NEC in perdita, taglia 10 mila posti di lavoro

NEC in perdita, taglia 10 mila posti di lavoro

L'azienda giapponese prevede una perdita netta di 1,3 miliardi di dollari per l'esercizio fiscale che si chiude il prossimo 31 marzo e annuncia misure di riduzione della forza lavoro

di Andrea Bai pubblicata il , alle 16:00 nel canale Mercato
 

Nel corso dei giorni passati NEC Corporation ha emesso un comunicato ufficiale con il quale annuncia una drastica riduzione della forza lavoro come contromisura a fronte della perdita di 100 miliardi di yen (pari a 1,3 miliardi di dollari) prevista per l'anno fiscale che si concluderà il prossimo 31 marzo, ritrattando così le precedenti previsioni di profitto di 15 miliardi di yen.

L'azienda giapponese taglierà circa 10 mila posti di lavoro, corrispondenti all'8,6% della forza lavoro complessiva. 7000 posizioni saranno tagliate in Giappone, per una spesa complessiva di 40 miliardi di yen. Molte delle posizioni lavorative verranno eliminate dalla divisione di NEC impegnata sul mercato dei telefoni cellulari e avranno effetto a partire dal 31 marzo. La riduzione sarà suddivisa tra lavoratori a tempo pieno e lavoratori part-time.

Anche durante il 2009 la compagnia ha adottato una misura di riduzione dela forza lavoro tagliando 20 mila posti di lavoro, prevalentemente dalle divisioni legate ai semiconduttori e ai componenti elettronici. Alla fine del mese di marzo saranno 115840 gli impiegati di NEC, contro i 154786 dell'anno fiscale 2007.

Durante gli ultimi 12 mesi NEC ha visto il proprio valore di mercato assottigliarsi del 31%, rispetto alla flessione del 23% dell'altra realtà giapponese Fujitsu e del 17% dell'indice Topix, che tiene traccia di tutte le aziende giapponesi. NEC ha visto le proprie perdite nette allargarsi a 86,5 miliardi di yen nel corso del trimestre conclusosi lo scorso 31 dicembre, rispetto ai 26,5 miliardi di yen registrati lo scorso anno. Le vendite hanno subito una flessione del 6,7% per un totale di 627 miliardi di yen (circa 8 miliardi di dollari).

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
netcrusher30 Gennaio 2012, 17:09 #1
che bella notizia già avevo iniziato la giornata in forte stato depressivo adesso mi vien voglia di mettermi alla canna del gas.......
Caml Light30 Gennaio 2012, 19:48 #2
@ netcrusher

Non immagini quanta gente sta come te. L'importante è non demordere ed impegnarsi sempre e comunque nonostante le difficoltà. Se ti arrendi e ti isoli sei fregato. Dai quotidianamente un senso alle giornate e trovati degli svaghi, ti aiuterà.

Scusate l'off-topic
maxmax8031 Gennaio 2012, 00:07 #3
di notizie che vedranno le multinazionali ed i colossi tecnologici e non in grossa perdita in questo 2012 ne sentiremo tante purtroppo...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^