Nanosys e 3M per portare la tecnologia quantum dot nei display

Nanosys e 3M per portare la tecnologia quantum dot nei display

Grazie ad un accordo, le due compagnie potranno mettere sul mercato le soluzioni necessarie per consentire ai produttori di display di realizzare nuovi monitor con la tecnologia quantum dot, per una migliore resa cromatica

di Andrea Bai pubblicata il , alle 09:01 nel canale Mercato
 

Nanosys e la divisione di 3M che si occupa di sistemi ottici hanno annunciato un sodalizio che permetterà alla prima di mettere sul mercato la tecnologia QDEF (Quantum Dot Enhancement Film) che consentirà ai produttori di display di realizzare soluzioni capaci di mostrare una maggior gamma cromatica.

Di Nanosys e QDEF abbiamo già avuto modo di parlare qualche mese fa, quando abbiamo illustrato i dettagli della tecnologia il cui funzionamento si basa sulle proprietà fisiche dei quantum dot: si tratta di nanocristalli semiconduttori che brillano quando vengono esposti ad una corrente elettrica, con l'emissione di lunghezze d'onda (e, quindi, colori) differenti a seconda della loro dimensione e del materiale che li costituisce.

La luminosità, la purezza dei colori ed il basso consumo energetico rende la tecnologia quantum dot un'alternativa piuttosto interessante per la produzione di display rispetto alle tecnologie usate oggi: le soluzioni LCD seppur relativamente economiche sono infatti abbastanza esose al punto di vista energetico, mentre le soluzioni OLED, sebbene siano caratterizzate da un consumo molto contenuto, hanno un costo di produzione elevato soprattutto per pannelli di ampie dimensioni.

L'impiego della tecnologia QDEF permette di realizzare display con un più ampio gamut rispetto alle tecniche tradizionali allo scopo di offrire una esperienza visuale più realistica ed immersiva. Si tratta di una particolare pellicola che viene implementata nell'unità di retroilluminazione di un LCD, andando a sostituire una pellicola simile che già si può trovare all'interno dei pannelli prodotti con le tecniche usuali. Ciò significa che i produttori di pannelli non hanno bisogno di alcun macchinario aggiuntivo ne' di nessun particolare processo per poter utilizzare la nuova pellicola QDEF all'interno dei propri prodotti.

Riguardo all'accordo con 3M Jason Hartlove, presidente e CEO di Nanosys, ha commentato: "Stiamo lavorando insieme per migliorare le prestazioni di un'area che è stata ampiamente ignorata per l'ultimo decennio. Migliorare la prestazione cromatica degli LCD offrirà esperienza visuale al consumatore ed un vantaggio competitivo ai produttori anche rispetto a nuove tecnologie come OLED. Lavorare insieme con 3M ed utilizzare le loro capacità, permetterà alla tecnologia QDEF di essere ampiamente adottata su tutti i segmenti di prodotto e assicurerà disponibilità a tutti i clienti".

Nanosys e 3M non hanno però rilasciato indicazioni sui costi di produzione della nuova pellicola QDEF.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Apocalysse09 Giugno 2012, 15:46 #1
Non ci stava gia lavorando Samsung sui Quantum Dot Display, mostrando tra l'altro i primi sample embrionali l'anno scorso, ma funzionanti ?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^