Intel sempre più vicina ad abbandonare il progetto smart TV

Intel sempre più vicina ad abbandonare il progetto smart TV

Durante il suo primo Investor Day l'azienda di Santa Clara non darà spazio ad OnCue, il servizio di smart TV a cui sta lavorando dall'inizio dell'anno. Il nuovo CEO Brian Krzanich sembra determinato verso la cessione a terzi

di Andrea Bai pubblicata il , alle 14:29 nel canale Mercato
Intel
 

L'interesse di Intel verso i servizi di televisione IP-based sembra essersi definitivamente spento. Si aggiungono quindi ulteriori elementi alle indiscrezioni già circolate le scorse settimane circa la possibilità che il colosso di Santa Clara ceda a terzi la divisione che fino ad ora si è occupata dello sviluppo di un servizio di smart TV prima ancora del debutto sul mercato.

Nella giornata odierna si terrà infatti il primo Investor Day di Intel in occasione del quale, secondo quanto afferma l'agenzia stampa Reuters, il CEO Brian Krzanich dovrebbe parlare della sempre più pervasiva presenza dei processori nei dispositivi di tutti i giorni, del modo di portare una nuova linfa nel settore PC e delle crescenti attività di produzione conto terzi dell'azienda, senza però toccare in nessun caso l'argomento TV.

I piani d'azione attorno all'iniziativa smart TV, il cui nome sarebbe OnCue, sono stati delineati quando in "cabina di regia" vi era il precedente CEO Paul Otellini il quale ha nominato Erik Huggers, precedentemente responsabile dell'ambito future media technology della BBC. Sebbene l'azienda di Santa Clara non abbia mai dettagliato in maniera precisa le caratteristiche del proprio servizio, Huggers ha più volte avuto modo di ribadire che l'intenzione sarebbe stata quella di proporre qualcosa di completamente innovativo, e non un semplice ulteriore portale d'accesso ad un bouquet di contenuti.

Il nuovo CEO Krzanich non ha però mai condiviso la visione di Otellini sul servizio smart TV e ha focalizzato la propria attenzione nei primi mesi a seguito della nomina a cercare di sciogliere due nodi importanti per Intel: la flessione del settore PC e le difficoltà dell'azienda nel mondo tablet e smartphone. Sebbene l'esplorazione di nuovi settori possa rappresentare un'opportunità di crescita, Krzanich è convinto che le risorse debbano essere ottimizzate e impegnate a risolvere gli elementi di difficoltà già presenti, e l'avvio di una nuova iniziativa commerciale non avrebbe permesso di focalizzarsi sui problemi attuali.

Secondo le indiscrezioni già riportate nelle scorse settimane, il principale candidato all'acquisizione di OnCue sembra essere Verizon, che non ha tuttavia rilasciato alcun commento.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
SharpEdge22 Novembre 2013, 10:13 #1
Giusto così, condivido le scelte.
aled197426 Novembre 2013, 10:03 #2
anche naturale lasciare fare ad altri (e di mestiere) qualcosa che a loro costerebbe 4-5 volte tanto e con molti più rischi (non economici)

diciamo che in intel si sono fatti il trip di avere la loro smart-tv con canale tematico ma che poi conti alla mano stanno in parte ripensandoci sul tipo di investimento. Mi chiedo cosa possa sviluppare Verizon per Intel. Una app per smartphone, un canale tematico (quali contenuti a parte la pubblicità?), un portale di accesso (really? vs google?) e poi.....boh


aspettiamo le dichiarazioni di Verizon

ciao ciao

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^