La Wi-Fi Alliance certifica i prodotti draft N

La Wi-Fi Alliance certifica i prodotti draft N

I prodotti basati sulla seconda bozza delle specifiche 802.11n potranno essere certificati dalla Wi-Fi Alliance

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 15:26 nel canale Mercato
 

La Wi-Fi Alliance rompe gli indugi e decide di certificare la seconda bozza dello standard 802.11n in attesa che il lungo iter di approvazione da parte dell' IEEE si concluda. La notizia viene riportata da Betanews.com, anche se in realtà questa scelta non sorprende più di tanto e intende in un certo senso offrire le maggiori cautele possibili agli utenti.

Il mercato, pur contro le varie raccomandazioni dell' IEEE, ormai pullula di prodotti basati sul primo draft 802.11n: i produttori già da tempo propongono tali soluzione e più recentemente hanno iniziato a distribuire aggiornamenti firmware per allineare le caratteristiche del dispositivo alla seconda bozza. A complicare il quadro ha contribuito pure Intel che in occasione del recente lancio di Centrino Duo e Centrino Pro ha inserito nella propria piattaforma mobile un modulo wireless definito "draft n".

La Wi.Fi Alliance, generalmente reticente nell'utilizzo su prodotti commerciali di protocolli non ancora approvati, ha dovuto prendere atto della situazione e ha annunciato l'imminente certificazione di alcuni prodotti basati su 802.11n draft 2. Il consorzio ha l'obiettivo di salvaguardare l'interoperabilità tra i dispositivi di differenti produttori,il rispetto della retro-compatibilità con i precedenti standard e definisce di fatto alcuni dettagli non espressamente definiti dallo standard. Va ricordato che in alcuni casi quanto elaborato dall'IEEE non viene completamente recepito dal consorzio Wi-Fi Alliance: i vari produttori si accordano per stabilire una condizione minima e necessaria alla certificazione.

Sulle confezioni dei prossimi prodotti per il wireless troveremo presto il classico logo di certificazione della Wi-Fi Alliance ma in questo caso sarà inserita la parola "draft", proprio per richiamare l'attenzione sul fatto che il protocolo 802.11n non è ancora approvato in via definitiva. Entro fine anno si dovrebbe concludere l'iter di ratifica del nuovo protocollo che garantirà una copertura più efficace, con conseguente riduzione delle zone d'ombra, e una maggior velocità di trasmissione. Quest'ultima caratteristica è stata perseguita utilizzando contemporaneamente due canali, tecnica già diffusa in passato da svariete soluzioni proprietarie che ora, finalmente, verrà standardizzata.

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Ombra7718 Maggio 2007, 15:50 #1
Era ora..
spero che a giochi fatti basti un semplice aggiornamento firmware dei dispositivi che supportano 802.11n.
AlbioB18 Maggio 2007, 16:11 #2

errore nel sottotitolo

"cerfificati"?
Sig. Stroboscopico18 Maggio 2007, 16:11 #3
Che si diano una mossa... non è possibile metterci tanto a ratificare uno standard.

Che lo progettino bene fin dall'inizio includendo le sue evoluzioni.
A fare in questo modo ci rimette solo l'utente finale...

-__-
FabioCC18 Maggio 2007, 20:44 #4
Ma questi prodotti "draft" sarebbero tipo le versioni beta dei programmi?
mauro.c21 Maggio 2007, 13:47 #5
Originariamente inviato da: FabioCC
Ma questi prodotti "draft" sarebbero tipo le versioni beta dei programmi?


Non proprio, sono prodotti basati su bozze di soluzioni non ancora ratificate ufficialmente dall'ente regolatore, in questo caso (IEEE Institute of Electrical and Electronics Engineers)

In soldoni, significa che un prodotto draft potrebbe avere delle differenze rispetto allo standard definitiva che verra' approvato, tutto sta a vedere quanto queste differenze sono colmabili con una patch FW o quanto dipendono da scelte progettuali HW

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^