Intel aumenta l'organico per prepararsi al lancio di un servizio di smart TV

Intel aumenta l'organico per prepararsi al lancio di un servizio di smart TV

L'azienda di Santa Clara sta ingrossando le fila della divisione Intel Media, attualmente al lavoro su un progetto per la realizzazione di un servizio di smart TV, al debutto nel corso dell'anno

di Andrea Bai pubblicata il , alle 16:01 nel canale Mercato
Intel
 

L'agenzia stampa Reuters afferma, sulla base di un colloquio con il portavoce di Intel, Jon Carvill, che la compagnia di Santa Clara si sta preparando per allargare considerevolmente l'organico della divisione Intel Media, in preparazione al lancio di un servizio di smart TV nel corso dell'anno.

Attualmente lo staff di Intel Media conta oltre 300 persone, Intel sta cercando 60 nuove figure da integrare con l'obiettivo di arrivare a circa 400 impiegati nel corso dei prossimi mesi. Con questa operazione Intel va di fatto a quadruplicare la forza lavoro della divisione che circa un anno fa contava meno di 100 persone. Ingegneri con competenze nel mondo del cloud computing delle interfacce utente e della sicurezza sono le figure ricercate dall'azienda di Santa Clara.

Secondo le informazioni disponibili la base del servizio di smart TV sviluppato da Intel sarà un set-top-box equipaggiato con un SoC Intel progettato appositamente allo scopo. Il dispositivo sarà provvisto di una fotocamera con la capacità di riconoscere l'utente e proporre così una serie di programmi e servizi sulla base delle preferenze associate al suo profilo. Il dispositivo offrirà sia le normali trasmissioni televisive in tempo reale, sia una serie di programmi e registrazioni trasmessi nel passato, accanto ad un servizio di noleggio di contenuti e via discorrendo. Il set-top-box, a quanto pare, non verrà in alcun modo associato al brand Intel.

Una delle caratteristiche più interessanti del servizio di smart TV a cui sta lavorando Intel è la compatibilità con i dispositivi mobile, sebbene attualmente siano poche le informazioni ed i dettagli disponibili in tal senso. "Credo assolutamente nel mondo multipiattaforma. Il pubblico si aspetta questo. Faremo un servizio disponibile su altri dispositivi, ma per arrivare da nessuno a 650 dispositivi la BBC ha impiegato 4 anni. Questo non accade da un giorno all'altro, ma fa comunque parte della strategia" ha affermato Erik Huggers, vicepresidente e general manager di Intel Media, che ha in passato lavorato proprio per la

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Paganetor20 Marzo 2013, 16:52 #1
a me sembra una ciofeca... videocamera per riconoscere l'utente? Non basta selezionare il profilo con un tasto sul telecomando!?

E poi c'è bisogno di un nuovo sistema hardware? A me sembra che occorrano più accordi con i distributori di contenuti, se no fa la fine di altri "illustri" predecessori!

Pare invece che i servizi collegati alle console vadano benone, e lì l'HW al quale ti appoggi è ben definito: basta poi una applicazione semplice e il gioco è fatto!
imocattivo21 Marzo 2013, 15:00 #2
E si scopri che con una foto d'avanti al televisore si può craccarlo. XD

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^