La Commissione Europea verso regole chiare e coerenti per l'e-commerce

La Commissione Europea verso regole chiare e coerenti per l'e-commerce

Dal Commissario per la Tutela dei Consumatori la proposta di una disciplina Europea per gli acquisti online. Obiettivo: un mercato più fluido da approcciare con più fiducia

di Alessio Di Domizio pubblicata il , alle 12:40 nel canale Mercato
 

L'Europa vede nell'e-commerce un veicolo per stimolare la creazione di un mercato online realmente, e non solo potenzialmente, transnazionale. Per questo motivo la Commissione ha proposto la stesura di una carta dei diritti dell'acquirente online, che renda più semplice e sicura l'interazione fra utenti e negozi online di altre nazioni europee.

La proposta, di cui dà conto ArsTechnica, prevede l'accesso degli acquirenti a informazioni chiare sui prezzi finali e su tutte le spese addizionali, ma anche un incremento della protezione dei consumatori da disservizi e mancate consegne e una migliore e più coerente disciplina di rimborsi, RMA resi.

Fra le proposte spicca una blacklist di termini contrattuali non corretti e una gray list di condizioni da ritenersi insoddisfacenti se non accompagnate da ulteriori azioni di tutela a carico del rivenditore.

L'obiettivo del provvedimento, nelle intenzioni del Commissario Europeo per la Tutela dei Consumatori Meglena Kuneva, è quello di agevolare la competitività del mercato online, che vede per adesso la netta predominanza di transazioni interne ai vari mercati nazionali.

Non resta che sperare in una rapida emanazione del relativo provvedimento e in un'altrettanto rapida attuazione dello stesso presso le nazioni coinvolte. Parlare di un mercato online europeo, in assenza di regole chiare e condivise, rischia di risultare fuorviante.

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
StyleB09 Ottobre 2008, 12:51 #1
bene bene... non possiam che esserne felici
Catan09 Ottobre 2008, 12:55 #2
e si l'unica cosa che mi lascia un pò perplesso è nelle regole finali, io spero solo che la commisione europea non faccia regole che sono dei mattoni, che tutelano si l'utente e il compratore, ma che danno troppi svantaggi al venditore.
diciamo un certo equilibrio tra diritti del compratore e cmq non caricare troppo di doveri e difficolta il venditore.
se no si stimola solo un mercato "nero" parallelo
inkpapercafe09 Ottobre 2008, 13:11 #3
Evvai che forse è la volta buona che eBay finalmente chiude....
TheDarkAngel09 Ottobre 2008, 13:30 #4
Originariamente inviato da: Catan
e si l'unica cosa che mi lascia un pò perplesso è nelle regole finali, io spero solo che la commisione europea non faccia regole che sono dei mattoni, che tutelano si l'utente e il compratore, ma che danno troppi svantaggi al venditore.
diciamo un certo equilibrio tra diritti del compratore e cmq non caricare troppo di doveri e difficolta il venditore.
se no si stimola solo un mercato "nero" parallelo


già poveri venditori, dopo che hanno venduto è giusto che si dimentichino del compratore
SwatMaster09 Ottobre 2008, 14:12 #5
Finalmente sparirà la paura di molti di comprare online.
skadex09 Ottobre 2008, 14:23 #6
Secondo me si assisterà ad un aumento consistente dei prezzi benchè delle regole più chiare eliminerebbe molti pseudo venditori e garantirebbero maggiormente gli acquisti in line che attualmente sono una jungla.
MiKeLezZ09 Ottobre 2008, 15:08 #7
A me piacerebbe andare alla Postale e poter sporgere denunzia, con conseguente visitina al negozio
Questo sarebbe già un bel passo in avanti
Genesio09 Ottobre 2008, 17:07 #8
si ma l'IVA????

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^