IPO da 100 milioni di dollari per GoPro, la regina delle action-cam

IPO da 100 milioni di dollari per GoPro, la regina delle action-cam

GoPro ha intenzione di entrare a Wall Street con un'offerta pubblica iniziale di 100 milioni di dollari. Si tratta della società alla base dell'action-cam di maggiore successo

di Nino Grasso pubblicata il , alle 15:41 nel canale Mercato
GoPro
 

Nel settore delle videocamere indossabili, o cosiddette action-cam, GoPro rappresenta la soluzione per antonomasia. La società si è saputa imporre in un mercato, quello dei "camcorder", ampiamente vessato dalla concorrenza mossa da smartphone e tablet, mostrando profitti in crescita esponenziale dal 2011.

Su queste solide basi, GoPro ha presentato la richiesta per la quotazione in borsa a Wall Street, con una IPO (Offerta Pubblica Iniziale) di 100 milioni di dollari. La decisione da parte di Nick Woodman, fondatore e CEO della società, arriva dopo la pubblicazione dei risultati del primo trimestre del 2014, il primo in calo dopo una lunga serie di risultati in positivo.

Nel 2013 sono state vendute 3,84 milioni di GoPro in tutto il mondo, valore fortemente in crescita rispetto all'anno precedente, in cui venivano piazzate in commercio 2,31 milioni di unità della fotocamera indossabile della società di San Mateo, California. Cifre che hanno garantito profitti operativi pari quasi al doppio rispetto al 2012, con 60 milioni di dollari entrati nelle casse della società rispetto ai 32,36 milioni dell'anno precedente.

Nel primo trimestre del 2014, GoPro ha visto tuttavia un declino negli utili, il primo negli ultimi anni di attività. La società ha generato profitti per 11 milioni di dollari, meno della metà rispetto ai 23 raccolti nello stesso periodo dell'anno precedente. Quello di GoPro è comunque da considerare un forte successo, da attribuire a molti fattori: la società ha introdotto nel mercato consumer un concetto nuovo per le riprese più "estreme", creando intorno alla semplice fotocamera un forte ecosistema di accessori compatibili in grado di espandere enormemente la già ottima versatilità del prodotto.

GoPro si è saputa esprimere al meglio anche dal punto di vista del marketing, a volte anche in maniera del tutto casuale. È abbastanza recente l'ultimo caso divenuto in brevi tempi virale: lo scorso febbraio è stato pubblicato un video (che trovate all'interno della pagina) in cui un gruppo di skydriver lascia cadere inavvertitamente una GoPro da un aereo. Questa continua a riprendere per tutta la durata della caduta e anche in seguito al brusco "atterraggio", in cui viene raggiunta di lì a breve da un pingue maiale incuriosito dal dono caduto dal cielo e incredibilmente ancora in funzione.

GoPro deve ancora definire i dettagli dello sbarco in borsa, ma come riporta il Financial Times l'obiettivo è quello di raccogliere circa 400 milioni di dollari.

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Rubberick21 Maggio 2014, 16:04 #1
beh almeno questa vende prodotti tangibili..

anche se... visto come si sta muovendo dell uscendo dal mercato azionario..

il video del maiale... lol

anche se sinceramente mi puzza di fake ;PP
Manwë21 Maggio 2014, 21:27 #2
Credimi non è un fake.
Ho personalmente assistito ad una GoPro Hero3+ che volava ad oltre 200Km/h.

La GoPro si è staccata da un supporto improvvisato di un amico motociclista che mi precedeva, la Cam ha fatto un volo a circa 230Km/h, è andata a sbattere prima contro una roccia, poi di rimbalzo ha colpito un furgone che veniva in senso contrario, il quale l'ha fatta volare giù in un dirupo per una 40ina di metri... rottolando per rocce e sterpaglie è finita in una pozzanghera.

L'abbiamo recuperata e funzionava ancora anche se la copertura era da buttare

Ste cosine sono leggerissime e durissime.
megamitch21 Maggio 2014, 21:36 #3
Originariamente inviato da: Manwë
Credimi non è un fake.
Ho personalmente assistito ad una GoPro Hero3+ che volava ad oltre 200Km/h.

La GoPro si è staccata da un supporto improvvisato di un amico motociclista che mi precedeva, la Cam ha fatto un volo a circa 230Km/h, è andata a sbattere prima contro una roccia, poi di rimbalzo ha colpito un furgone che veniva in senso contrario, il quale l'ha fatta volare giù in un dirupo per una 40ina di metri... rottolando per rocce e sterpaglie è finita in una pozzanghera.

L'abbiamo recuperata e funzionava ancora anche se la copertura era da buttare

Ste cosine sono leggerissime e durissime.


Quindi tu sei andato a più di 200 km/h in una strada tra rocce e dirupi dove passano pure i furgoni?

Se lo hai fatto, definirti un pericolo pubblico sarebbe il minimo....
amd-novello22 Maggio 2014, 00:21 #4
bello che tutto quello che è insolito su internet diventa in automatico fake
Manwë22 Maggio 2014, 10:33 #5
Originariamente inviato da: megamitch
Quindi tu sei andato a più di 200 km/h in una strada tra rocce e dirupi dove passano pure i furgoni?

Se lo hai fatto, definirti un pericolo pubblico sarebbe il minimo....


Non è una stradina di montagna come potresti immaginare. Si chiama Autobahn e le indicazioni dicevano "ende einer zulässigen höchstgeschwindigkeit" ovvero tratto senza limiti di velocità imposti.

In moto a non è come in auto. Da 100 a 200Km/h bastano 2 secondi con una F4. Uno scooter in realtà neppure ci arriva a 200Km/h

Comunque io andavo a 190 in quel tratto, il mio amico tirava di più dopo avermi superato e un istante prima di far volare la GoPro.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^