Microsoft con Nadella diventa il secondo marchio al mondo come capitalizzazione di mercato

Microsoft con Nadella diventa il secondo marchio al mondo come capitalizzazione di mercato

Nei due gradini più alti del podio fra le aziende dal più alto valore di capitalizzazione di mercato americano vi sono adesso due società del settore tecnologico, nonché rivali di sempre: Microsoft ha superato Exxon, ed è alla rincorsa di Apple

di Nino Grasso pubblicata il , alle 17:31 nel canale Mercato
AppleMicrosoft
 

Microsoft è adesso la seconda società statunitense in fatto di valore di capitalizzazione di mercato. Il gigante del settore tecnologico ha superato Exxon Mobil grazie ad un'impennata progressiva del valore delle azioni avvenuta durante gli ultimi mesi. Prima di Microsoft, al momento, si trova solamente Apple, società che condivide con la concorrente di sempre un periodo decisamente florido sul mercato azionario.

Parte del merito del successo della società è dovuto al nuovo CEO, Satya Nadella, che ha sostituito l'eccentrico Steve Ballmer. Nadella, tuttavia, sta continuando un processo nato con lo stesso Ballmer alle redini della società, nel tentativo di svecchiare i prodotti e renderli appetibili per un mercato in continua evoluzione, che si sta spostando dal fisso alla mobilità più estrema.

Microsoft, andamento valore azioni
Fonte: Yahoo! Finanza

Nadella ha puntato, più di Ballmer, sulle tecnologie mobile e sul cloud computing, accompagnando Microsoft in una crescita progressiva. La società alla base di Windows e, da poco, dei Lumia, ha un valore di capitalizzazione di mercato pari a circa 409 miliardi di dollari, superiore ai 404 miliardi di Exxon Mobil, in leggero declino per il calo dei prezzi del petrolio. In prima posizione troviamo Apple, dall'alto dei suoi 670 miliardi di dollari di capitalizzazione.

Il cambio ai vertici ha giocato un ruolo essenziale per la crescita della società, secondo Daniel Ives di FBR Capital Markets: "Microsoft ha effettuato un cambiamento strategico", in quanto Nadella ha dovuto, e deve tuttora, affrontare il declino nelle vendite del mercato PC. Tuttavia, rispetto ad altri colossi del settore (IBM, HP e Oracle), Microsoft ha fatto meglio secondo FBR. I 610 miliardi di capitalizzazione del colosso di Redmond non rappresentano però il massimo storico della società, raggiunto nel 1999 con 616 miliardi di dollari.

Da aprile 2013, il valore di capitalizzazione di mercato di Microsoft è cresciuto del 70%, con gli analisti che hanno iniziato a credere fermamente nell'operato di Nadella. Da allora la società ha promosso una serie di cambiamenti, con il rilascio di applicativi anche per le piattaforme concorrenti, un redesign completo di Windows in dirittura d'arrivo e strategie diverse di monetizzazione per i servizi in cloud. Tutte cose, che sembra che il mercato stia decisamente apprezzando.

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
nongio17 Novembre 2014, 20:12 #1
Bhè dire che negli ultimi anni MS non ha cambiato strategia di marketing e decisamente cambiato l'impronta ai propri S.O. (sia graficamente - ciò che vede l'utente normale- che a livello più concreto del prodotto) vuol proprio dire vivere con le mele davanti agli occhi

Mi sembra che ora vada di moda più che un tempo fa fare la guerra a parole al "mostro cattivo MS!!" senza essere obiettivi e cadendo spesso e volentieri nella fanboiataggine

My 2 cents ovviamente...
hibone17 Novembre 2014, 21:17 #2
Che mondo sarebbe senza Nadella...

Ma che modifiche avrebbe apportato? Adesso windows ha l'anta ribalta?
acerbo17 Novembre 2014, 21:47 #3
vabbé come al solito si parla di valore fittizio in un Paese dove i soldi oltre ad essere stampati si riesce a crearli dal nulla.
Basta guardarsi film tipo il lupo di wall street e inside job per capire un po' come funziona il mondo senza essere degli analisti di economia.
Tra qualche tempo assisteremo all'ennesima bolla informatica e ne vedremo delle belle
maxmax8018 Novembre 2014, 01:24 #4
Originariamente inviato da: pulsar68
Ecco a cosa servivano migliaia di licenziamenti.
Adesso MS è di nuovo appetibile per i mercati che governano il pianeta.


la faccenda dei licenziamenti -al limite dell' haters di utenti ben diversi da te- potevi anche risparmiartela, eh...

MS non è più appetibile di prima sicuramente grazie o non grazie a Nardella.
e lo sai benissimo.

