Il terzo trimestre 2014 di Amazon delude Wall Street

Il terzo trimestre 2014 di Amazon delude Wall Street

Crescono le vendite, ma la compagnia registra un passivo netto di oltre 430 milioni di dollari, dovuto anche all'acquisizione di Twitch. Gli analisti non sono contenti ed il titolo in borsa perde il 10%

di Andrea Bai pubblicata il , alle 09:41 nel canale Mercato
Amazon
 

Amazon ha annunciato i risultati del terzo trimestre fiscale 2014 che si è concluso lo scorso 30 settembre. Le vendite nette sono cresciute del 20% a 20,58 miliardi di dollari, rispetto ai 17,09 miliardi raccolti nel terzo trimestre dello scorso anno.

Nonostante la crescita, però, Amazon registra un passivo netto di 437 milioni di dollari, pari a 0,95 dollari per azione diluita, rispetto al passivo di 41 milioni di dollari del medesimo periodo 2013, pari a 0,09 dollari per azione diluita. Non bisogna però dimenticare che durante il trimestre in esame Amazon ha acquisito Twitch, la piattaforma di live streaming molto popolare tra i videogiocatori, sborsando la considerevole somma di 970 milioni di dollari.

La compagnia di Jeff Bezos manca in maniera significativa le stime elaborate dagli analisti di un passivo di 0,74 dollari per azione diluita e anche le vendite trimestrali, pur se in crescita, non centrano le previsioni di Wall Street che si aspettavano 20,84 miliardi di dollari e una compagnia in grado di fare utile. I risultati trimestrali pesano sulle azioni della compagnia, che nelle contrattazioni after-hours ha perso quasi il 10% rispetto al valore di chiusura della seduta ordinaria.

Nonostante tutto Amazon considera il trimestre un successo, citando come esempio le linee di prodotti Kindle Voyage e Kindle Fire HDX. Viene inoltre sottolineata positivamente l'espansione di Amazon Web Service, un negozio virtuale per i progetti di stampa 3D e l'espansione di AmazonFresh. Come di consueto Amazon non ha fornito dettagli sulle vendite, sia in fatturato, sia in volumi, generate dalla sua divisione hardware.

Per il prossimo trimestre la compagnia si aspetta vendite nette tra i 27,3 miliardi e i 30,3 miliardi di dollari che corrisponderebbero ad una crescita tra il 7% ed il 18% rispetto al quarto trimestre 2013. La compagnia si aspetta inoltre di collocarsi tra un passivo di 570 milioni di dollari ed un utile di 430 milioni di dollari, una forbice decisamente ampia che sembra suggerire, almeno sulla carta, qualche altra importante acquisizione all'orizzonte.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
alexdal24 Ottobre 2014, 14:37 #1
Forse anche per quella scemenza di telefono che non vuole nessuno.
mauriziogl27 Ottobre 2014, 12:41 #2
L'antitrust deve intervenire o vedo un brutto futuro commerciale per questo monopolio in crescita

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^