Mercato PC EMEA, positivo il secondo trimestre ma permane l'incertezza

Mercato PC EMEA, positivo il secondo trimestre ma permane l'incertezza

Nel secondo trimestre il confronto anno su anno è positivo, ma nel 2011 il mercato subì una consistente contrazione. La situazione economica nebulosa è il principale ostacolo alla crescita del mercato

di Andrea Bai pubblicata il , alle 08:20 nel canale Mercato
 

La società di analisi di mercato IDC riporta le stime del mercato PC per l'area EMEA relative al secondo trimestre 2012, che osserva un interessante confronto anno su anno e mantiene una crescita positiva facendo segnare un incremento del 9,1% sulle consegne rispetto al medesimo trimestre dell'anno precedente.

Per quanto riguarda l'area dell'Europa Occidentale si registra una moderata crescita del 4,1%, che viene condizionata da una domanda consumer abbastanza debole e da un rallentamento della domanda commerciale. Si registra invece una buona crescita, superiore alle aspettative, per quanto riguarda la regione CEE (Europa dell'Est e Centrale), con un incremento del 25,1% anno su anno, grazie ad una spinta piuttosto aggressiva da parte dei vendor. L'area MEA (Medio Oriente e Africa), ha invece mostrato un trend meno convincente con una crescita più contenuta pari al 4,8% sempre su base annuale.

Il confronto rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente risulta piuttosto positivo anche per via del fatto che lo scorso anno il mercatosi ritrovò a dover fare i conti con una contrazione del 20% circa. Attualmente comunque il mercato continua a fronteggiare una domanda in progressivo calo, con volumi di consegne che complessivamente non riescono superare i livelli del 2008. I paesi nordici sono i principali motori della crescita, mentre le altre economie (eccezion fatta per il Regno Unito che fa segnare una flessione) si mantengono "a galla" facendo segnare crescite a singola cifra.

Nel frattempo il mercato ha visto l'arrivo dei prodotti ultrabook, anche se la spesa consumer continua ad essere indirizzata verso altri dispositivi, tablet o telefoni. Il lancio di Windows 8 ad ottobre, assieme alla spinta dei vendor per i modelli di sistemi ultrabook, darà nuova linfa vitale al settore consumer e consentirà di innescare un rimbalzo durante la stagione back-to-school e la stagione delle festività di fine anno.

Per quanto riguarda il comportamento dei singoli vendor, HP si mantiene al primo posto nonostante prestazioni meno significative nel corso del trimestre, ma comunque in linea con le condizioni del mercato. Anche HP soffre un indebolimento nella domanda consumer ed il confronto anno su anno è comunque sfavorevole per via di un forte trimestre, lo scorso anno, nello spazio commerciale. HP ha comunque saputo proporre una buona linea di prodotti, adottare una efficace gestione del canale ed una robusta crescita nell'area CEE.

Acer consolida la posizione, grazie ad un favorevole confronto anno su anno per via della contrazione del 37,8% registrata nel trimestre dello scorso anno dovuta ad un accumulo delle scorte. Acer ha registrato robusti sell-in in tutta la regione, guadagnando quote in Europa Occidentale e nell'area CEE.

Asus riesce a registrare un forte trimestre, agguantando la terza posizione. Il vendor beneficia anch'egli di un favorevole confronto anno su anno e di un'aggressiva spinta sul sell-in, continuando a crescere in tutta l'area EMEA con particolare trazione nei mercati dell'europa Occidentale e dell'are CEE, mentre la presenza sul mercato desktop con i relativi volumi di vendita hanno contribuito alla crescita.

Dell scivola al quarto posto, subendo il diretto impatto di una debole domanda consumer e da una concorrenza aggressiva in tutti i segmenti del mercato. Il vendor ha mantenuto una buona posizione nel mercato desktop nell'Europa Occidentale e ha registrato una robusta crescita nell'area del Medio Oriente, ma ha sofferto da una agguerrita concorrenza nello spazio notebook.

Lenovo continua a guadagnare quote sul mercato EMEA e a mostrare la miglior crescita tra i 5 vendor, supportata da una ottimi risultatii nella regione CEE e proseguendo l'espansione nello spazio consumer in Europa Occidentale e CEE. Il vendor ha inoltre continuato guadagnare quote di mercato anche nello spazio commerciale, nonostante prestazioni complessive più deboli.

Oltre i primi cinque è interessante osservare le prestazioni di Toshiba che rafforza la sua sesta posizione con una crescita del 34,9% anno su anno, Samsung che mantiene la settima posizione e ritorna ad avere una crescita positiva e Sony che guadagna una posizione grazie alle buone prestazioni nella regione CEE. Fujitsu registra un altro trimestre da record, con volumi in incremento nell'Europa Occidentale e una buona espansione nell'area CEMA.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^