Lo standard 802.11n non convince tutti i produttori

Lo standard 802.11n non convince tutti i produttori

Broadcom rivede al ribasso le proprie previsioni relative alla disponibilità di soluzioni basate su 802.11n. Cisco, invece, pare molto ottimista in merito

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 12:27 nel canale Mercato
Cisco
 

Lo standard 802.11n continua a creare scompiglio nel particolare mercato delle soluzioni wireless: superati i ben noti problemi legati alle scelte tecnologiche alcuni produttori hanno pareri discordi in merito all'adozione e alla commercializzazione di soluzioni MIMO.

Come riporta Arstechnica.com, Broadcom non crede che le soluzioni 802.11n siano attualmente pronte per il mercato mainstream. Solo pochi mesi fa la società aveva dichiarato che entro la fine di questo anno il 25% dei prodotti wirelss commercializzati sarebbe stato in standard 802.11n, ma tale stima è stata rivista al ribasso del 5%.

Alla base di questa rivisitazione delle previsioni vi sarebbero ragioni di costi: Broadcom è convinta che la sensibile differenza di prezzo tra prodotti in standard 802.11n rispetto all'attuale versione "g" frenerà l'adozione della nuova tecnologia. Secondo Broadcom ad essere maggiormente restii nella migrazione non saranno gli utenti finali, bensì i vari operatori delle telecomunicazione che, sempre più spesso, offrono in bundle ai propri servizi router e dispositivi wi-fi.

Di parere opposto si è dichiarata Cisco che ha in previsione il rilascio della propria soluzione Aironet 1250 basata sul draft 2 dello standard 802.11n. Le motivazioni addotte da Cisco per questo importante passaggio trovano origine nella massiccia disponibilità di prodotti 802.11n installati su pc portatili. Ricordiamo a tal proposito che la più recente piattaforma Intel Centrino adotta proprio tale tipologia di standard wireless.

La pubblicazione definitiva del nuovo standard è prevista per aprile 2009 e da tale data è lecito attendersi la disponibilità degli aggiornamenti firmware per gli attuali prodotti basati sul draft 2.0.

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
canislupus06 Settembre 2007, 12:33 #1
Ma che senso ha avere un prodotto basato su dei draft ? Insomma la tecnologia non è ancora uno standard certo e quindi si rischia di comprare un prodotto caro e che potenzialmente potrebbe avere qualche problema (anche se aggiornassero il firmware).
Personalmente io mi trovo benissimo con lo standard g che uso solo per navigare (e che già va molto bene). Certo che se uno ha una casa enorme (da 200 mq) o su più piani può essere migliore come tecnologia quando sfrutta il MiMo.
nicola198506 Settembre 2007, 12:39 #2
ma lo standard G è presente nei portatili di tipo intel santa rosa?
perchè io ne vorrei acquistare uno proprio per questa connessione G dato che ho la casa su + piani!
Spectrum7glr06 Settembre 2007, 13:50 #3
Originariamente inviato da: canislupus
Ma che senso ha avere un prodotto basato su dei draft ? Insomma la tecnologia non è ancora uno standard certo e quindi si rischia di comprare un prodotto caro e che potenzialmente potrebbe avere qualche problema (anche se aggiornassero il firmware).


bè se tutte le volte che si profila all'orizzonte un nuovo standard dovessimo aspettare l'effettiva ratifica dello stesso prima della commercializzazione dei prodotti staremmo freschi...non è una regola fissa ovviamente ma la stessa cosa è avvenuta anche in passato (è già successo che arrivi prima prima la wifi alliance e poi la IEEE).
Dal punto di vista del consumatore però non è che cambi molto: finchè c'è il marchio della wifi alliance non ci sono problemi di interoperabilità tra prodotti anche di marche diverse
tmx06 Settembre 2007, 14:01 #4
che l'N sia ancora in alto mare, alto alto mare, da molti punti di vista, lo si sapeva già...

senza dubbio il mio linksys G aspetto a cambiarlo...
canislupus06 Settembre 2007, 14:11 #5
Spectrum il problema è che se oggi ti compri un prodotto pre-n (perchè di fatto si basa su un draft anche se quasi definitivo) non hai la certezza assoluta che non avrà mai problemi.
Onestamente mi sembra ancora un azzardo. E non tutti lo sanno bene.
Criceto06 Settembre 2007, 14:24 #6
Però Apple, che utilizza lo standard "draft", va con la wireless "N" da quasi un anno... scusa se è poco!
E questo certo non pregiudica l'utilizzo con il vecchio standard "G".
Willy_Pinguino06 Settembre 2007, 15:01 #7
A me preoccupa piuttosto che dalla maggior parte delle comparative che ho visto in giro, sia draft1 che draft2 non raggiungono nemmeno lontanamente i limiti teorici, ma ne sono ben sotto... non c'è nemmeno un raddoppio della banda passante sopra i 10 metri senza ostacoli, la distanza utile con banda passante di almeno 30Mb/s non arriva a 150 mt all'aperto e a 40 mt al chiuso (con pochi ostacoli naturalmente...)
Infine l'interoperabilità tra apparecchiature diverse è davvero bassa, al punto che tra marche diverse forzando il solo standard N si possono avere anche prestazioni inferiori allo standard solo G... e la mia paura è che non sia una difficoltà legata alla mancanza di uno standard definitivo, piuttosto una debolezza della tecnologia e non momentanea ma intrinseca.
Spectrum7glr06 Settembre 2007, 15:16 #8
Originariamente inviato da: canislupus
Spectrum il problema è che se oggi ti compri un prodotto pre-n (perchè di fatto si basa su un draft anche se quasi definitivo) non hai la certezza assoluta che non avrà mai problemi.
Onestamente mi sembra ancora un azzardo. E non tutti lo sanno bene.


stai facendo un po' di confusione ...una cosa è una certificazione della wifi alliance un'altra è uno standard IEEE. Semplicemente, stante l'attuale draft-n, i produttori che aderiscono alla wi-fi alliance garantiscono l'interoperabilità dei prodotti certificati draft-n dalla wi-fi alliance stessa...niente viene garantito nei confronti del futuro standard n e semplicemente prendi un prodotto che ha caratteristiche SUPERIORI allo standard g e che contestualmente è certificato per l'interoperabilità con prodotti similari di altri vendors (oltre che con prodotti delle precedenti generazioni).
Denny2107 Settembre 2007, 22:20 #9
Ho avuto diversi dubbi nell'acquistare, ma alla fine ho preso un NETGEAR DG834GT soltanto tre giorni fa, (devo ancora aggiungerlo alla lista in firma).

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^