Meno 15% per le vendite di PC nelle nazioni Europee

Meno 15% per le vendite di PC nelle nazioni Europee

Forte contrazione nelle vendite tra le nazioni dell'Europa occidentale, con un calo del 15% rispetto al terzo trimestre 2011. Tutti i produttori ne sono stati segnati, con l'unica eccezione di Lenovo che ha invertito la rotta

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 11:01 nel canale Mercato
Lenovo
 

Molto difficile lo scenario delineato da Gartner per le vendite di PC nell'Europa occidentale, registrate nel corso del terzo trimestre del 2012. Il mercato ha registrato una contrazione nel numero di sistemi venduti pari al 15% rispetto allo stesso periodo del 2011, chiaro segnale di come crisi economica che continua in molte regioni e propensione verso sistemi tablet PC stiano allontanando quantomeno temporaneamente i consumatori dall'aggiornamento dei propri sistemi PC.

Un freno alla domanda di nuovi PC può essere letta anche nell'attesa per il debutto del sistema operativo Windows 8, lanciato sul mercato a fine Ottobre quindi nel quarto trimestre. Sarà solo alla fine di questo periodo che potremo valutare in che misura Windows 8 avrà trainato o meno le vendite di nuovi sistemi PC.

Nel periodo sono stati venduti poco meno di 13,6 milioni di PC contro i poco più di 16 milioni del terzo trimestre del 2011: la contrazione complessiva è stata del 15,4%. Tutti i principali player del settore hanno subito una netta contrazione, con l'unica eccezione di Lenovo che è stata capace di incrementare le vendite del 7,7% riuscendo a superare Dell nella classifica.

HP continua ad essere il primo produttore tra le nazioni dell'Europa occidentale, con una quota di mercato del 19,3%; al secondo posto Acer con il 14,1% seguita da Asus con il 10,7%. Lenovo è quarta con il 9,3% mentre al quinto posto troviamo Dell con l'8,9%. La restante quota del mercato, il 37,7% circa, è suddivisa tra i vari altri produttori che sono o brand multinazionali o aziende che operano a livello nazionale o solo in alcune delle nazioni europee.

Gartner non fornisce dati specifici per l'Italia ma l'analisi dettagliata delle 3 prime nazioni europee per numero di sistemi venduti conferma la difficoltà complessiva del mercato. Nel Regno Unito le vendite su base annuale sono calate del 7,2%, scendendo sotto quota 3 milioni di PC venduti nel trimestre. In Francia il calo è stato pari al 7,6%, con un totale di poco più di 2,6 milioni di PC venduti; in Germania la diminuzione è stata netta con un -19%, passando a 2,67 milioni di PC contro i 3,3 milioni del terzo trimestre 2012.

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Raghnar-The coWolf-12 Novembre 2012, 11:05 #1
troppissimo... lo sapevo che dovevo investire in ottiche, i prezzi sono schizzati alle stelle negli ultimi anni o sbaglio?
Faster_Fox12 Novembre 2012, 11:15 #2
Originariamente inviato da: Raghnar-The coWolf-
troppissimo... lo sapevo che dovevo investire in ottiche, i prezzi sono schizzati alle stelle negli ultimi anni o sbaglio?


hai sbagliato news
Phenomenale12 Novembre 2012, 11:19 #3
Bene, almeno sappiamo di chi è la colpa

Da quando Rory Read ha lasciato Lenovo per andare a dirigere AMD, Lenovo si è ripresa, AMD ha iniziato ad affondare...
Raghnar-The coWolf-12 Novembre 2012, 11:36 #4
Originariamente inviato da: Faster_Fox
hai sbagliato news


uahuauha LOL. Scusate...
Fabryce12 Novembre 2012, 12:23 #5
queste cifre lasciano il tempo che trovano... si parla di pc che vendono al mediaworld e simili, che costano di piu e sono molto meno potenti di assemblati che vendono online.. ormai molta gente compra online pc assemblati, o appassionati come me, compra solo i pezzi e se lo monta da se... su questa tendenza non ci sono dati, ma son sicuro che non sia trascurabile
gigablaster8312 Novembre 2012, 14:31 #6
Originariamente inviato da: Fabryce
queste cifre lasciano il tempo che trovano... si parla di pc che vendono al mediaworld e simili, che costano di piu e sono molto meno potenti di assemblati che vendono online.. ormai molta gente compra online pc assemblati, o appassionati come me, compra solo i pezzi e se lo monta da se... su questa tendenza non ci sono dati, ma son sicuro che non sia trascurabile


Proprio vero! Io, per esempio, ho comprato alcuni componenti da un negozio, altri componenti da un altro negozio, ed altri componenti ancora gli ho riciclati dal precedente pc assemblandomi da solo il pc nuovo. Pur volendo fare statistiche più approfondite, per questi della Gartner io non mi sono fatto nessun pc nuovo, quando invece questo non è vero. Spero solo che le aziende informatiche non facciano i loro programmi aziendali sul futuro basandosi su questi dati, in quanto probabilmente risultano essere poco corrispondenti con la realtà.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^