Internet a 150 megabit? In USA, con la TV via cavo

Internet a 150 megabit? In USA, con la TV via cavo

Un'azienda statunitense da dimostrazione di una tecnologia che consente di raggiungere notevoli velocità di collegamento alla rete

di Andrea Bai pubblicata il , alle 09:37 nel canale Mercato
 

Comcast, azienda statunitense impegnata nella fornitura di servizi di telecomunicazioni quali televisione via cavo e collegamento ad internet ha dato dimostrazione di una nuova tecnologia che permetterà di realizzare collegamenti ad internet alla velocità di 150 megabit al secondo.

Brian Roberts, CEO dell'azienda, ha tenuto nei giorni scorsi una conferenza stampa in occasione della quale ha potuto mostrare le potenzialità di questo nuovo tipo di collegamento. Alla conferenza hanno inoltre partecipato, in qualità di semplici spettatori, anche alcuni manager di colossi quali Time Warner, News Corp e Viacom.

Il sistema di trasmissione è basato su una tecnologia denominata DOCSIS 3.0, sviluppata da Cable Television Laboratories che prevede l'impiego di quattro canali televisivi per la trasmissione dei dati, anziché, come avviene attualmente, uno solo. E' possibile che già a partire dalla fine dell'anno in corso i produttori di hardware inviino i primi modem per la certificazione della nuova tecnologia.

Nel corso della conferenza è stato scaricato un videoclip di 300MB in "pochi secondi", mentre una connessione tradizionale (purtroppo non meglio specificata), ha impiegato circa 16 minuti. Il download di 32 volumi dell' Enciclopedia Britannica e del dizionario Merriam-Webster ha richiesto quattro minuti, rispetto alle tre ore e dodici minuti della connessione tradizionale.

Fonte: Yahoo Finance

65 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Puddus11 Maggio 2007, 09:40 #1
Non male!
Magari i miei nipoti la useranno anche qui in Italia
XSonic11 Maggio 2007, 09:46 #2
Originariamente inviato da: Puddus
Non male!
Magari i miei nipoti la useranno anche qui in Italia
Ma che dici? I figli dei nipoti dei tuoi pronipoti
Wee-Max11 Maggio 2007, 09:51 #3
...e aggiungo che dovranno anche essere straricchi per averlo...
nellosamr11 Maggio 2007, 09:53 #4
quoto xsonic
Skynet*J4F*11 Maggio 2007, 09:54 #5
chi è quel barbone che non ha una connessione a internet da 1 Gbit/s oramai... :look:

Paganetor11 Maggio 2007, 09:58 #6
be', in America la TV via cavo è diffusissima... così facendo gli investimenti in infrastrutture sarebbero minimi!

da noi andrebbero sfruttate le infrastrutture esistenti (cavi telefonici, reti elettriche ecc.), come già stanno facendo con le nuove DSL

o, al limite, le moderne tecnologie wi-fi, come il wi-max...
S.Ferretti11 Maggio 2007, 10:00 #7
ehi ragazzi guardiamo un film stasera??
ok!
... ... ... ... ok fatto!
Portocala11 Maggio 2007, 10:01 #8
la Telecom sta preparando l'offerta.

150MB a 1237.5 euro al mese, con noleggio del modem a 80 euro mensili.

Imrahil11 Maggio 2007, 10:05 #9
Già, la tecnologia via cavo è diffusa da anni negli USA, e come possiamo vedere pare non abbia intenzione di andare in pensione a breve
ghiltanas11 Maggio 2007, 10:15 #10
io chiedo perfavore alla redazione di nn pubblicare + notizie riguardante internet negli altri paesi, ogni volta mi viene da piangere . nn è possibile un divario del genere tra l'italia e gli altri paesi!!!!!!!!! da noi c'è quella c***o di telecom che nn solo blocca la concorrenza ed è appoggiata da quelli che ormai pochi chiamano politici (si dovrebbero chiamare IAAG ignoranti arraffoni al governo)ma nn investe nemmeno nello sviluppo e continua a negare ad alcuni la banda e ad alcuni la fornisce da schifo.Ma roba da matti tutto perchè nessuno vuole spendere un centesimo, in compenso hanno speso 120 ml di euro per il digitale terrestre (che culo)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^