Infineon prossima a cedere la divisione wireless ad Intel?

Infineon prossima a cedere la divisione wireless ad Intel?

Le due realtà si sarebbero incontrate più volte nel corso delle passate settimane e sono prossime alla sigla di un accordo. Per Intel maggiori opportunità nel mercato della telefonia cellulare

di Andrea Bai pubblicata il , alle 09:08 nel canale Mercato
Intel
 

La cessione ad Intel della divisione di Infineon che si occupa dello sviluppo e realizzazione dei chip per telefoni cellulari sembra essere molto vicina. Entrame le compagnie si sarebbero infatti incontrate più volte nel corso delle ultime due settimane per negoziare l'accordo.

Non è tuttavia stato siglato alcun contratto, ma stando alle indiscrezioni pare che sia solamente questione di tempo prima che le parti convergano su un punto condiviso. Il valore della divisione di Infineon è compreso tra gli 1,1 e gli 1,4 miliardi di dollari. La divisione wireless di Infineon è attualmente responsabile del 25% circa delle vendite complessive dell'azienda.

La mossa, qualora dovesse effettivamente concretizzarsi, permetterà ad Intel di integrare funzionalità di comunicazione cellulare nei propri prodotti di classe System-on-Chip e rafforzerà inoltre le tecnologie networking consumer della compagnia.

Le tecnologie di Infineon equipaggiano attualmente numerosi prodotti del mercato della telefonia cellulare, tra cui soluzioni di Nokia e Samsung, nonché l'iPhone di Apple. Poter disporre delle tecnologie Infineon permetterà ad Intel di avere qualche opportunità in più per portare le architetture x86 nel mercato dei telefoni cellulari.

Intel e Infineon non hanno rilasciato commenti in merito.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
djbill13 Luglio 2010, 19:52 #1
Con l'unico problema per intel che i chip di infineon sono basati su architettura arm, quindi per contrastare i processori arm e utilizzare le tecnologie infineon dovrebbe cmq pagare le licenze alla Arm Holdings... Non mi sembra una mossa geniale, poi bisogna vedere la quantità di denaro che può/vuole investire in questo settore.
Dubito che gli attuali clienti gradiscano un cambio da arm a x86, ma qua il denaro potrebbe fare la sua parte (vedi Intel vs AMD)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^