Mercato PC, timida crescita per il 2012

Mercato PC, timida crescita per il 2012

Nonostante le sfide poste dalla competizione dei tablet e dalle incertezze economiche, il mercato PC riuscirà a mostrare una crescita nel 2012 che nei prossimi anni sarà supportata dall'avvento di Windows 8 e nuovi dispositivi

di Andrea Bai pubblicata il , alle 09:47 nel canale Mercato
WindowsMicrosoft
 

La società di analisi di mercato IDC prevede che per il 2012 il mercato mondiale di sistemi PC possa essere in grado di mostrare una crescita, in termini di volumi, del 5% rispetto al 2011. Secondo IDC il mercato assisterà per quest'anno alla commercializzazione di circa 383 milioni di sistemi, con il PC che continua a battagliare per la crescita nel mezzo di una competizione sempre più accesa da parte dei dispositivi alternativi e circondato dalle incertezze politiche ed economiche globali.

Oltre alla saturazione del mercato consumer nelle regioni mature, l'incertezza economica, il lancio di Windows 8 e la diffusione di dispositivi come i tablet sono fattori che influenzano negativamente la previsione per il mercato. IDC ha ridotto le previsioni per numerosi segmenti chiave del mercato, a fronte di una minaccia del ritorno alla recessione in diversi mercati, fattore che affligge la spesa pubblica e la fiducia del business.

L'avvento di Windows 8 potrebbe aiutare a rinvigorire un mercato consumer che ha perso una parte dell'entusiasmo negli ultimi anni. In ogni caso il contributo del sistema operativo sarà limitato in questo 2012, mentre si rivelerà essere più significativo tra il 2013 ed il 2016, con IDC che prevede un massimo di volume di consegne di 528 milioni di unità nel corso del 2016.

Jay Chou, senior research analyst per IDC, commenta: "Nel primo trimestre i volumi di consegne di sistemi PC si sono rivelati essere leggermente al di sopra delle previsioni. Una buona parte del volume è dovuta ad una ripresa più rapida del previsto nel settore degli hard disk a seguito delle alluvioni in Thailandia. Il PC continua a sottostare ad una pressione causata da un debole ambiente economico e da una competizione crescente. Il sentimento consumer può essere ravvivato dagli UltraBook o dai sistemi Ultrathin quando saranno proposti al giusto prezzo. Ulteriori tagli di prezzo nel panorama Android potrebbero aver l'effetto sia di liberare una parte del budget per gli acquisti PC, sia di focalizzare i consumatori sui tablet invece che sui PC".

David Daud, research director Personal Computing per IDC, ha invece sottolineato: "Negli USA il mercato PC dovrà trascorrere ancora due trimestri prima di vedere qualsiasi significativa ripresa della crescita. Coloro i quali hanno bisogno di un PC ne sono già in possesso e non vedono alcuna ragione per un aggiornamento o un espansione. Il mercato sta inoltre passando attraverso una fase di campagna elettorale per le elezioni presidenziali, che aggiunge ulteriori incertezze alla fiducia dei consumatori e del business, con entrambi i segmenti che si trattengono dallo spendere o dall'assumere. L'aspetto positivo è che l'imminente rilascio di Windows 8 promette di portare sul mercato una nuova classe di prodotti che potrebbe indurre un ciclo di aggiornamento più solido entro la fine dell'anno".

IDC continua a mantenere una visione conservativa verso gli acquisti PC nei mercati maturi che dovrebbero comunque tornare a mostrare una crescita nel 2012 dopo una contrazione nel 2011. Nel frattempo la crisi dell'euro sta gradualmente avendo qualche ripercussione nei mercati emergenti, i precedenti baluardi della crescita. La previsione per i mercati emergenti è più variegata, con l'area CEMA in crescita, mentre l'Asia/Pacific escluso il Giappone e l'America Latina assisteranno ad una crescita più lenta nel breve termine.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Tony.Montana21 Giugno 2012, 12:51 #1
Non si può crescere sempre e di molto, ogni allarmismo è ridicolo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^