Lenovo rileva da Google Motorola Mobility per 2,91 miliardi di dollari

Lenovo rileva da Google Motorola Mobility per 2,91 miliardi di dollari

Le due aziende stringono un accordo per la cessione della divisione smartphone di Motorola, escludendo da questo i brevetti che restano di Google: è un importante passaggio per Lenovo nella strategia di crescita nel mercato degli smartphone

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 06:36 nel canale Mercato
MotorolaGoogleLenovo
 

Google ha annunciato nella notte di aver sottoscritto un accordo con Lenovo per la vendita di Motorola Mobility, per un controvalore di 2,91 miliardi di dollari USA. Google aveva completato poco meno di 2 anni fa l'acquisizione di Motorola per una cifra pari a 12,5 miliardi di dollari.

L'accordo non prevede la cessione a Lenovo delle proprietà intellettuali che erano state sviluppate originariamente da Motorola e che erano diventate proprietà di Google, ma della sola divisione responsabile di sviluppo e produzione degli smartphone. Quest'ultima le cederà in licenza d'uso a Lenovo ma continuerà a mantenerle come proprie, scelta che dovrebbe permettere a Google di meglio continuare lo sviluppo del proprio sistema operativo Android.

Vendere a poco meno di 3 miliardi di dollari qualcosa che è stato acquistato meno di 2 anni fa a 12,5 miliardi può sembrare una vera e propria disfatta per Google in termini finanziari, sommando a questo i risultati trimestrali non di certo entusiasmanti ottenuti da Motorola nel periodo di proprietà di Google. Le cose vanno però valutate correttamente per quello che sono: quanto Google vende quest'oggi non è quello che Google ha acquistato meno di 2 anni fa.

Il prezzo d'acquisto iniziale di 12,5 miliardi di dollari includeva contante per circa circa 3 miliardi di dollari accumulato da Motorola e 1 miliardo in crediti sulle imposte. Google ha venduto nel frattempo la divisione di Motorola responsabile per lo sviluppo di modem e set top box per 2,4 miliardi mentre la vendita a Lenovo riguarda la sola divisione hardware specializzata nella produzione di smartphone. A Google rimane un controvalore di 3,2 miliardi di dollari per il pacchetto di brevetti sviluppato da Motorola, complesso che ha una valutazione di mercato che come minimo può essere quantificato in 5,5 miliardi di dollari. Ecco che un'operazione che a prima vista può sembrare in forte perdita per Google si rivela essere tutt'altro che un flop per l'azienda americana.

Passando a Lenovo non può che sorprendere il comportamento di quest'azienda che ritorna sul mercato una settimana dopo aver annunciato l'acquisizione della divisione server x86 di IBM. Da tempo si vociferava della volontà di Lenovo di acquistare uno dei marchi storici del settore degli smartphone e in più occasioni BlackBerry era stata indicata come possibile obiettivo. Con Motorola, e continuando a mantenerne il nome sul mercato, Lenovo può puntare a guadagnare rapidamente quote di mercato nel settore degli smartphone nei mercati europeo e nord americano, continuando a mantenere una forte presenza in Cina con i prodotti a proprio marchio.

In questi anni Lenovo è stata capace di diventare il primo produttore di PC a livello globale ed emerge in modo chiaro la volontà di seguire simile traiettoria anche per il settore degli smartphone. L'accordo verrà valutato nelle prossime settimane da parte delle autorità competenti tanto in nord America come in Cina. Come sempre accade in questi casi, pertanto, sarà necessario attendere prima che l'operazione possa definirsi definitivamente conclusa. I 2,91 miliardi di dollari di controvalore verranno erogati con 660 milioni in contanti, 750 milioni in azioni Lenovo e 1,5 miliardi di dollari dopo 3 anni dalla chiusura dell'operazione.

28 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
iorfader30 Gennaio 2014, 07:07 #1
ma in che senso? quindi adesso i vari smartphone sono di lenovo?
nickmot30 Gennaio 2014, 07:31 #2
Originariamente inviato da: iorfader
ma in che senso? quindi adesso i vari smartphone sono di lenovo?


