Mercato smartphone: i paesi emergenti motori di crescita

Mercato smartphone: i paesi emergenti motori di crescita

La Cina guiderà il mercato smartphone per i prossimi anni, quando si verificherà l'ingresso di India e Brasile nei primi cinque paesi per volumi di consegne

di Andrea Bai pubblicata il , alle 10:38 nel canale Mercato
 

Le consegne di smartphone sui mercati emergenti rappresenteranno la primaria forza di crescita nel mercato mondiale degli smartphone per i prossimi anni. Secondo le ultime previsioni di IDC, la Cina sarà il principale mercato per gli smartphone nel 2012, spodestando l'attuale leader, gli Stati Uniti. Estendendo lo sguardo sino al 2016 altri due mercti emergenti, l'India e il Brasile, entreranno tra i primi cinque paesi al mondo per consegne di smartphone.

"Grazie alla dimensione, alla forte domanda e agli elevati ritmi di sostituzione, i mercati emergenti stanno velocemente diventando i motori del mercato smartphone mondiale. Gli utenti nei mercati emergenti cercano più della semplice telefonia vocale e gli smartphone offrono la piattaforma ideale per l'intrattenimento mobile, il social networking e le attività business come visto nei mercati già sviluppati" ha commentato Ramon Llamas, senior research analyst per l'area Mobile Phone Technology and Trends di IDC. Nel frattempo i mercati maturi come il Giappone, il Regno Unito e gli Stati Uniti, continueranno ad osservare un buon tasso di crescita nell'adozione degli smartphone, ma i volumi non saranno in grado di mantenere il passo con quelli destinati ai mercati emergenti.

La crescita degli smartphone nei mercati emergenti presenta però, al contempo, una serie di punti di attenzione. Spiega a tal proposito Llamas: "Il costo totale di proprietà resta un ostacolo per i potenziali acquirenti di smartphone. Gli smartphone rappresentano ancora un investimento consistente per gli utenti di molti paesi. E' un argomento noto da gran parte di executive del settore che al recente MWC di Barcellona hanno sottolineato la necessità di dispositivi a basso costo, anche al di sotto dei 50 dollari, per stimolare l'adozione su larga scala. Un'altra considerevole barriera all'adozione è il costo di un piano dati mensile. Affinché i mercati emergenti possano esprimere il loro pieno potenzialei, gli smartphone vendor devono sviluppare smartphone a basso costo che offrano una piena e convincente esperienz d'uso e gli operatori mobile dovranno con creatività sovvenzionare il costo dei dispositivi ed i piani dati".

Osservando più da vicino la situazione dei tre mercati emergenti segnalati da IDC vediamo che la Cina continuerà a a seguire il buon trend della seconda metà del 2011 quando per due trimestri consecutivi è riuscita a superare le consegne di smartphone del mercato USA. Wong Teck Zhung, senior market analyst IDC per l'area Asia/Pacific, ha commentato: "Le consegne di smartphone in Cina avranno un piccolo vantaggio su quelle degli USA nel 2012 prima che il divario si ampli nel corso dei prossimi anni. Non vi sarà alcun passo indietro nel cambiamento di leadership".

Gli smarphone Android con prezzo al di sotto dei 200 dollari hanno rappresentato un segmento piuttosto vivace nel 2011 e questi smartphone low-cost sono resteranno un elemento chiave per la crescita smartphone, con prezzi che diventano ancor più accessibili grazie ad una crescente competizione e al calo dei prezzi dei chipset. "Vendor locali emergenti saranno un altro importante motore nella crescita smartpone; giganti come Huawei, ZTE e Lenovo continuano a ricevere ordinativi dai grandi operatori di rete per via della loro volontà di produrre dispositivi personalizzati" ha aggiunto Teck Zhung. "I player internazionali come Samsung e Nokia sono spingeranno anch'essi i volumi nella fascia bassa con smartphone più economici".

Per quanto riguarda, invece, il mercato smartphone indiano si assisterà ad una crescita piuttosto rapida per tutto il periodo della previsione. Gli operatori dovrebbero lanciare le reti 3G e i conseguenti piani dati, mentre vendor locali come Micromax, Spice, Karbonn e Lava hanno già lanciato smartphone a basso costo per preparare il terreno, in ottica futura, ad un innalzamento della domanda e ad uno spostamento verso l'alto della catena di valore, dai feature-phone a basso costo verso dispositivi più sofisticati. Nel 2011 la crescita sul mercato indiano è stata principalmente merito dei brand di primo piano come Samsung e HTC. I vendor internazionali continueranno ad investire nei prossimi anni, dal momento che il mercato indiano, con la sua elevata crescita, è una tra le più importanti priorità.

"La domanda per gli smartphone crescerà con gli utenti privati e business che maturano nelle preferenze e nell'uso dei propri dispositivi. I consumatori si stanno abituando ad un maggior utilizzo dei dati, e sfruttano questi dispositivi per l'intrattenimento e per la fruizione di contenuti e non solo come un dispositivo di comunicazione" ha commentato G. Rajeev, senior market analyst mobile devices per IDC India.

Un'economia in espansione, assieme ad una bassa inflazione ha permesso di abbassare il tasso di povertà in Brasile, e ha migliorato il reddito della popolazione brasiliana. La crescita nei segmenti business e consumer in Brasile si è estesa in prodotti che vanno al di là dei telefoni cellulari, con il Paese che ha superato il Giappone nel 2011 divenendo il terzo mercato PC.

Il passaggio dai feature phone agli smartphone è ben avviato sul mercato brasiliano. Gli abbonamenti ai telefoni cellulari hanno superato, in numero, la popolazione del paese ed i prezzi degli smartphone sono scesi al di sotto dei 300 dollari con i carrier che hanno introdotto piani dati prepagati. Quest'ultimo, in particolare, si è dimostrato essere un tassello importante dato che quattro utenti su cinque in Brasil fanno uso di contratti prepagati e ha permesso di aprire il mercato ad un mondo di clienti che altrimenti non avrebbero potuto apprezzare le peculiarità degli smartphone.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Baboo8516 Marzo 2012, 21:14 #1
La Cina guidera' il mercato, pero' mi piacerebbe che i suoi smartphone android a "conchiglia" venissero venduti anche qua... E parlo di marche come Samsung e Sharp...

http://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=2388812

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^