Incontro tra Donald Trump e il presidente di Foxconn

Incontro tra Donald Trump e il presidente di Foxconn

I dettagli del meeting sono riservati, ma è ragionevole immaginare che si sia discusso a lungo della creazione di posti di lavoro negli Stati Uniti

di Andrea Bai pubblicata il , alle 14:31 nel canale Mercato
FoxconnApple
 

Terry Gou, presidente del colosso taiwanese Foxconn, si è incontrato nel corso della giornata di ieri con il Presidente USA Donald Trump per discutere della creazione di posti di lavoro negli Stati Uniti e l'offerta in corso per la divisione di Toshiba che si occupa della produzione di memorie. L'incontro sarebbe stato organizzato con l'aiuto di Masayoshi Son, presidente di SoftBank che già aveva incontrato Trump a New York lo scorso anno per discutere di un impegno economico del valore di 50 miliardi di dollari per la creazione di 50 mila nuovi posti di lavoro.

Lo scorso mese di gennaio Gou ha rivelato che Foxconn stava considerando un investimento congiunto di 7 miliardi di dollari insieme ad Apple per la realizzazione di uno stabilimento di produzione di display negli USA. In seguito è stato chiarito che sarebbe stata la sussidiaria Sharp ad occuparsi in maniera predominante della gestione dello stabilimento. Gou tuttavia ha recentemente espresso preoccupazione in direzione della produzione di display negli USA, indicando la mancanza di incentivi governativi, di ostacoli nella catena di fornitura e di problemi per quanto riguarda le politiche sul lavoro.

Trump in precedenza aveva intimato ad Apple di impegnarsi maggiormente per produrre gli iPhone negli USA. Il neo-presidente, del resto, ha fatto della creazione di posti di lavoro uno dei pilastri della campagna elettorale, spesso citando il settore tecnologico come un "vivaio" di nuovi posti di lavoro. Molte delle società multinazionali si basano spesso su attività di produzione commissionate all'estero che, se portate almeno parzialmente in patria, consentirebbero di creare nuovi posti di lavoro.

I dettagli dell'incontro non sono trapelati, ma sarà opportuno tenere d'occhio eventuali annunci da parte di Foxconn e Apple nel prossimo futuro che potrebbero suggerire in che modo si sia giocata la partita tra Trump e Gou.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
globi01 Maggio 2017, 02:37 #1
È una cattiva idea quella di portare la produzione di iPhone negli Stati Uniti, sempre meno saranno disposti a lavorare in fabbrica per una paga bassa e con tutte le insicurezze sulla stabilità del posto di lavoro, dovranno cambiare tante cose tanto da rovesciarsi il mondo prima che l`industria negli USA ed in Europa torni a rendere come una volta.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^