Lenovo lavora per ingrandire la presenza sul mercato smartphone

Lenovo lavora per ingrandire la presenza sul mercato smartphone

Possibile acquisizione della divisione mobile phone di NEC e allargamento del team di progettazione chip per lavorare ad un SoC: l'azienda cinese sembra avere piani seri per una presenza più ingombrante sul mercato smartphone

di Andrea Bai pubblicata il , alle 10:31 nel canale Mercato
Lenovo
 

Grandi manovre in Lenovo Group, uno tra i principali produttori di PC al mondo, che si sta preparando a cambiare passo nel mercato dei dispositivi mobile: l'azienda cinese sta infatti muovendosi su due fronti cercando, da un lato, l'acquisizione della divisione mobile di NEC e, dall'altro, di avviare la progettazione interna di un system on chip proprietario destinato ai prodotti futuri.

Lenovo e NEC si sarebbero infatti incontrati per avviare le trattative legate alla cessione della divisione smartphone di quest'ultima, dopo che per alcuni anni ha rappresentato una voce negativa nel bilancio della compagnia giapponese. I confronti tra le due realtà potrebbero essere già avviati su una strada in discesa, dal momento che le due aziende partecipano ad una joint venture appositamente creata per la commercializzazione di sistemi PC sul mercato giapponese.

Acquisendo la divisione mobile di NEC, Lenovo avrà la possibilità di dare una spinta alle proprie quote di mercato in Asia. Lenovo potrebbe infatti iniziare a diventare un attore di rilievo nel mercato giapponese degli smartphone, utilizzandolo come piattaforma di partenza per l'espansione in Asia e quindi nel mondo. NEC ha dichiarato al Tokyo Stock Exchange lo scorso venerdì: "In un mercato in rapida mutazione stiamo considerando una serie di alternative per stimolare la competitivtà del nostro business mobile phone".

Lenovo, intanto, ha deciso di ingrandire il team di progettazione chip a circa 100 ingegneri entro la metà dell'anno allo scopo di avviare lo sviluppo di SoC per i dispositivi mobile. Le intenzioni della compagnia cinese sono quelle di poter controllare e definire direttamente le caratteristiche, le funzionalità e le prestazioni dei propri smartphone e tablet, probabilmente con il fine ultimo di allargare in maniera significativa la propria offerta di dispositivi mobile. Attualmente Lenovo fa uso di processori sviluppati da Intel e MediaTek. La coreana Samsung ha invece recentemente rifiutato di fornire i propri SoC Exynos al colosso cinese, motivo che ha spinto Lenovo ad organizzarsi in casa.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
sanzokan02 Aprile 2013, 12:23 #1
mah, vedremo, anche se non credo riusciranno a fregare un'ampia fetta di mercato agli altri colossi del mobile

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^