Intel produttore per Apple? Qualche incontro ma ancora nessun accordo

Intel produttore per Apple? Qualche incontro ma ancora nessun accordo

Le due realtà si sono incontrate lo scorso anno per verificare la possibilità di un accordo di produzione a contratto. Nessuna decisione definitiva, che potrebbe spettare al nuovo CEO di Intel

di Andrea Bai pubblicata il , alle 10:31 nel canale Mercato
AppleIntel
 

Intel produttore di chip con architettura ARM? Sembra uno scenario impossibile, ma che in realtà potrebbe essere più vicino di quanto si possa pensare. Una notizia diffusa dall'agenzia stampa Reuters afferma infatti che nello scorso anno hanno avuto luogo una serie di incontri tra Intel e Apple per esplorare la possibilità di stringere un accordo di produzione a contratto.

Una fonte vicina ad una delle due realtà ha infatti rivelato che gli executive delle due compagnie si sono confrontati più volte sull'eventuale produzione da parte di Intel di chip progettati da Apple, basati appunto su architettura ARM. Stando alle informazioni disponibili nessun accordo è però stato ancora siglato.

La Mela sta cercando ormai da diverso tempo di smarcarsi dal tumultuoso rapporto di dipendenza con Samsung, l'azienda coreana che attualmente provvede a realizzare i processori A-Series presenti in iPad e iPhone. La notevole capacità produttiva di Samsung le permette di condizionare considerevolmente il business della Mela. Intel è l'unica realtà capace di poter competere in termini di capacità produttiva, grazie alle sue avanzate tecnologie di produzione, e può offrire ad Apple la diversificazione di cui ha bisogno.

Quali interessi può avere Intel ad un simile accordo di produzione? Da un lato l'azienda di Santa Clara avrebbe la possibilità, nell'immediato, di stimolare i profitti. Intel sta inoltre mostrando una certa volontà di espandere le proprie operazioni di fonderia, come testimoniato anche dal recente accordo stretto con Altera per la produzione di FPGA utilizzando il processo produttivo tri-gate a 14nm. Di contro, però, la produzione conto terzi di chip con architettura ARM potrebbe avere qualche ripercussione negativa sugli sforzi dell'azienda di portare Atom e, in generale, l'architetura x86 nel mondo dei dispositivi mobile.

Ad ogni modo, supponendo che una decisione definitiva sull'accordo con Apple debba ancora essere presa, questa spetterà con grossa probabilità al nuovo CEO di Intel (la cui identità non è ancora nota, ma lo sarà abbastanza presto) dato che Paul Otellini, che occupa attualmente la poltrona di Chief Executive Officer per l'azienda di Santa Clara, lascerà la propria carica nel mese di maggio.

20 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
acerbo08 Marzo 2013, 10:38 #1
Atom su smartphone e tablet non credo che possano piu' imporlo ormai, hanno perso il treno e le architetture ARM fanno passi da gigante. Un accordo di questo tipo oltre a vantaggi economici credo possa essere per intel un'occasione per iniziare a sviluppare SOC ARM proprietari per l'ambito server.
coschizza08 Marzo 2013, 10:53 #2
Originariamente inviato da: acerbo
Atom su smartphone e tablet non credo che possano piu' imporlo ormai, hanno perso il treno e le architetture ARM fanno passi da gigante. Un accordo di questo tipo oltre a vantaggi economici credo possa essere per intel un'occasione per iniziare a sviluppare SOC ARM proprietari per l'ambito server.


imporli no ma stanno migliorando in maniera sensibile generazione su generazione oltre ad avere caratteristiche uniche che porta piu concorrenza nel mercato quindi meglio averli che no dal punto di vista degli utenti finali
Un soc arm di intel sarebbe un suicidio per il suo business, intel deve puntare sul promuovere le proprie tecnologie non quelle degli altri dove i guadagni sarebbero infinitamente piu bassi e con un mercato pieno di competitor.
Reby9208 Marzo 2013, 11:33 #3
mah , alla luce del fatto che intel ha svenduto le licenze arm mi pare tutto questo impossibile ...
JackZR08 Marzo 2013, 11:42 #4
Tra tutti i produttori ARM la mela doveva andare a scegliere Intel, non ho parole...
mauriziofa08 Marzo 2013, 11:54 #5
Originariamente inviato da: coschizza
imporli no ma stanno migliorando in maniera sensibile generazione su generazione oltre ad avere caratteristiche uniche che porta piu concorrenza nel mercato quindi meglio averli che no dal punto di vista degli utenti finali
Un soc arm di intel sarebbe un suicidio per il suo business, intel deve puntare sul promuovere le proprie tecnologie non quelle degli altri dove i guadagni sarebbero infinitamente piu bassi e con un mercato pieno di competitor.


