Intel cresce nel primo trimestre 2010

Intel cresce nel primo trimestre 2010

Risultati finanziari positivi per i primi 3 mesi del 2010, con risultati non lontani da quelli registrati nell'ultimo trimestre 2009 e in netta controtendenza rirpsetto ai 12 mesi precedenti

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 09:10 nel canale Mercato
Intel
 

Intel ha reso pubblici i propri risultati finanziari per il primo trimestre dell'anno fiscale 2010, evidenziando un risultato molto interessante prendendo quale riferimento sia il quarto trimestre 2009 sia lo stesso periodo dello scorso anno.

Il fatturato ha raggiunto la quaota di 10,3 miliardi di dollari, in lieve calo del 3% rispetto al Q4 2009 ma in forte crescita del 44% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Ben più sostenuta la crescita del reddito operativo pari a 3,4 miliardi di dollari, aumentato del 38% rispetto al Q4 2009 e di ben il 433% rendendo quale riferimento i 12 mesi precedenti. Dinamica simile anche per il reddito netto, pari  2,4 miliardi di dollari, con un incremento del 7% su base trimestrale e del 288% su quella annuale.

Questi dati evidenziano in modo chiaro quale forte ripresa Intel abbia registrato nel corso del periodo rispetto a 1 anno fa, quando la crisi economica internazionale aveva manifestato gli effetti più diretti sull'economia internazionale. Nel confronto con i risultati del quarto trimestre 2009 non dobbiamo tuttavia dimenticare come Intel abbia registrato in quel periodo una posta negativa pari a 1,25 miliardi di dollari: si tratta del pagamento a favore di AMD per la causa antitrust, che è stato interamente inserito come voce di costo di quel trimestre.

Depurando quel pagamento dall'analisi dei risultati trimestrali si evidenzia un andamento complessivamente migliore per il quarto trimestre 2009 rispetto a quello appena concluso; del resto è un andamento ciclico del mercato dei semiconduttori quello che vede una contrazione rispetto all'ultimo trimestre dell'anno. Intel è stata in ogni caso capace di superare le previsioni inizialmente fatte dagli analisti finanziari, con risultati maggiori sia in termini di fatturato complessivo sia di utile per azione.

Tra le note principali sul trimestre segnaliamo un andamento costante della divisione PC Client Group, con una voce record in termini di numero di processori per sistemi mobile commercializzati. In calo dell'8% il fatturato del gruppo Data Center, e del 9% la diminuzione della divisione Other Intel Architecture. In calo anche il volume di processori della famiglia Atom, con una contrazione del 19%; depurando questi processori dal conteggio complessivo il prezzo medio di vendita dei processori è rimasto allineato rispetto a quello del trimestre precedente. La divisione Atom non incide in modo radicale in termini di fatturato ma in precedenza ha sempre registrato crescite significative su base trimestrale.

Nella serata di Giovedì 15 Aprile AMD renderà pubblici i propri risultati finanziari del primo trimestre 2010; in quell'occasione potremo vedere quanto la crescita messa in atto da Intel nel trimestre rispetto allo stesso periodo dello scorso anno sarà replicata in qualche misura anche dal principale competitor.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
supertigrotto14 Aprile 2010, 13:04 #1

ora mi domando

Sono servite le pratiche disoneste di intel?
No perchè mi pare che se la passi molto bene.
E mi sa che resterà in testa ancora per mooooolto tempo!

qboy14 Aprile 2010, 15:25 #2
se la passa bene perchè tempo fa praticava certe commercializzazioni..abituando l'utonza a riconoscere come cpu universale INTEL. ormai la gente ci si è abituata e adesso anche se vendessero un sasso a forma di cpu la comprerebbero. vai in qualuncue posta o scuola e vedrai che tutti i pc sono con processore intel.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^