Intel acquisisce Indisys, per il riconoscimento del linguaggio naturale

Intel acquisisce Indisys, per il riconoscimento del linguaggio naturale

Per raggiungere l'obiettivo della sensibilità al contesto, Intel sta investendo nell'acquisizione di startup impegnate nello sviluppo di tecnologie di riconoscimento e acquisizione

di Andrea Bai pubblicata il , alle 09:31 nel canale Mercato
Intel
 

Intel ha avviato le procedure per l'acquisizione di Indisys, una startup spagnola specializzata in tecnologie di riconoscimento del linguaggio naturale. La compagnia offre una serie di prodotti basate su tecnologie di dialogo intelligente, tra cui un assistente vocale (lo stesso genere di tecnologia alle spalle di Siri) e un motore di ricerca semantico.

L'assistente vocale, denominato Maya, fa uso di un avatar umano ed è in grado di conversare in varie lingue e su differenti piattaforme come web o mobile. Gli altri progetti di ricerca di Indisys includono un'interfaccia multimodale per controllare e monitorare gli aerei e un assistente virtuale online per i portatori di handicap uditivi.

Intel ha stanziato 26 milioni di dollari per assicurarsi il know-how di Indisys, con un'operazione che segue l'acquisizione di Omek, realtà israeliana specializzata nello sviluppo di interfacce basate su gesture.

Entrambe le operazioni rientrano in una visione strategica che Intel ha ben delineato con la creazione di un fondo di 100 milioni di dollari da investire per la realizzazione e la rifinitura di tecnologie in grado di portare sui dispositivi elettronici una capacità sensoriale simile a quella dell'essere umano. Le aree di interesse coprono le gesture, la comprensione della voce e delle emozioni, la biometrica e il riconoscimento delle immagini.

Arvind Sodhani, presidente di Intel Capital, commentò così la creazione del fondo: "I dispositivi con una capacità sensoriale simile a quella dell'essere umano a lungo sono stati oggetto di produzioni fantascientifiche ma, grazie alle recenti innovazioni nel mondo computing e nelle tecnologie di immagini, sono ora nel campo della realizzabilità".

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^