Si però Apple ha comprato PA-Semi per progettarsi in casa i chip arm investendo soldi, non è che ora solo perchè chiede ad Intel di realizzarli improvvisamente butta l investimento in mare e si mette a produrre Iphone x86, dovendo pure investire nella riscrittura di ios x86. Mi pare inverosimile.
Infine, se ha investito in PA-Semi e non in una azienda che progetta chip x86 è perchè ritiene il futuro mobile e crede nei chip arm (cosa che si ripercuote nel suo fatturato per altro, di cui l'80% proviene dai dispositivi mobile e solo il 20% dai computer)

Poi nella vita tutto può succedere ma la vedo alquanto remota come possibilità.
AlexSwitch08 Marzo 2013, 11:56 #6
@ JackZR

E perché? Forse Intel può garantire rese migliori e miglior flessibilità come foundry....
AlexSwitch08 Marzo 2013, 11:58 #7
Originariamente inviato da: mauriziofa
Si però Apple ha comprato PA-Semi per progettarsi in casa i chip arm investendo soldi, non è che ora solo perchè chiede ad Intel di realizzarli improvvisamente butta l investimento in mare e si mette a produrre Iphone x86, dovendo pure investire nella riscrittura di ios x86. Mi pare inverosimile.
Infine, se ha investito in PA-Semi e non in una azienda che progetta chip x86 è perchè ritiene il futuro mobile e crede nei chip arm.

Poi nella vita tutto può succedere ma la vedo alquanto remota come possibilità.


Infatti Intel dovrebbe produrre, alias assemblare, i SoC sviluppati dalla mela su i suoi progetti... Insomma oltre TSMC stanno cercando un altro partner per rimpiazzare totalmente e definitivamente Samsung....
Unrealizer08 Marzo 2013, 12:56 #8
Originariamente inviato da: mauriziofa
Si però Apple ha comprato PA-Semi per progettarsi in casa i chip arm investendo soldi, non è che ora solo perchè chiede ad Intel di realizzarli improvvisamente butta l investimento in mare e si mette a produrre Iphone x86, dovendo pure investire nella riscrittura di ios x86. Mi pare inverosimile.
Infine, se ha investito in PA-Semi e non in una azienda che progetta chip x86 è perchè ritiene il futuro mobile e crede nei chip arm (cosa che si ripercuote nel suo fatturato per altro, di cui l'80% proviene dai dispositivi mobile e solo il 20% dai computer)

Poi nella vita tutto può succedere ma la vedo alquanto remota come possibilità.


iOS esiste già per x86, idem la toolchain per compilare le app su x86, altrimenti il simulatore incluso nell'SDK non potrebbe funzionare

Il problema sarebbe ricompilare le app, un eventuale iPhone basato su x86 si presenterebbe sul mercato con un app store ridotto
recoil08 Marzo 2013, 14:05 #9
attenzione, alcuni commenti parlano di x86 ma non credo proprio che Apple sia interessata a x86 per iOS, semmai vuole un altro fornitore di chip quindi interessano le fabbriche di Intel piu' la loro IP

hanno gia' una buona partnership commerciale per i sistemi Mac e chi lo sa, se davvero tra qualche anno cercheranno di fondere iOS e OS X migrando su ARM questo accordo sull'uso delle fabbriche potrebbe continuare per la produzione di tutto quanto, anche chip per i Mac
Ago7208 Marzo 2013, 14:10 #10
Ipotizzo che visto il calo del mercato PC/notebook attuale (e forse anchefuturo), probabilmente le linee di produzione non siano utilizzate a pieno, percui con i volumi che Apple garantisce, potrebbe mantenere alta la produttività delle linee.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^