Lenovo si e' presa la divisione telefoni di Motorola, google ha mantenuto i brevetti e li concede in licenza a Lenovo.
Praticamente l'accordo MS-Nokia (con un po' di differenze), con Lenovo nella parte di MS e Google nella parte di Nokia.

I futuri Motorola saranno quindi telefoni Lenovo.

Purtroppo non avevo visto questa news ed ho scritto un lungo commento alla cosa in un thread diverso.

Questo e' cio' che penso:
http://hwupgrade.it/forum/showpost....mp;postcount=43
Bromden30 Gennaio 2014, 08:07 #3
Questa di Google è stata una mossa altamente strategica e mi sembra che sia un'operazione completamente diversa rispetto a quella di Microsoft/Nokia.
Innanzitutto Google comprò Motorola soprattutto per il suo enorme portafoglio brevetti (che comunque continua a detenere) per contrastare la guerra "termonucleare" che Apple stava attuando non tanto contro Google direttamente ma quanto sui produttori che usavano Android (Samsung in primis).
Questa operazione fa il paio con l'accordo di pochi giorni fa con Samsung per la condivisione dei brevetti. In pratica Google ha intrecciato un rapporto molto forte di correlazione e di collaborazione sia con il produttore numero uno al mondo di smartphone (Samsung) e il numero uno al mondo per i pc (Lenovo).
Anche se alla fine dei conti Google non ci ha perso vendendo la divisione Mobility di Motorola, sta di fatto che ha venduto ad un prezzo molto vantaggioso per Lenovo, ed è chiaro che la contropartita è un'intensa partnership che sicuramente interessava a quelli di Mountain View più per la questione pc che per la questione smartphone (settore dove comunque Lenovo è molto forte nel suo mercato interno, ovvero la Cina) .
Questa è l'impressione che ne ho tratto.
Phantom II30 Gennaio 2014, 08:33 #4
Il dato più interessante di questa notizia, che fa il paio con quella di ieri in merito alla divisione server x86 di IBM è che la Cina s'è messa a fare grandi acquisti anche gli Stati Uniti, forse inizia a profilarsi la fine de "l'impero americano".
Mparlav30 Gennaio 2014, 09:08 #5
Ora col settore mobile di Motorola, Lenovo si procura quella porta per il mercato americano soprattutto, e penso anche per quello europeo.
E' un marchio ancora molto riconoscibile.

Dall'altro lato, Google "tranquillizza" i partner, cessando di essere un concorrente diretto.
ERRYNOS30 Gennaio 2014, 09:08 #6
Ma il moto g e moto x continueranno a ricevere futuri aggiornamenti come se fossero ancora di google oppure cambierà la storia con questa acquisizione?
dtreert30 Gennaio 2014, 09:44 #7
mmmmmm, per me potrebbe anche essere che si sono resi conto che non sarebbero riusciti a fare andare bene motorola. Altrimenti avrebbero ceduto prima la divisione produttiva. Magari hanno visto che con moto x e g non hanno avuto i risultati sperati.

Imho resta comunque il fatto che Google ci guadagnerebbe se riuscisse a produrre oggetti e non solo servizi porterebbe grandi vantaggi
ulk30 Gennaio 2014, 09:44 #8
Ok Tizen ritorna a prendere polvere...
calabar30 Gennaio 2014, 09:52 #9
Credo non passerà molto tempo prima che ci si possa rendere conto degli sviluppi a cui porterà questa mossa.
Da una parte Motorola perde il filo diretto con Google (anche se, a seconda degli accordi presi, potrebbe non perderlo del tutto). Dall'altra Lenovo ha tirato fuori smartphone molto molto interessanti, e forse questa è la volta buona per vederli portati anche qui da noi.

Sono curioso di vedere come andrà ora a finire la questione dei pagamenti che Microsoft chiede ai produttori Android. Fino ad ora Motorola non ha scucito un dollaro, ma Lenovo non è Google, è un grosso produttore di PC e per questo motivo Microsoft ha dell' "ascendente" su di esso.
Peccato, avevo sperato che con Motorola Google potesse arrivare a far chiarire una volta per tutte questa vicenda.
acerbo30 Gennaio 2014, 10:26 #10
quindi adesso non ci si puo' piu' "vantare" di avere lo smartphone uozz american, sarà a tutti gli effetti un marchio cinese, non solo nella componentistica

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^