Memorie NAND Flash verso il costo di 1$ per GB

Memorie NAND Flash verso il costo di 1$ per GB

Entro la fine dell'anno le memorie NAND Flash potrebbero discendere al livello di 1 dollaro per GB, un valore mai più raggiunto dall'ultimo trimestre del 2008

di Andrea Bai pubblicata il , alle 17:21 nel canale Mercato
 

La società di analisi di mercato iSuppli prevede che, dopo due anni di prezzi inflazionati, il prezzo delle memorie NAND flash possa tornare al livello chiave di 1 dollaro per gigabyte. Si tratterebbe di un traguardo importante, in quanto il prezzo di 1 dollaro per GB dovrebbe stimolare una più larga adozione delle soluzioni Solid State Drive, il cui mercato si trova in una situazione di difficoltà.

Secondo le rilevazioni e le stime di iSuppli, il prezzo per le memorie NAND flash a 3 bit per cella (TLC) si manterrà mediamente sul valore di 1,20 dollari per l'intero quarto trimestre, per scendere ad 1 dollaro entro la fine dell'anno. Si tratterebbe così di un calo consistente rispetto ai livelli del primo trimestre del 2010, quando il prezzo medio per le memorie TLC si era assestato attorno agli 1,80 dollari, mentre le memorie Flash a due bit per cella erano quotate a 2,05 dollari. L'ultimo periodo in cui le memorie NAND Flash sono state al di sotto della soglia di 1 dollaro per GB risale al quarto trimestre del 2008, quando le memorie di tipo MLC erano quotate a 90 centesimi per GB.

Michael Yang, senior analist per iSuppli per ciò che concerne il mercato dello storage e delle memorie, ha dichiarato: "Nel momento in cui il prezzo delle memorie NAND cadde al di sotto della soglia di 1 dollaro alla fine del 2008, in molti hanno ritenuto si trattasse del segnale di avvio per lo storage basato su soluzioni a stato solido, permettendo alla tecnologia di essere competitiva, dal punto di vista dei costi, con le soluzioni tradizionali HDD. Durante i trimestri successivi il prezzo è però cresciuto per via della forte domanda e della bassa capacità produttiva, limitando così gli SSD al mercato server a bassi volumi, impedendo una larga adozione nei mercati business e consumer ad alto volume".

Vi è tuttavia qualche perplessità in merito ad un' effettiva ripresa del mercato dello storage SSD. Yang infatti sostiene che sebbene il prezzo delle memorie NAND sia prossimo a ritornare ad un livello mai più visto nel corso degli ultimi due anni e che ciò potrebbe rappresentare una spinta nell'interesse verso le soluzioni SSD, gli Hard Disk tradizonali hanno potuto, proprio in questi due anni, riguadagnare molto terreno grazie a prezzi in discesa e capienze in crescita. Gli SSD potrebbero pertanto avere grosse difficoltà a riportarsi al passo delle soluzioni tradizionali.

Secondo Yang il prezzo per GB delle memorie NAND dovrebbe flettersi fino a 40 centesimi di dollaro entro il 2012, in maniera tale che un SSD da 100GB possa essere commercializzato ad un prezzo di circa 50 dollari, rendendo così lo storage basato su tecnologia a stato solido più interessante per il mondo consumer e corporate.

Nel corso della seconda metà dell'anno, inoltre, iSuppli sostiene che si andrà incontro ad un' inevitabile difficoltà nella fornitura di memorie MLC, mentre invece le memorie TLC dovrebbero poter essere in grado di rispondere senza problemi alla domanda. Con il mercato che va incontro allo stagionale periodo di picco delle vendite, i consumatori avranno modo di beneficiare delle numerose promozioni del periodo back-to-school e del periodo delle festività natalizie. Considerando tutti gli elementi nel loro insieme, iSuppli prevede che l'industria NAND flash potrà essere in grado di raggiungere un fatturato record di 5 miliardi nel corso del terzo trimestre dell'anno.

28 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gatto2323 Agosto 2010, 17:30 #1
Era ora ed anche il coste delle memorie Ram è il caso che si abbassino un pò, staremo a vedere!
frankie23 Agosto 2010, 17:32 #2
in effetti anche tra le offertone di SD pendrive scarse è da molto tempo che non vedo oltre i 9.90 4GB. ora è spiegato il motivo.
gabriweb23 Agosto 2010, 18:07 #3
Bah speriamo che sia la volta buona che ad inizio 2011 mi prendo un SSD da 128gb ad un prezzo umano finalmente
Capozz23 Agosto 2010, 20:51 #4
Sarebbe pure ora, così potremmo comprare un ssd con capienza decente senza svenarci
Redux23 Agosto 2010, 21:09 #5
che sia solo il fattore prezzo a frenare le vendite non mi sembra una lettura del tutto convincente. probabilmente incide, ma il passaggio a un ssd offre un boost prestazionale talmente evidente ed apprezzabile, da renderlo comunque appettibile, piuttosto che "investire" in processori iperpompati o nell'ennesimo paio di giga di ram.

a febbraio scorso ho speso 200 euro per un x-25 m g2: è vero che son più di due euro al giga ma il guadagno in prestazioni è stato notevole e "visibile"

certo, se si arrivasse a un euro al giga sicuramente potrei adottare un disco piu capiente sul quale caricare i raw da elaborare, anzichè utilizzarlo solo per os e appliqcazioni
ArteTetra23 Agosto 2010, 21:40 #6
Ma qual'è l'utilità di cercare di indovinare come andrà il mercato, ovvero che ci sta a fare iSuppli?
Lo so, sono un ignIorante.

Quanto alla diffusione degli SSD, pensate ad un comune mortale che va in un negozio e vede due computer simili. Cosa comprerà, vedendo che uno costa 300 € in più ma ha 200 GB in meno?
coschizza23 Agosto 2010, 23:14 #7
Originariamente inviato da: ArteTetra
Ma qual'è l'utilità di cercare di indovinare come andrà il mercato, ovvero che ci sta a fare iSuppli?
Lo so, sono un ignIorante.

Quanto alla diffusione degli SSD, pensate ad un comune mortale che va in un negozio e vede due computer simili. Cosa comprerà, vedendo che uno costa 300 € in più ma ha 200 GB in meno?


le aziende in genere pagano follie per informazioni su previsioni di mercato, quindi quella chr ti senbra una cosa sparata li magari è frutto di un enorme elaborazione di dati che poi viene richiesta dal mercato e pagata a caro prezzo

questo pero non significa che le previsioni siano giuste
ulk23 Agosto 2010, 23:28 #8
Francamente non vedo cosa possa cambiare, quello che conta è il prezzo finale che a quanto vedo è destinato a rimanere ancora alto.
ulk23 Agosto 2010, 23:30 #9
Originariamente inviato da: ArteTetra
Quanto alla diffusione degli SSD, pensate ad un comune mortale che va in un negozio e vede due computer simili. Cosa comprerà, vedendo che uno costa 300 € in più ma ha 200 GB in meno?


Non ti preoccupare in nessun computer metono SSD se non nella fascia altissima che non compare negli store tipo UniEuro.
ArteTetra24 Agosto 2010, 00:19 #10
Non so cosa intendi con fascia "altissima" e purissima e non ho idea di cosa sia UniEuro.

Comunque il mio discorso è appunto quello, non mettono SSD perché la gente "normale" non capirebbe l'elevato maggior costo e snobberebbe il prodotto.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^