In crescita il mercato delle soluzioni NAS domestiche

In crescita il mercato delle soluzioni NAS domestiche

Lo storage domestico centralizzato diventa una necessità sempre più attuale con la crescita della diffusione dei dispositivi di computing mobile

di Andrea Bai pubblicata il , alle 11:27 nel canale Mercato
 

Con l'enorme crescita di dispositivi elettronici portatili e domestici avvenuta nel corso degli ultimi anni e che proseguirà negli anni a venire, si farà sempre più impellente la necessità di disporre in ambiente domestico di un sistema di storage NAS centralizzato, che permetterà di accedere ai contenuti dai molteplici dispositivi.

E' sulla base di queste considerazioni che la società di analisi di mercato In-Stat ritiene che le vendite mondiali di dispositivi NAS consumer possano arrivare ad oltre 11 milioni di unità entro il 2015. Norm Bogen, VP of Research per In-Stat, commenta: "Questo paradigma, nel quale vi sono dei vantaggi con la connessione di dispositivi diversi ad un sistema di storage centralizzato, si è materializzato in ambiente domestico solo da poco tempo. Con la presenza di numerosi dispositivi in casa, il valore dello storage centralizzato diventa ancor più lampante. In ambiente domestico è la praticità che orienta le scelte dei cosnumatori, laddove in ambito business è l'efficienza delle soluzioni a giocare un ruolo determinante".

Si tratta pertanto di un mercato in forte crescita che ha fatto segnare, nel complesso, un +30,3% nel corso del 2010 e che ha visto per la prima volta il sorpasso dell'Europa sugli Stati Uniti. Proprio a tal proposito, secondo le valutazioni di In-Stat il mercato europeo andrà a costituire il 50% delle consegne globali di prodotti NAS nel 2015, mentre nel mercato nord-americano si registrerà una penetrazione a livello domestico del 4,4%. Osservando invece l'anno appena trascorso, In-Stat afferma che il fatturato globale generato dal mercato delle soluzioni NAS consumer ammonta a circa 678,4 milioni di dollari.

Il mercato vede attualmente in testa Buffalo Technologies in termini di unità consegnate (circa mezzo milione nel corso del 2010), con un market share del 18,6%, lasciandosi alle spalle altre importanti realtà come Western Digital, Iomega, Seagate, Netgear e via discorrendo. Osservando, invece, le intenzioni di acquisto del pubblico, per il 2011 vi sarà una forte attenzione verso le unità con capienza di 2TB.

20 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Jas200017 Maggio 2011, 11:49 #1

mi sembra normale

Direi che sia abbastanza logico.
La mia configurazione in casa/lavoro è:
1 imac
1 computer asus eebox
1 ipad
1 wdtv
1 stampante di rete

Oramai oggi in ogni casa ci sono quasi 1 computer a persona, quindi il modo più semplice per prelevare o trasferire dati tra i computer della rete è avere un Nas collegato al proprio router.

Speriamo che questo aumento delle vendite dei nas porti anche ad una diminuzione dei prezzi.

Va però sottolineato che molte delle aziende menzionate nell'articolo offrono prodotti con hd già integrati. Quindi per l'utente medio sono più semplice da trovare ed acquistare

Per esempio non ho mai visto nei vari negozi di informatica i nas della Qnap e della Synology.
diabolik198117 Maggio 2011, 12:29 #2
Qnap e Synology non sono proprio prodotti da negozi di informatica (se intendo MW e simili), ed i piccoli è già tanto quando hanno i NAS Netgear.
Azzola17 Maggio 2011, 12:31 #3

E le altre marche? Comunque successo sicuro...Questione tempo

Quoto jas2000... Io per esempio ho acquistato un QNAP con dischi da 2 tb a parte in raid 1... Effettivamente ho dovuto cercarlo online e sono pure in pochi ad averlo eppure e' davvero ottimo! Addirittura c'e una comunità che sviluppa estensioni per gli scopi più disparati... Costa ma e' di ottima qualità e mi stupisce vederla nell'ombra...
Sono apparecchi di una comodità estrema anche grazie all'integrazione di quasi tutti i protocolli e configurarli e' sempre più facile ( a meno di particolari esigenze ).
Inoltre con quello che costano i dischi ormai diventa semplice ed economico farsi un sistema ridondato e si abbattono drasticamente i rischi di perdere dati.

