Intel ritocca al ribasso le previsioni del terzo trimestre

Intel ritocca al ribasso le previsioni del terzo trimestre

Attesa per Windows 8, economia globale in difficoltà ed impatto dei tablet: per queste ragioni il colosso di Santa Clara decide di ridimensionare le previsioni di fatturato per il terzo trimestre dell'anno

di Andrea Bai pubblicata il , alle 09:34 nel canale Mercato
IntelWindowsMicrosoft
 

I risultati di Intel per il terzo trimestre fiscale sono attesi per il prossimo 16 ottobre, ma il colosso di Santa Clara ha già messo le mani avanti con gli analisti e gli azionisti: la compagnia ha infatti tagliato le previsioni di fatturato passando dalla precedente forbice di 13,8-14,8 miliardi di dollari alla nuova previsione di 12,9-13,5 miliardi di dollari.

A titolo di confronto, nel corso del medesimo trimestre dello scorso anno Intel ha realizzato 14,2 miliardi di fatturato. La compagnia di Santa Clara, stando alle informazioni riportate da InfoWorld, identifica la causa del ridimensionamento delle previsioni nella stagnante economia globale. Nel complesso Intel sta ottenendo buoni risultati dal business dei datacenter, mentre le vendite di PC sia alle realtà enterprise sia nei mercati emergenti risultano poco soddisfacenti.

Le vendite dei tradizionali sistemi desktop e notebook hanno subito un importante contraccolpo dall'espansone dei tablet, una categoria di prodotto dove la presenza di Intel è minuscola se comparata ai processori basati su architettura ARM sviluppati da realtà del calibro di Qualcomm, NVIDIA, Samsung e via discorrendo.

E' comunque opportuno considerare che il rallentamento delle vendite PC è in parte causato anche dall'attesa dei consumatori proprio verso Windows 8. E' infatti ragionevole supporre che dopo il rilascio del nuovo sistema operativo di Microsoft le vendite PC vadano incontro ad una ripresa. I vari progetti che i vendor hanno svelato nel corso del Computex di giugno e del più recente IFA a Berlino puntano in direzione di sistemi che si discostano dalla tradizionale impostazione notebook e che, per questo motivo, potrebbero solleticare l'interesse del consumatore.

In occasione dell'imminente Intel Developer Forum di San Francisco l'azienda di Santa Clara dovrebbe inoltre togliere il velo alla prossima generazione di cpu Core, attualmente conosciuta con il nome in codice di Haswell, che tra le varie novità sarà caratterizzata da un ulteriore contenimento del consumo energetico per trovare opportunamente spazio nelle soluzioni tablet e convertibili che con grossa probabilità caratterizzeranno il mercato dei prossimi anni.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Perseverance10 Settembre 2012, 11:53 #1
Ma è normale secondo me, danno per scontato che la gente compri compulsivamente pc ma non è così. Dalla piattaforma 1156 le cose si sono molto stabilizzate, i pc hanno sufficiente potenza per fare ogni cosa e la gente non sente il bisogno di cambiare.
maxmax8010 Settembre 2012, 13:04 #2
oltre alle previsioni, che ritoccassero anche i prezzi...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^