Meglio del previsto i risultati trimestrali di Intel

Meglio del previsto i risultati trimestrali di Intel

Nonostante il mercato dei PC continui a mostrare segnali di debolezza Intel riesce a chiudere il secondo trimestre 2015 con un risultato postivo, superiore a quanto atteso dagli analisti finanziari

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 13:31 nel canale Mercato
Intel
 

Nella serata di ieri Intel ha reso disponibili i risultati finanziari del secondo trimestre 2015, evidenziando dati positivi che sono superiori a quelli attesi dagli analisti. Tutto questo nonostante il mercato dei PC sia ancora alle prese con vendite inferiori alle aspettative e una domanda da parte dei consumatori che tarda a materializzarsi in volumi elevati.

Il fatturato trimestrale ha toccato quota 13,2 miliardi di dollari, in contrazione del 5% rispetto ai 13,8 miliardi di dollari dello stesso periodo del 2014. Per l'utile operativo il dato è positivo, pari a 2,9 miliardi di dollari, mentre quello netto è stato pari a 2,7 miliardi: in entrambi i casi sono dati in calo rispetto al corrispondente periodo del 2014 ma in misura limitata. Il margine operativo lordo ha toccato quota 62,5%, in calo di due punti rispetto al Q2 2014.

A risentire dell'andamento di mercato il gruppo Client Computing, che ha visto un calo di fatturato del 14% rispetto allo stesso periodo del 2014; in contrazione anche la divisione software e services con una contrazione più contenuta del 3%. A crescere la divisione Data Center, che ha registrato un +10%, oltre a quella Internet of Things con un +4% nel periodo.

Brian Krzanich, CEO dell'azienda, ha evidenziato nel commentare i risultati come i dati positivi siano frutto del focus allargato dell'azienda, capace di generare profitti in varie divisioni e così facendo bilanciare il calo del tradizionale business legato al mondo dei PC. Il debutto delle soluzioni Core della famiglia Skylake, assieme al nuovo sistema operativo Windows 10, dovrebbero tuttavia riportare una certa verve al mercato dei PC client nel corso della seconda metà dell'anno. Da questo una stima di fatturato, per il terzo trimestre 2015, pari a 14,3 miliardi di dollari con una forbice verso l'alto e il basso di 500 milioni di dollari.

Resta in ogni caso da capire in che modo, e con quale incidenza, il mercato dei PC potrà far fronte all'attuale scenario; tutti i produttori impegnati in questo settore, sfruttando Windows 10 e il debutto di nuove architetture hardware, sono infatti chiamati a stimolare nuove vendite tanto nel settore commercial come in quello consumer.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Cappej16 Luglio 2015, 13:39 #1
no.. un attimo.... 2,7 mid utile lordo, 2,2 mld utile netto... dalle tasse?!?
19%
ditemi che ho capito male...
marchigiano16 Luglio 2015, 14:18 #2
500 milioni al 19% sono 500 milioni di volte meglio che 0 milioni al 55%

riguardo skylake, dubito che possa fare grandi risultati perchè il settore è oramai in declino, la gente si sta spostando verso ultrabook passivi e 2in1 dove bay trail e cherry trail bastano e avanzano, windows 8 e 10 richiedono sempre meno risorse...

chi necessita di tanta potenza va su lga2011 che oramai è abbastanza abbordabile, la fascia intermedia la vedo sempre più ristretta

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^