8
Che commenti inutili: un sito di tecnologia si occupa di tecnologia, che comprende gli iPad, i Tablet, i cessi collegati ad internet (che a mio modesto parere servono meno dei tablet) e chi più ne ha.... Poi che sia utile o meno, starà agli utenti decretarlo.

Cmq è molto bello vedere come sia i netbok che i tablet erano adorati dai nerd prima di diventare mainstream...poi quando diventano un oggetti di stile nei nerd prevale quella sorta di sconosciuto masochismo che li costringe a decretare da sfigati qualsiasi cosa li possa rendere più socialmente appetibili...

E giusto per dirla tutta: nessuno ha detto che la tecnologia debba per forza essere UTILE, o sbaglio? Lo riscrivo per la seconda volta oggi: tutti i criticoni dovrebbero cominciare a darsi una mossa per sviluppare prodotti che vengano davvero incontro alle nostre ancora sconosciute esigenze! Illuminateci, per favore.

Riguardo alla notizia invece?
Da possessore di un eReader (eInk), di un cellulare (iPhone) che uso sistematicamente per controllare posta e navigare ininternet nei pub (non vivo in Italia, qui da noi il wifi libero per fortuna esiste) e di un netbook che utilizzo per i viaggi aerei di pochi giorni, devo dire che tablet e netbook hanno si una grossa area di intersezione, ma anche comodità e scomodità diverse.

Esempio pratico: come lo leggi un libro su un netbook? tenendolo in verticale, aperto, con la tastiera a lato? 1Kg di roba, magari in spiaggia, sotto il sole, con quei ridicoli schermi poco luminosi? A questo punto, se uno un eInk non sa cosa sia oppure vuole qualcosa di multi-purpose (anche per navigare, cosa impossibile con gli eInk), molto ma molto meglio un tablet stile Galaxy Tab (parlando di luminosità dello schermo, pare).

Tutt'altro discorso il fatto che possano sostituire il mio notebook da lavoro. Questo è assolutamente impossibile (come impossibile che lui sostituisca l'eeepc nei viaggi aerei...con i sui 3Kg vs 1Kg).
polkaris11 Novembre 2010, 13:15 #9
Il mercato dei netbook morirà per mano dei tablet? Mi sembra un po' presto per porsi questa domanda, dal momento che i tablet per ora sono quasi solamente iPad. Piuttosto penso che i netbook siano destinati a morire da soli, dal momento che non sono niente di significativo e innovativo. Qualcuno mi sa spiegare cosa c'è di veramente innovativo in un netbook? Mi sembra che l'unica innovazione nei netbook sia il fatto di voler vendere qualcosa di nuovo. Sono prodotti che non avranno senso in un vicino futuro in cui i notebook saranno sufficientemente leggeri e economici.
leddlazarus11 Novembre 2010, 13:24 #10
Originariamente inviato da: polkaris
Il mercato dei netbook morirà per mano dei tablet? Mi sembra un po' presto per porsi questa domanda, dal momento che i tablet per ora sono quasi solamente iPad. Piuttosto penso che i netbook siano destinati a morire da soli, dal momento che non sono niente di significativo e innovativo. Qualcuno mi sa spiegare cosa c'è di veramente innovativo in un netbook? Mi sembra che l'unica innovazione nei netbook sia il fatto di voler vendere qualcosa di nuovo. Sono prodotti che non avranno senso in un vicino futuro in cui i notebook saranno sufficientemente leggeri e economici.


l'innovazione avrebbe dovuto essere il prezzo.
i famosi PC per paesi emergenti a 100$ dovevano essere proprio questi.
perchè ai prezzi odierni sono effettivamente ed oggettivamente inutili.
l'unica nota positiva è la portabilità.

9-10" di schermo sono una valida alternativa ad uno smartphone evoluto.
e dovrebbero essere visti proprio in quest'ottica.

i tablet non li vedo come un'alternativa, ma sono oggetti che vanno a affiancare i netbook e i notebook.

ormai è da sfatare completamente il fatto di utilizzare il netbook come sostituto dei notebook (come pensano quasi tutti)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^