Mercato PC EMEA, incoraggiante il primo trimestre 2012

Mercato PC EMEA, incoraggiante il primo trimestre 2012

Nonostante le incertezze economiche e le difficoltà sulla catena di approvvigionamento, il mercato PC EMEA ha mostrato buoni segnali di ripresa nel corso del primo trimestre dell'anno

di Andrea Bai pubblicata il , alle 12:31 nel canale Mercato
 

Una recente analisi della società IDC mostra come nonostante l'incertezza economica e l'impatto delle carenze di hard disk, il mercato PC dell'area EMEA sia stato capace di mostrare una buona ripresa nel primo trimestre del 2012, con le consegne complessive che vedono una crescita del 7,6% rispetto al medesimo periodo di un anno fa. Il mercato ha potuto beneficiare di un favorevole confronto anno su anno rispetto al primo trimestre 2011, quando il sell-in è calato significativamente a causa di un accumulo delle scorte nel canale.

"Sebbene la ripresesa nell'Europa Occidentale sia rimasta moderata nei mercati emergenti, con l'incremento delle consegne complessive dell'1,8%, tutti i Paesi hanno dimostrato buoni risultati di sell-in, superiori a quanto atteso. Danimarca e Svezia hanno registrato la crescita più elevata a doppia cifra, mentre il Regno Unito ha assistito ad una ripresa dell'8%. La Francia è rimasta stabile con una lievissima flessione dello 0,1% mentre la Germania ha registrato una crescita del 6,1%. Con grande sorpresa il mercato spagnolo ha visto un grande miglioramento nel sell-in, con appena un leggero declino del 2,3%" ha commentato Eszter Morvay, research manager IDC EMEA Personal Computing.

Il mercato è, nel complesso, rimasto limitato dalla pressione della crisi del debito nell'eurozona, che ha portato ad un assottigliamento delle liquidità disponibili per i consumatori, e budget più ridotti e cautela per gli investimenti business. Le vendite hanno continuato a flettersi nel canale della distribuzione, indicando una generale debolezza nella domanda.

"Contrariamente alle aspettative iniziali circa l'impatto negativo delle carenze di hard disk, il mercato PC nell'area CEE (Central Eastern Europa) e nell'area MEA (Middle-East and Africa) ha superato le aspettative e ha recuperato con una crescita annuale rispettivalmente del 18,3% e del 13,5%" ha dichiarato Stefania Lorenz, research director IDC CEMA. "La regione CEMA ha riportato un volume di PC totale di 12,08 milioni, con uno share del 50:50 tra le due regioni. Le consegne desktop si sono contratte in ambo le regioni, ma il mercato delle soluzioni portatili è emerso quale chiaro vincitore, con una crescita annuale superiore al 30% per entrambe le regioni combinate, con l'area CEE che ha avuto una più forte crescita del 35,7% su base annuale mentre l'area MEA è cresciuta del 24,7% . Con la carenza degli hard disk che si è ammorbidita all'inizio del 2012, i vendor sono stati capaci di incrementare gli ordini sui PC e i distributori hanno potuto collocare ordini più grandi, avendo bassi livelli di stock, con marzo che si conferma come il mese migliore del trimestre. I prodotti entri level sono stati i favoriti, con prezzi agressivi da molti vendor".

Sul fronte vendor, HP ha mantenuto una forte leadership e ha continuato a consolidare il market share attraverso il mercato EMEA. La prestazione è stata guidata da una robusta espansione nei mercati CEE e MEA, ma i risultati nell'Europa Occidentale sono anch'essi tornati ad essere positivi, grazie alla ripresa dei volumi dei desktop commerciali ed un confronto favorevole anno-su-anno nel mercato consumer dei portatili. Acer resta al secondo posto, con una crescita positiva dopo cinque trimestri consecutivi di flessione. La ripresa è stata guidata dai mercati emergenti, mentre l'Europa Occidentale ha continuato a contrarsi, per via di un ulteriore calo nei volumi mini-notebook.

Dell conserva la terza posizione, riportando una buona crescita in EMEA, guidata dalla robusta espansione nell'are CEE. I risultati nell'europa occidentale sono inoltre migliorati, beneficiando di un più favorevole confronto anno-su-anno e di una salutare crescita nel segmento commerciale. Asus si colloca al quarto posto, con una crescita a doppia cifra e guadagnando quote di mercato in tutte le sottoregioni. Sebbene le vendite dei mini-notebook abbiano continuato a flettersi, un forte incremento nei volumi dei notebook mainstream ha potuto compensare la flessione.

Lenovo mantiene la quinta posizione, con la maggior crescita tra i primi dieci vendor. Sebbene l'azienda abbia continuato ad espandersi attraverso i mercati emergenti, la crescita questo trimestre è stata trainata dall'europa occidentale. Facendo leva sull'acquisizione di Medion, Lenovo si è ulteriormente espansa nel mercato consumer mentre ha guadagnato quote di mercato nello spazio commerciale.

Toshiba è rimasta al sesto posto, con una buona ripresa dopo quattro trimestri di tendenza negativa. Samsung registra invece un altro trimestre in negativo, per via di una netta flessione nella vendita di mininotebook che non è stata compensata dalla ripresa dei volumi nel mercato notebook mainstream. Apple ha continuato a vedere una forte domanda attraversrso tutta la gamma di prodotti. Fujitsu si è spostata al nono posto nel ranking complessivo, con la campagna LifeBook che portato i risultati sperati. Sony è invece scesa al decimo posto e ha continuato ad avere un impatto negativo dalla carenza degli hard disk, registrando un declino a doppia cifra nell'area EMEA.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
tmx24 Aprile 2012, 13:05 #1
a me i risultati stupiscono non tanto per la carenza di hard disk, che non ha impattato come si poteva pensare, quanto per il fatto che l'Europa è fallita e mi sarei aspettato che si acquistasse di meno.

che sia un piccolo segnale di ripresa? bah speriamo - mi guardo intorno e chiude tutto qui :/

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^