L'italiana XTrust con VirtualShield nel progetto europeo D-SenS

L'italiana XTrust con VirtualShield nel progetto europeo D-SenS

Un'azienda italiana fornisce una tecnologia di videoanalisi 3D per il progetto europeo destinato a creare una piattaforma comune di video-analytics per le PMI

di Andrea Bai pubblicata il , alle 09:03 nel canale Mercato
 

XTrust, azienda italiana attiva nel campo dalla video analytics e della computer vision, annuncia di aver fornito una serie di tecnologie anti-intrusione per il consorzio europeo che si occupa del progetto D-SenS, un'iniziativa portata avanti dall'Unione Europea che si propone di sviluppare e mettere a disposzione delle PMI aderenti una piattaforma tecnologica comune per l'evoluzione dei sistemi di sorveglianza.

In particolare XTrust mette a disposizione VirtualShield che, mediante un'interfaccia user-friendly, permette di definire veri e propri "scudi virtuali" tridimensionali, di varie forme e dimensioni, che possono essere collocati attorno agli asset che si desidera proteggere andando quindi a deliminare aree specifiche nello spazio tridimensionale. Qualora le persone attraversino queste aree, viene immediatamente segnalato l'evento, aprendo nuove potenzialità di impiego nel campo delle misure anti-intrusione.

VirtualShield, a differenza di sistemi tradizionali di analisi video che sono basati su riprese 2D o su videocamere terminche, fa uso di sensori tridimensionali e visione stereoscopica, che permettono di fornire informazioni più accurate e di ridurre sensibilmente la percentuale di falsi allarmi.

Il progetto europeo D-SenS (Depth Sensing System for People Safety) si pone l'obiettivo di definire una nuova piattaforma per la computer vision che sfrutti al meglio le caratteristiche dei sensori di ultima generazione e di costruire una base tecnologica comune che possa essere sfruttata per varie applicazioni di video analytics.

Roberto Marega, CEO di XTrust, ha commentato: "Integrando le nostre soluzioni con la tecnologia realizzata in D-SenS, saremo in grado di mettere a disposizione nuove funzionalità perla security di prossima generazione che non hanno precedenti. "Con VirtualShield, infatti, sarà possibile proteggere al meglio oggetti di valore come quadri, sculture, gioielli, ma anche migliorare la sicurezza sul lavoro, attivando allarmi, ad esempio, nel momento in cui una persona si dovesse trovare nel raggio d'azione di un macchinario pericoloso. Il risultato di grande rilievo da noi raggiunto in un progetto di respiro europeo dimostra il carattere innovativo delle nostre soluzioni, oltre a essere per noi motivo di grande orgoglio".

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
frankie17 Giugno 2014, 09:33 #1
Solo a me se sommo questa notizia con questa:
http://www.iflscience.com/technolog...th-second-could

mi sembra di vedere "la macchina" di person of interest?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^