Microsoft dovrebbe vendere Bing, o forse no

Microsoft dovrebbe vendere Bing, o forse no

I risultati negativi della divisione online di Microsoft potrebbero suggerire la vendita di Bing. Ci sono già ipotesi sui possibili compratori

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 10:03 nel canale Mercato
Microsoft
 

A pochi giorni dalla presentazione dell'ultima trimestrale Microsoft giungono più articolati commenti riguardo i dati positivi le aree in cui i numeri della casa di Redmond non brillano. Già in occasione dell'annuncio avevamo segnalato il particolare caso della divisione Microsoft Online, sottolineando come in generale gli ottimi risultati presentati da Microsoft al mercato e ai propri investitori siano riconducibili all'area entertainent e gaming.

Anche il New York Times torna a commentare le cifre di Microsoft e si sofferma su Bing, un progetto per gerti versi delicato e forse mai decollato. Robert Cyrane e Martin Hutchinson contestualizzano poi il tutto nello scenario economico americano, che sta attraversando un momento decisamente delicato. Il pezzo completo è disponibile qui.

Nell'ultimo anno fiscale Bing ha perso 2,6 miliardi di dollari, e questo è un dato che si commenta da solo. La difficoltà di Bing pare evidente: rimane fossilizzato al secondo posto nella classifica dei motori di ricerca e sempre ben distante da Google anche se gli sforzi di Microsoft per migliorare il servizio ci sono stati, sforzi economici e anche strategici come il tanto discusso accordo con Yahoo.

La realtà dei fatti è però che Bing, stando alla ricostruzione dei fatti riportata da New York Times, non decolla. Gli elementi a favore di Microsoft ci sarebbero anche: la creazione di un monopolio nella ricerca online è un evento che pochi si augurano, inoltre il rivale di sempre - Google - avrebbe da gestire i non pochi problemi con l'antistrust di molti Paesi. Tutto ciò però non basta e i numeri per il momento sono inconfutabili, come anche il 27% di share detenuto da Bing nell'ambito USA.

Viene anche ipotizzato uno scenario popolato da possibili compratori: Google stessa viene indicata come potenziale acquirente, anche una scelta simile inasprirebbe i già citati problemi con l'antitrust, ma anche Facebook e Apple potrebbero guardare con interesse al motore di indicizzazione di Microsoft. Il social network già collabora attivamente con Bing e potrebbe integrare ulteriormente le funzionalità di indicizzazione e ricerca all'interno dei propri servizi, mentre per la casa di Cupertino sarebbe un importante passo per concretizzare la propria strategia legata all'online.

Queste sono ovviamente supposizioni e ipotesi basate su differenti elementi. Di fondo Bing rappresenta per Microsoft un'opportunità e un importante elemento del proprio ecosistema sempre più spostato sul mondo dei servizi online, come i recenti dati e annunci hanno confermato. Potrebbe anche essere solo questione di tempo, tempo necessario agli investimenti e agli sforzi di Microsoft di portare benefici, e questo lo si vedrà forse solo nelle prossime trimestrali.

Robert Cyrane e Martin Hutchinson che hanno pubblicato il pezzo sul New York Times analizzano la sola situazione americana. Ma per Bing la situazione è ben diversa al di fuori degli States: il nuovo motore di ricerca Microsoft in alcuni Paesi non è ancora arrivato e viene riproposto al mercato un surrogato della vecchia soluzione, una semplice sostituzione del logo, ben differente nelle caratteristiche e non certo gradita dal pubblico.

