Il trimestre positivo di Intel un segnale incoraggiante per il settore dei PC

Il trimestre positivo di Intel un segnale incoraggiante per il settore dei PC

I dati del secondo trimestre 2014 confermano i segnali di ripresa nel mercato dei PC: Intel aumenta tanto in fatturato come in utile netto, ma la strategia di aumento della quota di mercato nel settore mobile porta risultati in termini di volumi ma non di fatturato

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 15:23 nel canale Mercato
Intel
 

Giornata di risultati trimestrali per Intel, da tempo un vero e proprio benchmark per lo stato di salute di tutta l'industria legata al mondo dei PC. Rispetto a quanto ottenuto nel corso dello stesso periodo dello scorso anno il secondo trimestre 2014 vede dati in crescita, con dati molto positivi soprattutto in termini di utile netto.

Nel corso del trimestre da poco concluso Intel ha totalizzato vendite per 13,8 miliardi di dollari, un dato superiore rispetto ai 12,8 miliardi di dollari di 12 mesi fa. In termini di utile netto il risultato ha visto una crescita del 40%, passando dai 2 miliardi di dollari dello scorso anno agli attuali 2,8 miliardi di dollari. Il margine operativo lordo è aumentato considerevolmente nel periodo di riferimento, passando dal 58,3% al 64,5%.

Questi dati erano del resto in parte attesi, dopo che Intel aveva rivisto al rialzo le stime dei propri risultati finanziari nelle ultime settimane lasciando chiaramente intendere come il mercato dei PC stesse cercando un rilancio rispetto ai dati in calo registrati nel corso degli ultimi anni. La competizione con le soluzioni mobile, tablet e smartphone in testa, continua ad essere serrata ma il mondo dei PC sembra riguadagnare un certo interesse da parte dei consumatori.

Il PC Client Group ha totalizzato vendite per circa 8,7 miliardi di dollari, mentre quello Data Center si è spinto sino a 3,5 miliardi di dollari di fatturato. Per entrambi dati positivi nel confronto rispetto allo scorso anno, in particolare per il secondo. A bilanciare questi dati il risultato della divisione Mobile and Communication Group, capace di un fatturato di soli 51 milioni di dollari in calo del 67% rispetto al trimestre precedente e dell'83% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Quest'ultimo dato, unitamente alla conferma che l'obiettivo di 40 milioni di soluzioni mobile vendute nel corso dell'anno è raggiungibile, conferma come la strategia di espansione delle vendite nel settore mobile sia fortemente influenzata dalla fornitura di SoC mobile a prezzi estremamente concorrenziali.

Intel ha scelto per il 2014 di incrementare la propria presenza nel mercato dei prodotti mobile fornendo propria tecnologia a vari produttori partner a prezzi estremamente aggressivi, cercando in questo modo una crescita nella quota di mercato che possa portare nei prossimi anni ad un adeguato volume di fatturato. Nel breve quindi Intel sconta un calo nel fatturato, auspicando che questa strategia possa portare ad un aumento nella quota di mercato nel breve e in futuro ad una posizione commerciale più solida e profittevole.

Brian Krzanich, CEO di Intel, ha confermato come nel corso del secondo trimestre l'azienda abbia raggiunto un importante risultato in termini di qualificazione dei primi prodotti basati su tecnologia produttiva a 14 nanometri. Da questo la conferma che i primi prodotti basati su CPU della famiglia Broadwell debutteranno nel corso della stagione di vendite natalizia. Non viene ufficialmente confermato da Intel ma è presumibile che questi saranno sistemi Ultrabook e convertibili, mentre le proposte Broadwell per sistemi notebook tradizionali e per soluzioni desktop giungeranno sul mercato solo nel corso del prossimo anno.

Le stime di Intel per il 2014 sono incoraggianti. L'azienda ha infatti previsto un fatturato a fine anno in crescita del 5% rispetto a quello del 2013, a conferma di come il settore dei PC possa ancora contribuire in modo positivo con una dinamica di vendite più sostenute rispetto a quanto inizialmente atteso.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^