Per quanto riguarda poi la fruizione di contenuti... Secondo me un'ulteriore spinta x questi apparecchi nati per l'always on e' una banda larga con la L maiuscola! Vedremo! Il loro crescente successo lo ritengo stramotivato se non ovvio..

Ps: Ora mi piacerebbe solo che i produttori di router iniziassero a supportare il wake on LAN da internet senza bisogno di firmware modificati o di cercare tra i pochissimi router che lo supportano! X chi come me non può lasciarlo sempre on vuoi x inutilizzo vuoi xe i temporali che me lo seccherebbero! -.-
Azzola17 Maggio 2011, 12:43 #4
Ovviamente i prezzi incidono molto ma questi apparecchi stanno portando servizi e potenzialità fin'ora riservate a smanettoni, appassionati o del settore ... Alla portata di molti... E con una certa semplicità e comodità di installazione e gestione
Niam17 Maggio 2011, 13:01 #5
Notizia interessante. D'altronde non poteva che andare a finire così. Come ha fatto notare Jas2000 ormai in molte case vi sono molteplici apparecchi informatici: pc, notebook, smartphone, tablet, netbook, ecc.
In queste situazioni un NAS, a mio avviso, diventa abbastanza essenziale, per non parlare dei molteplici servizi che offrono i prodotti più evoluti.

Io stesso qualche mese fa ho acquistato un QNAP, il miglior acquisto mai fatto. Avere tutto il materiale archiviato in un solo posto e raggiungibile da tutte le postazioni è una cosa alla quale non rinuncerei più.
In più il QNAP, come altri prodotti, non è un semplice hard disk, ma diventa facilmente un server casalingo dal basso consumo e rumorosità.
Dumah Brazorf17 Maggio 2011, 14:00 #6
L'era del dvd per archiviare grossi file è tramontata, quella del blue ray non vedrà mai la luce per i suoi costi. L'archiviazione su disco fisso è attualmente la più economica, la più compatta come volume occupato e la più flessibile, i dati sono più facilmente e velocemente raggiungibili e quelli vecchi e non più importanti possono essere cancellati liberando spazio. La perdita di dati può essere evitata con la ridondanza dei dischi che incrementa sì il costo ma a prezzi tutto sommato accettabili.
Symonjfox17 Maggio 2011, 14:13 #7

NAS

A lavoro vendiamo un sacco di NAS della Techus e devo dire che sono molto buoni.

Però, con quello che costano, non conviene farsi un sistemino economico (oppure riciclare un vecchio pc) con un controller RAID?

Alla fine hai comunque i tuoi dati accessibili via rete, ma essendo un pc vero e proprio, lo puoi usare a fare di tutto e in caso di guasti puoi cambiare i pezzi che ti servono.
Redux17 Maggio 2011, 14:14 #8
Pensa se uno si mettesse su un qnap a casa, più un bel serverino dedicato da 100 Mbit, andrebbe a finire che potrebbe scaricare tutto quel che vuole sul server remoto, senza tenere il pc acceso e potrebbe trasferirlo in massa e a banda piena sul qnap, senza nemmeno essere a casa. poi il qnap potrebbe essere collegato via lan a uno squeezebox e a un tv con connessione lan, e diverrebbe così il centro di distribuzione multimedia della casa, altro che masterizzatori e pennette usb
Redux17 Maggio 2011, 14:15 #9
Originariamente inviato da: Symonjfox
Però, con quello che costano, non conviene farsi un sistemino economico (oppure riciclare un vecchio pc) con un controller RAID?

e i consumi?
Capozz17 Maggio 2011, 14:17 #10
Originariamente inviato da: Symonjfox
A lavoro vendiamo un sacco di NAS della Techus e devo dire che sono molto buoni.

Però, con quello che costano, non conviene farsi un sistemino economico (oppure riciclare un vecchio pc) con un controller RAID?

Alla fine hai comunque i tuoi dati accessibili via rete, ma essendo un pc vero e proprio, lo puoi usare a fare di tutto e in caso di guasti puoi cambiare i pezzi che ti servono.


Io ho preferito seguire questa via...uso l'htpc anche come nas. Certo le funzionalità sono più limitate rispetto ad un nas vero e proprio ma, per quello che ci faccio, va benissimo.

Originariamente inviato da: Redux
e i consumi?


Se ci metti un atom consuma quanto un nas tradizionale...l'hardware è quello alla fine

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^