Mercato LCD, le consegne rimarranno piatte per tutto il 2010

Mercato LCD, le consegne rimarranno piatte per tutto il 2010

Il mercato dei pannelli LCD rimarrà costante per tutto il 2010, senza far segnare i valori di crescita previsti ad inizio anno

di Gabriele Burgazzi pubblicata il , alle 14:33 nel canale Mercato
 

L'intero mercato dei monitor LCD si prospetta con un andamento piatto per i rimanenti mesi del 2010: a contribuire alla non-crescita del segmento troviamo una domanda più scarsa del previsto non solo in nord-america ma anche in europa e in cina. La notizia riportata dal solito Digitimes, va così a smentire le previsioni che avevano indicato come nel corso del 2010 il mercato dei pannelli LCD sarebbe cresciuto del 4-5%.

Secondo le previsioni iniziali, infatti, a contribuire ad una possibile crescita per il 2010 sarebbe stata l'immissione sul mercato di Windows 7, la crescente popolarità delle soluzioni a LED, l'arrivo del 3D: questi tre motivi avrebbero dovuto portare le spedizioni di unità LCD tra i 170 e i 180 milioni di unità.

La domanda è però stata debole nel secondo trimestre dell'anno e, secondo la fonte, questo andamento perdurerà anche per i prossimi mesi. In Europa i rivenditori fanno ora affidamento al periodo di fine anno per risalire con le vendite: non avendo fatto registrare alcun aumento nei primi mesi, e soprattutto con la svalutazione dell'euro sul mercato internazionale, è lecito attendersi un aumento dei prezzi variabile dal 7 al 10%.

Nel mercato nord-americano è invece il periodo back-to-school quello atteso per attendere un potenziale incremento delle vendite: anche in questa regione non è stata registrata alcuna crescita, contrariamente alle aspettative.

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
leddlazarus19 Luglio 2010, 15:09 #1
magari tenere conto della crisi economica mondiale no eh?

a parte che la gente sembra abbastanza strana. piuttosto rinuncia a spese alimentari o di prima necessità piuttosto che ad oggetti voluttuari. bah.
Bastian_Contrario19 Luglio 2010, 15:12 #2
Originariamente inviato da: leddlazarus
magari tenere conto della crisi economica mondiale no eh?
a parte che la gente sembra abbastanza strana. piuttosto rinuncia a spese alimentari o di prima necessità piuttosto che ad oggetti voluttuari. bah.


perchè in effetti mangiamo molto più di quante calorie madre natura ci richiede per vivere (chiunque abbia un rotolino anche minimo o millimetrico di pancia vuol dire che mangia più di quanto dovrebbe, un essere umano che mangia solo il minimo dovrebbe avere il sixpack in vista di default senza mettere piede in palestra) e il discorso della "costituzione" è solo un mito, dipende tutto da quanto si mangia

per cui rinunciare a mangiare qualche schifezza per avere un televisore non è che sia strampalato come ragionamento... risparmi pure sulla palestra
II ARROWS19 Luglio 2010, 15:22 #3
Non mettiamoci a parlare di biologia, però il "mito" della costituzione non è un mito...
C'è chi assimila di più e chi di meno, chiedi a un dietologo.

Chi assimila di più dovrebbe mangiare meno, ma il "filo di grasso" non significa che uno mangia più di quanto dovrebbe...
Bastian_Contrario19 Luglio 2010, 15:31 #4
Originariamente inviato da: II ARROWS
Chi assimila di più dovrebbe mangiare meno, ma il "filo di grasso" non significa che uno mangia più di quanto dovrebbe...


il grasso è una riserva, l'uomo mette grasso come risultato di un meccanismo derivato dai tempi dell'uomo primitivo e rimasto nel nostro dna.
L'uomo primitivo mangiava solo quando uccideva una belva e poi rimaneva a digiuno per giorni interi, accumulava il grasso in funzione dei giorni di digiuno.
Solo grazie a quel sistema sopravviveva, e ancora oggi ce lo portiamo dentro.


oggi che però tra colazioni,merende,snack,pranzi e cene si mangia da un minimo di 2-3 volte al giorno fino a 5-6 (compresi snack) accumulare grasso vuol dire mangiare più calorie di quanto richiesto o mangiare con un profilo di macronutienti sbilanciato rispetto a quanto richiesto dal metabolismo.
opt3ron19 Luglio 2010, 15:45 #5
I produttori hanno imposto una evoluzione delle tv tipo pc, ma gli utenti non sono gli stessi, una volta avuto il televisore grande la gente non lo cambia così facilmente, figuriamoci in tempo di crisi.
netcrusher19 Luglio 2010, 18:01 #6

six pack a rapporto

Originariamente inviato da: Bastian_Contrario
perchè in effetti mangiamo molto più di quante calorie madre natura ci richiede per vivere (chiunque abbia un rotolino anche minimo o millimetrico di pancia vuol dire che mangia più di quanto dovrebbe, un essere umano che mangia solo il minimo dovrebbe avere il sixpack in vista di default senza mettere piede in palestra) e il discorso della "costituzione" è solo un mito, dipende tutto da quanto si mangia

per cui rinunciare a mangiare qualche schifezza per avere un televisore non è che sia strampalato come ragionamento... risparmi pure sulla palestra


Eccomi qua io ho il six pack ma bisogna comunque allenarsi per averlo te lo assicuro, mangio quello che è giusto e non compro tecnologia inutile!!!

ciao!
elevul19 Luglio 2010, 21:08 #7
Normale.
Dopo la news degli OLED in arrivo per il prossimo anno probabilmente molta gente sta aspettando gli oled per cambiare monitor.
elevul19 Luglio 2010, 21:11 #8
Originariamente inviato da: leddlazarus
a parte che la gente sembra abbastanza strana. piuttosto rinuncia a spese alimentari o di prima necessità piuttosto che ad oggetti voluttuari. bah.


Presente.
sintopatataelettronica20 Luglio 2010, 04:32 #9
Forse la gente non compera più LCD perchè da anni non c'è nessuna vera innovazione tecnologica (l'illuminazione LED è una pagliacciata commerciale.. )

E con l'iper produzione hanno alla fine saturato il mercato.
cristo197620 Luglio 2010, 09:35 #10
@Bastian_Contrario

Ma non diciamo st...te.
Le persone hanno metabolismi diversi, a parità di calorie ingerite.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^