La flessione di Android pesa sulle consegne tablet del primo trimestre

La flessione di Android pesa sulle consegne tablet del primo trimestre

Il primo trimestre del 2012 vede un fisiologico calo nelle consegne di tablet rispetto all'eccezionale trimestre natalizio del 2011, ma una consistente crescita rispetto al medesimo periodo dello scorso anno

di Andrea Bai pubblicata il , alle 10:28 nel canale Mercato
Android
 

Le vendite dei tablet multimediali a livello globale nel primo trimestre del 2012 sembrano essere al di sotto delle aspettative, per via di una consistente flessione nelle consegne di tablet basate su sistema operativo Android che sono andate così a compensare il forte trimestre di vendite di Apple. Secondo le stime preliminari della società di analisi di mercato IDC il primo trimestre dell'anno in corso ha fatto registrare un volume di consegne di 17,4 milioni di pezzi, in calo di 1,2 milioni dalle proiezioni originarie di IDC.

La società di analisi di mercato ha infatti previsto per il trimestre un forte rallentamento stagionale del -34% rispetto allo strabiliante ultimo trimestre del 2011, quando i tablet fecero registrare volumi per 28,2 milioni di pezzi. In realtà la flessione si è dimostrata più netta, del 38,4%. E' comunque opportuno osservare che il risultato rappresenta una forte crescita del 120% su base annuale, rispetto ai 7,9 milioni di tablet consegnati nel corso del primo trimestre dello scorso anno.

Tom Mainelli, responsabile per IDC dell'area Mobile Connected Devices, ha commentato: "In questo trimestre Apple ha riconfermato il proprio dominio sul mercato, con un forte volume di consegne nel momento in cui moltissimi vendor Android hanno assistito ad una brusca flessione a seguito della vivace stagione delle vendite di fine anno. La mossa di Apple di posizionare iPad come tablet all-purpose e non solo come un dispositivo di fruizione di contenuti, sta avendo risalto tra i consumatori ed il pubblico educational e commercial. La decisione di mantenere a listino iPad 2 ad un prezzo inferiore a seguito del lancio del nuovo iPad sta avendo inoltre il giusto ritorno".

L'azienda di Cupertino ha consegnato 11,8 milioni di iPad durante il trimestre che seppur inferiori ai 15,4 milioni del trimestre precedente hanno portato ad una crescita del market share dal 54,7% dell'ultimo quarto del 2011 al 68% nel primo trimestre del 2012. Amazon, che con l'ingresso sul mercato nel quarto trimestre 2011 ha saputo agguantare il secondo posto con il 16,8% e 4,8 milioni di unità consegnate, deve ora arretrare in terza posizione con una flessione del market share al 4%. E' la coreana Samsung a sopravanzare Amazon, mentre Lenovo e Barnes&Noble si classificano al quarto e al quinto posto.

Le consegne complessive di soluzioni tablet Android sono andate calando nel primo trimestre del 2012, ma compagnie come Samsung e Lenovo hanno iniziato a registrare una buona trazione sul mercato grazie alle ultime generazioni di prodotti. Secondo IDC il segmento dovrebbe comunque andare incontro ad una rapida ripresa, grazie all'introduzione di nuovi prodotti da parte di altre realtà nel secondo trimestre e a seguire.

Mainelli ha osservato: "Pare che alcuni dei vendor Android stiano iniziando a prendere atto di ciò che Amazon e Barnes & Noble hanno intuito molto presto: per competere nel mercato dei media tablet con Apple è necessario offrire prodotti a prezzi considerevolmente inferiori. Ci attendiamo da Amazon un nuovo dispositivo, con schermo di maggiori dimensioni, ad un prezzo aggressivo e che Google faccia il proprio ingresso sul mercato con una soluzione economica, a co-brand ASUS, progettato per competere direttamente con il Kindle Fire".

Guardando al futuro è ancora impossibile determinare l'impatto sul mercato di Windows 8 e Windows RT, che dovrebbero giungere ai consumatori nel corso del quarto trimestre. Il prezzo dei nuovi tablet Windows non è stato ancora annunciato e ovviamente rappresenterà un fattore chiave per poter far presa sui consumatori. La risposta del pubblico al nuovo sistema operativo ed il successo dell'integrazione con i tradizionali sistemi Windows saranno parimenti cruciali.

"Il mercato tablet mondiale entrerà in una nuova fase nel corso della seconda metà del 2012, che cambierà la forma del panorama competitivo. Mentre Apple continuerà ad occupare con tranquillità il trono, la battaglia per le successive posizioni sarà feroce. Gli ultrabook, il lancio di Windows 8 e alcuni prodotti a sorpresa renderanno incredibile la stagione delle vendite natalizie del 2012" ha commentato Bob O'Donnell, program vice president Clients and Display per IDC.

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
TheMonzOne04 Maggio 2012, 10:36 #1
Ma chi ha scelto il titolo?
Leggendo quello sembra che la colpa delle scarse vendite di Tablet con Android sia colpa del sistema operativo....
Veradun04 Maggio 2012, 10:37 #2
Dopo la fine dell'era netbook, anche quella tablet si sta felicemente concludendo.
adapting04 Maggio 2012, 10:41 #3
Originariamente inviato da: Veradun
Dopo la fine dell'era netbook, anche quella tablet si sta felicemente concludendo.


