Intel, le prime disposizioni del nuovo CEO Brian Krzanich

Intel, le prime disposizioni del nuovo CEO Brian Krzanich

A pochi giorni dall'insediamento, il nuovo CEO di Intel dispone una riogranizzazione interna e istituisce la nuova divisione New Devices Group

di Andrea Bai pubblicata il , alle 16:32 nel canale Mercato
Intel
 

A pochi giorni dall'insediamento, il nuovo CEO di Intel Brian Krzanich non perde tempo e avvia una ristrutturazione interna dell'azienda con l'obiettivo di milgiorare la presenza sul mercato dei dispositivi mobile e ridurre la dipendenza dal mercato dei processori per PC. Il nuovo CEO ha annunciato di voler supervisionare direttamente i vari gruppi per velocizzare il processo decisionale.

"Come vostro CEO ho l'impegno di prendere decisioni rapidamente e con consapevolezza. Mi impegno ad essere più coraggioso, a muovermi più rapidamente e ad accettare questo significa che i cambiamenti saranno fatti ascoltando, imparando e correggendo allo scopo di mantenere il passo con un settore in rapido cambiamento. Il nostro business si trova davanti a sfide importanti e dobbiamo continuare a lavorare finalizzando la nostra strategia futura" ha dichiarato Krzanich in una lettera agli impiegati, parzialmente riportata dall'agenzia stampa Reuters.

I cambiamenti sono stati eseguiti con effetto immediato e sono stati confermati dal portavoce di intel Chuck Mulloy. Durante la militanza in Intel Krzanich ha guadangato una reputazione per le sue decisioni prese rapidamente dopo il confronto con pochi uomini fidati. La riorganizzazione voluta da Krzanich è il primo passo di un processo mirato a rendere Intel più agile e reattiva sul mercato.

I tre principali gruppi di Intel, PC client group, Mobile Communication Group e Data Center Unit, che precedentemente riferivano al resposabile Intel Architecture Group, Dadi Perlmutter, ora risponderanno direttamente al CEO Krzanich. Intel ha inoltre istituito una nuova unità chiamata "New Devices Group", che sarà affidata a Mike Bell e che si rivolgerà allo studio di nuovi dispositivi. Dopo aver avuto difficoltà a rispondere a ritagliarsi uno spazio di rilievo nel mercato smartphone e tablet, l'azienda di Santa Clara prova ora a progettare soluzioni per dispositivi innovativi ed inediti. A tal proposito Krzanich ha affermato nella lettera ai dipendenti: "New Devices sarà responsabile di trasformare brillanti innovazioni tecniche e modelli di business in prodotti che formeranno e direzioneranno nuovi mercati". La divisione Mobile Communication Group, precedentemente coordinata in collaborazione da Bell e Hermann Eul, sarà ora gestita interamente da quest'ultimo.

Renee James, neo-presidente di Intel entrata in carica assieme a Krzanich, assumerà, come i suoi predecessori, la responsabilità delle attività di produzione di Intel. La James supervisionerà inoltre le tecnologie di sicurezza. A raccogliere l'eredità di Renee James come responsabile del Software Group sarà Doug Fisher, già senior executive della divisione.

Intel Capital, il braccio dell'azienda di Santa Clara che si occupa di investimenti strategici e guidato da Arvind Sodhani, riferirà ora al Chief Financial Officer Stacy Smith invece che al CEO. Gli altri dipartimenti IT che precedentemente rispondevano a Krzanich prima della sua nomina a CEO, riferiranno anch'essi al CFO Smith.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
dobermann7723 Maggio 2013, 19:39 #1
Ovvio, non possono piu' sviluppare troppo processori pc,
perché devono tenere viva AMD.

Giusto dedicarsi ad altro, e sfidare ARM e NVIDIA.
maxmax8023 Maggio 2013, 23:42 #2
io penso che quando si parla di intel i nomi dei dirigenti passino in secondo piano..

l' azienda è ormai così spaventosamente grande, consolidata e radicata, con un volume di vendite enorme che può anche permettersi di "rischiare" nel campo del mobile.

poi se da questo rischio piazzano un paio di processorini che mettono in riga la concorrenza di arm, nvidia & Qualcomm, sono cazzi per gli altri..

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^