Mercato PC in Europa: in calo il terzo trimestre 2011

Mercato PC in Europa: in calo il terzo trimestre 2011

Le consegne dei PC nell'Europa occidentale calano sensibilmente rispetto al medesimo trimestre dello scorso anno. Segmento consumer e PC mobile i più impattati

di Andrea Bai pubblicata il , alle 08:19 nel canale Mercato
 

Gartner pubblica le stime relative al mercato PC per il terzo trimestre del 2011 sul mercato dell'Europa occidentale, registrando un volume di consegne di 14,8 milioni di unità che segnano un calo dell'11,4% rispetto al medesimo trimestre del 2010.

"L'accumularsi delle scorte che ha rallentato la crescita negli ultimi quattro trimestri è andato risolvendosi nel terzo trimestre del 2011. L'industria PC ha però continuato a esprimere un potenziale al di sotto della stagionalità" ha dichiarato Meike Escherich, principal analyst per Gartner. "Il risultato per il terzo trimestre del 2011 non è stato piacevole per l'industria PC, dal momento che il terzo trimestre è tradizionamente una forte stagione consumer spinta dalle vendite back-to-school". Il mercato mobile PC è quello che ha registrato il colpo più consistente, con una flessione del 12,6%, per via di un calo superiore al 40% nelle consegne die mini notebook nel terzo trimestre del 2011. I desktop sono invece calati dell'8,7%.

Il segmento di mercato che ha mostrato il più grande declino è stato quello consumer, con una flessione del 18,8% anno su anno. La sperata ripresa nel mercato PC professionale sulla scia della migrazione a Windows 7 è rimasta attenuata dai pessimi segnali economici. Le consegne PC nel segmento professionale sono calate del 2,1% anno su anno.

Per quanto riguarda i vendor, HP riesce a mantenere il primo posto, gestendo meglio del previsto le incertezze attorno alla sua situazione. Le consegne di ASUS sono cresciute in maniera consistente, con crescita nei notebook nel segmento consumer ed SMB (small-medium business). Di conseguenza ASUS è riuscita a scavalcalre Dell classificandosi al terzo posto e quest'ultima è scivolata al quarto. I problemi di inventario di Acer hanno dato spazio sul canale ad ASUS e ad altri vendor di spingere le loro consegne. Apple ha raggiunto il quarto posto con una crescita dle 28% nel mobile PC e ha inoltre registrato una crescita a doppia cifra sia nel segmento consumer, sia in quello professionale.

"Lo share dei mini-notebook continua a flettersi, il che contribuisce ad un confronto anno su anno in declino. Inoltre i mercati PC consumer nell'Europa occidentale restano deboli, con la fiducia dei consumatori che viene permanentemente minata dai problemi economici attorno a gran parte della regione" ha dichiarato Escherich.

Andando ad osservare le tre principali economie Europee vediamo come nel Regno Unito le consegne ammontano a 2,9 milioni di unità, con una flessione dell'11% rispetto allo scorso anno. Il segmento consumer assiste ad una flessione el 18%, mentre il segmento professionale resta invariato grazie alla esigenza di migrazione a Windows 7 che ha evitato una flessione delle consegne anche in questo segmento.

Il mercato francese è invece quello che si comporta meglio nell'area dell'Europa occidentale: le consegne sono infatti arrivate a 2,6 milioni di unità nel terzo trimestre del 2011, con una flessione del 2,1% rispetto allo stesso periodo del 2010. Il mercato consumer cala del 9,2% mentre il mercato professionale vede un incremento del 10% rispetto al medesimo trimestre di un anno fa.

In Germania si registrano consegne per 3 milioni di unità, che segnano una flessione del 7,9% nonché il quinto trimestre consecutivo di flessione per il mercato PC tedesco. La domanda consumer è stata piuttosto bassa, portando ad una flessione del 17% mentre purtroppo non viene indicato il dato per quanto riguarda il mercato professionale, che dovrebbe comunque aver assistito ad una buona domanda.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^