Originariamente inviato da: hibone
Che mondo sarebbe senza Nadella...

Ma che modifiche avrebbe apportato?


nulla che non fosse stato già preventivato con Steve Ballimer.
infatti la news è superflua.
Titanox218 Novembre 2014, 07:42 #5
per il discorso licenziamenti so che in Usa è prassi licenziare per poi riassumere per altri progetti
alexdal18 Novembre 2014, 09:39 #6
Microsoft negli ultimi 20 anni ha sempre assunto tranne nel 2009 (circa) che aveva licenziato, per poi riassumerne il doppio l'anno dopo.

Mica come Google che assume con il lanternino.

O peggio Wikipedia che a quest'ora poteva avere 50mila laureati nei propri ranghi e altri 10mila di livello basso (ossia dare lavoro a 150mila famiglie), ma per fare la fighetta senza pubblicita' ha solo poche persone mantenute per qualche donazione.
Malek8618 Novembre 2014, 10:07 #7
A parte il discorso sul cambiare le cose oppure no, vorrei capire cosa ha portato a questa impennata. Windows va come al solito, Office pure, i servizi online pure, WP8 continua ad essere abbastanza di nicchia, e la Xbox sta calando rispetto alla scorsa generazione.

A meno che non ci si aspetti una crescita assurda dei servizi cloud (dove MS è ben posizionata) e una sua apertura verso l'esterno per i software, non vedo perchè la gente dovrebbe aspettarsi una crescita. Rimanere stabili, di certo, MS storicamente è sempre stato un marchio molto stabile, però ancora non vedo i segni di una crescita.
AlexSwitch18 Novembre 2014, 10:29 #8
Originariamente inviato da: Malek86
A parte il discorso sul cambiare le cose oppure no, vorrei capire cosa ha portato a questa impennata. Windows va come al solito, Office pure, i servizi online pure, WP8 continua ad essere abbastanza di nicchia, e la Xbox sta calando rispetto alla scorsa generazione.

A meno che non ci si aspetti una crescita assurda dei servizi cloud (dove MS è ben posizionata) e una sua apertura verso l'esterno per i software, non vedo perchè la gente dovrebbe aspettarsi una crescita. Rimanere stabili, di certo, MS storicamente è sempre stato un marchio molto stabile, però ancora non vedo i segni di una crescita.


Diversificazione dei portafogli azionari.... Brokers, banche, intermediari e gestori di fondi avranno spostato parte delle loro gestioni su MS, perché incoraggiati dal nuovo corso di Nadella... Che comunque dovrà essere confermato dai fatti, ovvero dall'andamento trimestrale dei conti...
Come è stato già giustamente scritto, ma è bene ricordare, la capitalizzazione è un dato sintetico, meramente rappresentativo di un andamento di scambi azionari, in un dato periodo... Ovvero serve per vedere chi, nei rispettivi mercati azionari, raccoglie le maggiori offerte di acquisto dei titoli e quante azioni sono in possesso degli investitori. Ma ciò non esprime assolutamente l'effettivo stato di salute di una società quotata e di come stia operando...
Pier220418 Novembre 2014, 13:06 #9
Originariamente inviato da: pulsar68
Ciao max.
Probabilmente hai frainteso le mie parole.
Non sono fra coloro che sostengono il posto fisso a tutti i costi (vedi Camusso).
Era solo un esempio per rimarcare la distanza abissale fra l'economia reale e quella della finanza... ogni qualvolta un' azienda, una multinazionale annuncia il licenziamento di migliaia di lavoratori il titolo di turno diventa finanziariamente appetibile.
Capisco che le parole finanza ed etica abbiano ben poco in comune ma alla fine, a forza di licenziamenti, chi li comprerà i beni ed i servizi?

In Europa, ed in Italia in particolare, se perdi il lavoro hai piu' probabilità di essere colpito in testa da un meteorite che trovarne un altro ma anche nei Paesi nordici (Finlandia) non se la passano meglio.

Aggiungo poi che vorrei finalmente sentir le cose chiamate con il loro nome... ristrutturazione/esuberi=licenziamenti... da noi jobs act, local tax & co. ... ma se la maggior parte degli italiani conosce a malapena l'italiano!


Concordo, pensa poi che un successo che dovrebbe renderci orgogliosi visto che molte parti sono costruite in Italia si chiama "Rosetta".. cosa che sono sicuro conosci bene..
san80d18 Novembre 2014, 13:22 #10
Originariamente inviato da: Titanox2
per il discorso licenziamenti so che in Usa è prassi licenziare per poi riassumere per altri progetti


soprattutto in usa e' più facile ritrovare lavoro

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^