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
MIRAGGIO26 Luglio 2011, 10:54 #1

Bing

Bing è un eccellente motore...ma solo per ricercare immagini per l resto c'è Google!
fbrbartoli26 Luglio 2011, 11:01 #2
anche il mappe di bing è superlativo. La visuale in prospettiva è sbalorditiva e mai vista in google earth.
david-126 Luglio 2011, 11:15 #3
Bing Mappe è ottima solo per la visione in prospettiva dai quattro lati, per il resto ha molti difetti tra cui mappe generalmente più vecchie, poco zoom sulle prospettive.
Da notare che in alcuni luoghi da qualche tempo anche Google Maps fa una prospettiva degli edifici ma solo da un lato fisso.
jagemal26 Luglio 2011, 11:17 #4
io stavo pensando anche a qualcos'altro ... una specie di zavorra che Microsoft si porta dietro e che è da un lato legata al suo nome, dall'altro alla mancanza di conoscenza che esista bing


lo notavo nelle aule informatiche della mia facoltà .. tutti i pc sono forzati su bing come motore di ricerca predefinito, ma tutti scelgono invece di usare google .. di fatto si tratta di un passo in più, visto che non c'è come preferito, e le cache sono cancellate ad ogni uso

ho chiesto un po' in giro (senza velleità statistiche ) e sembra che i ragazzi si dividano sostanzialmente in due gruppi:

c'è chi conosce Bing e associandolo al termine Microsoft lo evitano come la peste (M$ = male puro, insomma)
c'è chi non lo conosce e pensa che Google sia l'unico motore di ricerca esistente al mondo (alcuni di questi usano correntemente Bing, ma non hanno capito che non è Google)

fossi la dirigenza M$ mi interrogherei seriamente su entrambe
LMCH26 Luglio 2011, 11:35 #5
Il NYT può scrivere quello che vuole ma non ha capito come funzionano le cose in Microsoft.
In MS sono dispostissimi ad andare avanti così piuttosto che essere tagliati fuori da un settore che loro considerano strategico, come dovrebbe fare qualsiasi azienda che di per se è solida e pensa davvero al lungo termine.
In fin dei conti le loro cash cow continuano a macinare utili e visto che ragionano in termini di ecosistema ecc. ecc. è ovvio che Bing è strategico come supporto a prodotti in altri settori in cui opera MS.
SerMagnus26 Luglio 2011, 12:24 #6
il problema secondo me è un altro, bing è un buon motore di ricerca, sopratutto la versione inglese, ed è questo il problema: il bing usa diverso da quello che c'è in italia! dovrebbero aggiornare le versioni locali.
alexdal26 Luglio 2011, 12:30 #7
Il 27% e' tanto
ma fuori da USA nessuno lo usa perche' non e' stato adattato ai mercati locali. oppure fatto in minima parte.
Google sta scendendo come qualita'

spesso non trovo quello che cerco perche' vuole sempre indirizzarmi verso quello che vogliono vendere loro piuttosto quello che cercavo io.


Pero' il mercato e' troppo esagerato, si parla solo di miliardi di dollari.

Ma Google come myspace e tanti prima puo' crollare in un niente.

Microsoft dovrebbe tenere ma rendere piu' redditizio il servizio
Arnoldforever26 Luglio 2011, 12:48 #8
Bing è un buon motore di ricerca con alcuni ottimi servizi, ma è anche poco supportato. Credo che Microsoft debba lavorare principalmente su questo e rendere migliore la sua integrazione con i suoi altri prodotti (vedi WP 7). Ed è anche vero che Bing occupa un settore molto importante oggigiorno e non credo che Microsoft se ne priverà.
Wolfenstein26 Luglio 2011, 13:17 #9
Bing è niente di niente a confronto di Google.

Le mappe sono spartane, il motore cerca e trova molto meno di Google, le immagini addirittura in alcuni risultati ne trova meno della metà.

E' ovvio che andasse male, fanno prima a buttarlo via anziche venderlo
litocat26 Luglio 2011, 13:23 #10
Originariamente inviato da: Wolfenstein
Bing è niente di niente a confronto di Google.

Le mappe sono spartane, il motore cerca e trova molto meno di Google, le immagini addirittura in alcuni risultati ne trova meno della metà.

E' ovvio che andasse male, fanno prima a buttarlo via anziche venderlo

Il 27% di market share non e' cosi' male. Piuttosto che buttarlo dovrebbero domandarsi perche' c'e' questa grossa differenza nell'utilizzo di bing tra usa e resto del mondo. E provvedere di conseguenza.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^