La Cina fa un passo indietro sul WAPI

La Cina fa un passo indietro sul WAPI

Accordo raggiunto tra USA e Cina: quest'ultima ha posticipato a data da destinarsi la scadenza del 1 Giugno entro la quale i produttori avrebbero dovuto adeguarsi al nuovo standard

di Andrea Bai pubblicata il , alle 16:46 nel canale Mercato
 

La Cina sta velocemente diventando una pedina importante nel campo tecnologico, tale da spingere il governo ad attuare addirittura piani di protezionismo verso la nascente industra hi-tech: un esempio su tutti l'introduzione degli standard di criptatura WAPI.

Come più volte spiegato, tali standard sono proprietari della Cina e non compatibili con gli standard Wi-Fi del resto del mondo. La Cina ha originariamente fissato nel 1 Giugno la data entro la quale nel paese non sarà più possibile utilizzare o importare dispositivi non rispondenti alle specifiche Wireless and Privacy Infrastructure. Sebbene molti produttori abbiano già iniziato la certificazione dei propri prodotti, Intel è sempre parsa propensa a scegliere di non certificare i propri dispositivi wi-fi e di ritirare dal mercato tali dispositivi dopo la scadenza fissata.

Quessto fino a ieri, quando nel corso della riunione della Commissione sul Commercio USA-Cina, le parti sono riuscite a raggiungere un accordo, e la Cina ha deciso di posticipare a data da definirsi la scadenza dell' 1 Giugno. Nel frattempo il paese collaborerà con l'organismo IEEE (Institute of Electrical and Electronics Engineers) per la revisione ed il perfezionamento dello standard di criptatura.

Fonte: Arstechnica

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
eltalpa22 Aprile 2004, 18:03 #1
Adesso si comincia a capire chi è la più grande potenza del mondo... ma la cosa a dire la verità non mi tranquillizza troppo
Opteranium22 Aprile 2004, 20:02 #2
preferisci un mondo dominato USA? Io no.
E' tempo che anche la Cina si svegli e dimostri che ha le palle, come sta già facendo col settore aerospaziale.
T. Alexius22 Aprile 2004, 20:17 #3
per la serie,dalla padella alla brace...
atomo3722 Aprile 2004, 20:17 #4
Ho a che fare per lavoro anche un po' con la Cina e non sono proprio famosi per correttezza e affidabilità quindi tra USA e Cina non saprei chi segliere come superpotenza!
PCinceppato23 Aprile 2004, 03:48 #5
Io dico che L'EUROPA si deve dare una svegliata!!
feanor198223 Aprile 2004, 09:10 #6
Tra usa e cina, la meno peggio è l'america!!!
è chiaro che la cina venda i suoi prodotti a prezzo stracciato, se li nn hanno rispetto per la vita umana e nn esistono tutele per i lavoratori!!!
gerasimone23 Aprile 2004, 09:40 #7

forse ot, ma volevo rispondere

la cina? ma state scherzando? meglio stare lontani da politiche del governo cinese... è notizia di oggi lo scontro di 2 treni in corea... e il governo filo-cinese mette a tacere. non ho mai visto un caarico di benzina distruggere una parte di città... ma che portavano quei treni?
cdimauro24 Aprile 2004, 07:06 #8
Dinamite.
magilvia25 Aprile 2004, 00:20 #9
...se li nn hanno rispetto per la vita umana...

Non è mica che in america ne abbiano molta di più visto la facilità con la quale intraprendono guerre ammazzando migliaia di civili solo per soldi. E anche in casa hanno ancora la pena di morte nè sembra che abbiano intenzione di toglierla.
PCinceppato ha ragione EUROPA quand'è che ti svegli ???
dragunov27 Aprile 2004, 20:09 #10
Intel ha delle belle influenze vero???

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^