Mercato ITC in Italia: ancora con segno meno, ma riprendono i PC

Mercato ITC in Italia: ancora con segno meno, ma riprendono i PC

Il calo nelle vendite del settore ITC in Italia è meno marcato che in passato; scendono e di molto i tablet mentre riprende forza la domanda di sistemi PC, tanto desktop come notebook

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 15:31 nel canale Mercato
AppleASUSAcerSamsungHPLenovo
 

Il primo trimestre 2015 si è chiuso con vendite nel settore ICT in Italia che hanno registrato un segno ancora negativo, ma con una contrazione inferiore rispetto a quella registrata negli anni precedenti. I dati resi disponibili da SIRMI evidenziano per i primi 3 mesi del 2015 un calo del fatturato pari al 2,2% rispetto allo stesso periodo del 2014; quest'ultimo si era invece chiuso con un calo del 4,8% sul corrispondente periodo del 2013.

L'inizio del 2015 non porta quindi la tanto sospirata ripresa, ma quantomeno evidenzia un segnale di rallentamento nella contrazione. Mercati IT e TC nostrano un calo pressoché identico, pari a -2,1% per il primo e -2,2% per il secondo. Il controvalore complessivo è stato pari a poco meno di 12,7 miliardi di Euro, contro i 12,96 del primo trimestre 2014.

Entrando nel dettaglio del mercato dei PC client in Italia si evidenzia la netta dinamica di contrazione nelle vendite di tablet, calati del 14,9% in termini di numero di unità consegnate rispetto al corrispondente periodo del 2014. Questo andamento ha portato al calo del 3,8% nel numero di unità consegnate ai clienti, ma nasconde la crescita tanto dei PC desktop come di quelli mobile: per i primi +4,9% e +5,1% per i secondi.

I dati positivi del settore PC, desktop e mobile, confermano una dinamica di lenta ripresa degli investimenti; la crescita è più sostenuta nel settore dei prodotti destinati alle aziende rispetto a quelli per consumatori privati. Tra i tablet la contrazione è ben più evidente proprio tra i prodotti destinati al mercato consumer, con quelli professionali che incidono in ogni caso in modo marginale (circa il 12,5% del totale).

Tra i player presenti SIRMI segnala come HP, Samsung, Apple e Lenovo incidano assieme per circa il 65% del totale delle vendite. Aggiungendo a questi nomi quelli di Asus e Acer si arriva a superare l'82% del totale, chiaro segnale di come nel nostro mercato la maggior parte delle vendite sia tra le mani di poche aziende produttrici.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^