Sembra proprio il contrario: +120% rispetto ad un anno fa.
Di cui però Android ha avuto un market share minore del previsto, causato anche dal crollo delle vendite del kindle fire rispetto al trimestre di natale.
dwfgerw04 Maggio 2012, 10:50 #4
Originariamente inviato da: Veradun
Dopo la fine dell'era netbook, anche quella tablet si sta felicemente concludendo.


Che commento infelice...Un forum di tecnologia con utenti così miopi è sconfortante, poi ci lamentiamo che siamo visti come il terzo mondo in ambito IT ?

Il netbook è sostanzialmente un computer (con tutti i pro ma anche tutti i contro, tipo un os che non tutti sanno usare o avvicinare senza timore) con un hw scadente, il tablet invece è un dispositivo smart che può usare mia nonna di 70 anni (e lo usa!), il consulente accanto a me, il tecnico reti che si arrampica sui tralicci dei ponti radio, fino al ragazzo che va all'università e chi ne ha più ne metta. Potrei starti ad elencare centinaia di casi sia in ambito business che casalingo nel quale il tablet si inserisce alla perfezione, a differenza di un netbook.
Veradun04 Maggio 2012, 10:58 #5
Originariamente inviato da: dwfgerw
Che commento infelice... Il netbook è sostanzialmente un computer (con tutti i pro ma anche tutti i contro, tipo un os che non tutti sanno usare o avvicinare senza timore) con un hw scadente, il tablet invece è un dispositivo smart che può usare mia nonna di 70 anni (e lo usa!), il consulente accanto a me, il tecnico reti che si arrampica sui tralici dei ponti radio, fino al ragazzo che va all'università.


I'm rolling on the floor laughing my arse off
CYRANO04 Maggio 2012, 11:27 #6
ma chi ha scritto sto titolo ?



C.òs.òs.ò.àò
Family Guy04 Maggio 2012, 11:33 #7
Originariamente inviato da: TheMonzOne
Ma chi ha scelto il titolo?
Leggendo quello sembra che la colpa delle scarse vendite di Tablet con Android sia colpa del sistema operativo....

non mi pare, c'è scritto che i tablet android hanno venduto poco, causando una calo di vendite di tablet "complessivamente".

C'è anche da dire che era impossibile attendersi le stesse vendite del periodo natalizio

ipad probabilmente tira di più perché "il nuovo" è uscito da poco
TheMonzOne04 Maggio 2012, 11:38 #8
Originariamente inviato da: Family Guy
non mi pare, c'è scritto che i tablet android hanno venduto poco, causando una calo di vendite di tablet "complessivamente".

C'è anche da dire che era impossibile attendersi le stesse vendite del periodo natalizio

ipad probabilmente tira di più perché "il nuovo" è uscito da poco
E io cosa ho detto? Che il titolo sembra dire tutt'altro rispetto a quello che c'è poi scritto nell'articolo...
Dal titolo sembra che la colpa sia di Android, non dei vendor che non sono stati in grado di proporre prodotti concorrenziali come poi è esplicato nell'articolo.
MaxVIXI04 Maggio 2012, 12:23 #9
Originariamente inviato da: adapting
Sembra proprio il contrario: +120% rispetto ad un anno fa.
Di cui però Android ha avuto un market share minore del previsto, causato anche dal crollo delle vendite del kindle fire rispetto al trimestre di natale.


beh +120 su base annua è un conto, -38 sulla stagione precedente un'altro... prova per esempio a pensare ad un paccetto azionario acquaistato l'anno 12 mesi fa: nell'ultmo anno ti ha fatto guadagnare il 120% ma negli ultimi 3 mesi i tuoi guadagni si sono contratti del 38%.

cosa faresti? terresti le tue azioni o venderesti e passeresti ad altro? (io dico la seconda)

cmq come è già stato scritto ci sono troppe differenze tra stagione natalizia e primi mesi dell anno... per capire se il mercato delle scatolette luminose abbia superato o meno il suo apogeo basta attendere il prossimo trimestre o in caso attendere qualche mese in più e vedere come sarà accolto win8
adapting04 Maggio 2012, 12:31 #10
Originariamente inviato da: MaxVIXI
beh +120 su base annua è un conto, -38 sulla stagione precedente un'altro... prova per esempio a pensare ad un paccetto azionario acquaistato l'anno 12 mesi fa: nell'ultmo anno ti ha fatto guadagnare il 120% ma negli ultimi 3 mesi i tuoi guadagni si sono contratti del 38%.


Non si vendono molti costumi da bagno in inverno, i confronti si fanno sulla STAGIONE precedente non a caso (su quella era misurata il +120% YoY). In particolare il quarter natalizio è il più forte per tutto il mercato IT Consumer.

Infatti questo i mercati lo sanno bene, non a caso le azioni Apple sono aumentate del 10% alla pubblicazione del quarterly report, la borsa non va in ferie....

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^