Industria semiconduttori: ottimismo per il 2011

Industria semiconduttori: ottimismo per il 2011

Nonostante l'incertezza della ripresa economica, l'industria dei semiconduttori sarà sostenuta dalla continua domanda di prodotti elettronici e dalla soluzione automotive

di Andrea Bai pubblicata il , alle 10:27 nel canale Mercato
 

Un sondaggio globale condotto da KPMG LLP, importante realtà specializzata nelle attività di revisione di bilancio e nella consulenza alle imprese in materia fiscale, mette in luce come le personalità di rilievo del settore dei semiconduttori mostrino un generale ottimismo nei confronti del prossimo anno.

Secondo quanto riporta il sito EETimes, KPMG ha intervistato 118 senior executive di aziende che operano nel campo dei semiconduttori, il 53% dei quali afferma che nel giro dei prossimi 12 mesi l'industria saprà raggiungere una fase di picco. Il 78% degli intervistati si aspetta che i fatturati crescano più del 5% nel prossimo anno ed il 29% del campione prevede che la forza lavoro cresca più del 5%, mostrando una buona fiducia nella resistenza dell'industria dei semiconduttori.

Gary Matuszak Global Chairman, Information Technology, Communications & Entertainment per KPMG, afferma: "Le nostre indagini mostrano un'industria che si attende una crescita moderata per il prossimo anno, il che è straordinario in un contesto di irregolare ripresa dell'economia globale. La domanda per prodotti elettronici, dai tablet agli smartphone, ed una maggiore domanda per l'integrazione tecnologica all'interno delle automobili, riuscirà a sostenere i produttori dei semiconduttori anche nella fluttuazione economica".

La fiducia mostrata sembra essere corroborata anche dalle economie in ripresa di alcune regioni chiave: in particolare l'area cinese è vista ancora come la più importante opportunità per la crescita dei prodotti semiconduttori, ma anche le economie statunitensi ed europee giocheranno, secondo molti executive, un ruolo importante nella crescita dell'industria.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^