Kodak mette in vendita anche la divisione stampanti ink-jet

Kodak mette in vendita anche la divisione stampanti ink-jet

Kodak ha deciso di mettere in vendita anche la divisione stampanti ink-jet consumer per continuare nel suo difficile cammino di uscita dalla bancarotta

di Roberto Colombo pubblicata il , alle 15:21 nel canale Mercato
Kodak
 

Kodak continua nel suo cammino per uscire dalla situazione di bancarotta e amministrazione controllata del Chapter 11 della legge fallimentare statunitense. Qualche tempo tempo fa, come aveva riportato anche Fotografi Digitali, l'azienda di Rochester aveva deciso di mettere in vendita importanti asset, tra cui la divisione Kiosk che vede una base di installato di più di 105.000 chioschi di stampa in giro per il mondo.

L'operazione mira a portare in Kodak la liquidità necessaria per appianare il bilancio e uscire dalla situazione di amministrazione controllata. Kodak ha rivisto i suoi calcoli e ha deciso di mettere sul piatto anche una delle divisioni che nello scorso comunicato aveva indicato come ancora facenti parte del suo core business, la divisione che si occupa della commercializzazione delle stampanti ink-jet per il mercato consumer.

Kodak si concentrerà a partire dal 2013 solo sulla fornitura dei consumabili, che, come riportato sempre da Fotografi Digitali, è un aspetto chiave dei prodotti consumer ink-jet a marchio Kodak. Antonio M.Perez, Presidente e CEO di Kodak ha dichiarato che le recenti decisioni della storica azienda di Rochester rappresentano passi importanti per uscire dall'emergenza della bancarotta e sono un importante cambio di rotta per Kodak, che ha deciso di spostare la sua attenzione sui servizi alle aziende e sul settore commerciale, del packaging e delle soluzioni di stampa professionali.

Uno dei passi che Kodak ha deciso di compiere è anche quello della vendita di parte del suo portafoglio brevetti nel campo dell'imaging: si tratta di un pacchetto di oltre mille brevetti che fa molta gola ai colossi della fotografia, ma non solo, anche aziende com Microsoft, Apple e Google sono in prima fila per aggiudicarsi i brevetti Kodak, che coprono processi chiave della moderna fotografia digitale: in merito a questa vendita se ne saprà di più il 17 ottobre, quando verrano svelati i dettali dell'asta.

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
eeetc01 Ottobre 2012, 15:35 #1
Ma di vendita in vendita anche [U]se[/U] ripianano il bilancio cosa resta poi da amministrare, il bilancio di una latteria?
AlexSwitch01 Ottobre 2012, 15:48 #2
Kodak è in amministrazione controllata per fallimento pilotato ( chapter 11 ) da quasi un anno..... Quindi quello che c'è di buono lo vendono per coprire i creditori e poi si darà ufficialmente il commiato a questa storica società!!!
jagemal01 Ottobre 2012, 16:30 #3
e alla fin fine si può vendere anche il marchio, quindi se il buco non verrà ripianato non si fermeranno qui
maxmax8002 Ottobre 2012, 00:06 #4
"me le stampi tutte...solo su carta Kodak!"


Link ad immagine (click per visualizzarla)

bei tempi..
AlexSwitch02 Ottobre 2012, 01:06 #5
Originariamente inviato da: jagemal
e alla fin fine si può vendere anche il marchio, quindi se il buco non verrà ripianato non si fermeranno qui


L'iscrizione al chapter 11, legge fallimentare USA, significa che una azienda non ha più margini per ripianare con le sue forze il debito contratto ed è in bancarotta. Quindi è assodato che il buco non è stato coperto e si è proceduto alla vendita degli asset produttivi ( sensori digitali, tecnologie di stampa da digitale, processi di sviluppo, etc. )... Tutto il resto è stato già dismesso ( fotocamere digitali, pellicole fotografiche, pellicole cinematografiche, reagenti, carta fotografica, etc. ) ed è entrato nelle passività; ciò che rimarrà alla fine di tutto ciò sarà il portafoglio brevetti che potrà essere mantenuto in toto dalla company per ripianare le passività residue con le royalties, oppure ceduto ad altre società. Di fatto Eastman Kodak Company non è più operativa sul mercato.
wolfm0102 Ottobre 2012, 10:35 #6
Il Chapter 11 non prevede la messa in liquidazione della società, ma la sua riorganizzazione al fine di farla tornare profittevole al termine della procedura.

Quindi al momento è previsto che Eastman Kodak resti in vita. Certo si tratterà di un'azienda che avrà rivisto il proprio perimetro abbandonando alcuni mercati e una serie di asset da definire.

Quando ciò non sarà più ritenuto possibile si passerà al Chapter 7 che è un vero e proprio fallimento con la messa in liquidazione della società.
Baboo8502 Ottobre 2012, 14:20 #7
Originariamente inviato da: eeetc
Ma di vendita in vendita anche [U]se[/U] ripianano il bilancio cosa resta poi da amministrare, il bilancio di una latteria?


E' quello che mi chiedo anche io...

Comunque piu' ci penso e piu' mi sembra assurdo che una marca cosi' potente e conosciuta come la Kodak (che regnava tranquilla) sia finita cosi'. Ma d'altronde anche un'azienda famosa e sempre svettante come la Nokia ha rischiato di brutto...
Zonio09 Ottobre 2012, 19:23 #8
Povera Kodak. Mi dispiace un sacco... Sempre peggio. Almeno da quello che avevo sentito si difendevano con Apex, o meglio, stavano a galla...
roccia123409 Ottobre 2012, 20:25 #9
Originariamente inviato da: Baboo85
E' quello che mi chiedo anche io...

Comunque piu' ci penso e piu' mi sembra assurdo che una marca cosi' potente e conosciuta come la Kodak (che regnava tranquilla) sia finita cosi'. Ma d'altronde anche un'azienda famosa e sempre svettante come la Nokia ha rischiato di brutto...


D'altronde è quello che succede a non stare dietro alle innovazioni e al cambiamento della domanda.

Ad esempio anche nikon ha rischiato ai tempi dell'introduzione dell'autofocus, introducendo soluzioni non all'altezza della concorrenza, infatti mlti professionisti ai tempi sono passati a canon.

Esempio più estremo: yashica ai tempi era famosissima per i suoi corpi (relativamente economici ma ottimi) sui quali si potevano montare le ottime lenti contax.
Non ha creduto al passaggio all'autofocus, proponendo un corredo AF estremamente ridotto, sia coem corpi che come lenti. Il risultato? Beh... hai sentito parlare di yashica in ambito reflex ultimamente?
jagemal13 Ottobre 2012, 12:57 #10
Originariamente inviato da: roccia1234
Il risultato? Beh... hai sentito parlare di yashica in ambito reflex ultimamente?


ce ne sono talmente tanti di marchi morti col passaggio meccanico-->elettronico-->autofocus-->digitale che non si contano più


ed è una cosa imho molto negativa, perché quelli che ci sono andati a perdere siamo noi consumatori, meno concorrenza, meno scelta, meno innovazione, ecc ..

e oggi nikon si può permettere di introdurre una schifezza come la serie 1 e non avere problemi di vendite ..

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^