Intel e ZTE collaborano per WiMAX

Intel e ZTE collaborano per WiMAX

Le due compagnie hanno stretto un accordo per lo sviluppo delle infrastrutture necessarie per la diffusione della nuova tencologia wireless

di Andrea Bai pubblicata il , alle 11:52 nel canale Mercato
IntelZTE
 

Intel ha dichiarato di aver avviato un accordo di collaborazione con ZTE per la promozione degli standard per la futura tecnologia WiMAX. ZTE Corporation è il principale provider di dispositivi per telecomunicazioni in Cina.

Le due compagnie, inoltre, cercheranno di fare pressioni in diversi Paesi per per cercare di accaparrare sufficienti frequenze radio per servizi a banda larga basati su tecnologia WiMax.

Secondo i termini dell'accordo ZTE utilizzerà chip forniti da Intel per la realizzazione di kit destinati allo sviluppo di infrastrutture. I frutti di questo accordo saranno dapprima utilizzati in Cina, nell'Europa dell'Est e nel Sud-Est Asiatico.

Il primo chip ad essere utilizzato da ZTE sarà Rosedale, del quale abbiamo già parlato in questa news. Le prime prove relative alle reti 802.16e verranno attuate attorno alla metà del 2006.

Fonte: The Inquirer

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Onda Vagabonda13 Gennaio 2005, 12:21 #1
Si da questa che da altre news, ho l'impressione che tutti i grandi colossi stiano differenziando i propri investimenti; e che stiano al contempo creando delle collaborazioni trasversali.
tasso7913 Gennaio 2005, 12:23 #2
secondo è perchè questo mercato sta finalmente diventando globale e maturo
Baraonda13 Gennaio 2005, 12:40 #3

Magari.....

....purtroppo tasso non sono del tuo avviso....cmq spero davvero di sbagliarmi.
Tera13 Gennaio 2005, 15:43 #4

Baraonda

Purtroppo sono daccordo con te
Non sai poi a livello burocratico l'utilizzo delle frequenze che comporta. è più facile avere il porto d'armi per una pistola
zoboliluca14 Gennaio 2005, 10:38 #5

Sigh

... Europa dell'Est...
questo significa che in Italia non si avrà ancora per qualche anno perchè teoricamente in Italia dovrebbe esserci una offerta alternativa.
Ma a casa mia agli inizio del 2005 di ADSL non se ne parla, e non si sa nemmeno quando potrò avere la copertura.
Io ormai speravo in WiMax per abbandonare questo schifosissimo 56k.
Porc...put...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^